Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoGoverno · 4 mesi fa

Una mia opinione riguardo ai Boomers su internet?

Per favore, prima di aggredirmi leggete il mio commento (dall'inizio alla fine) che trovate tra le risposte alla domanda, qua sotto :)

Aggiornamento:

Ripeto:

prima di insultarmi, per favore, leggete tutto il commento (ciò significa dall'inizio alla fine) che ho pubblicato come risposta (lo trovate in mezzo alla risposte ed inizia con "COMMENTO"), grazie :)

Aggiornamento 2:

ECCO A VOI UN'ALTRA PROVA (DOPO QUELLA DI KOBE BRYANT GIÀ CITATA NEL COMMENTO): L'UTENTE "@TEMPLARE" HA DETTO CHIARAMENTE DI NON AVER LETTO NIENTE ESSENDOSI OFFESO DALLE PRIME CINQUE RIGHE. SE LEGGESTE CAPIRESTE CHE NON ME LA SONO PRESA CON TUTTI I BOOMER (L'HO SPECIFICATO), E HO "DENUNCIATO" ANCHE ALCUNI UNDER VENTI.

Se non avete la concentrazione di leggere per cinque minuti (cosa che tu, @Templare, hai dimostrato) non rispondete, c*zzo l'avrò detto venti volte, LEGGETE TUTTO PRIMA DI RISPON

Aggiornamento 3:

TRA L'ALTRO HA RISPOSTO CON UN COMMENTO RAZZISTA, ALTRA COSA CHE AVEVO PREDETTO, CONFERMANDO COSÌ CIÒ CHE HO "DENUNCIATO"

2 risposte

Classificazione
  • Anna
    Lv 7
    4 mesi fa

    Vorrei sapere su quali basi si fonda la tua idea che le risposte inutili o senza senso vengano date principalmente da persone over-50. 

    Da quando frequento YA ho l'impressione che quelle risposte le diano per lo più ragezzini/e a cui servono i punti per poter postare domande sulle calorie della loro colazione di oggi o sulla lunghezza del loro pene.

  • Anonimo
    4 mesi fa

    COMMENTO (PER FAVORE LEGGETE TUTTO, PRIMA DI AGGREDIRMI):

    I social network (Yahoo Answes compreso) dovrebbero essere, secondo me, vietati agli over cinquanta i quali non stanno facendo altro che distruggerli giorno dopo giorno, Facebook infatti ne è l'esempio lampante, ci mancherebbe solo che entrino tutti in massa su TikTok e potremmo così finalmente raggiungere l'apice del cringe (comunque no, in questo caso, caro Mr. Correttore presuntuoso che già stavi premeditando di insultarmi e di correggermi tramite i commenti, l'accento sulla "e" di "ne" non ci vuole).

    Molti qui su Yahoo Answers, così come anche nel mondo non virtuale, non conoscono, non hanno mai conosciuto ed a causa della loro mentalità cocciuta non conosceranno mai, questo misterioso concetto chiamato "critica costruttiva" e perciò segnalano arbitrariamente le domande che loro trovano più scomode e anche un po' tabù, in modo peculiare quelle riguardanti le politiche le quali non rispecchiano il loro orientamento scelto.

    Un esempio concreto di tutto ciò sopra citato, il quale però non c'entra con la politica, esempio molto triste, è la domanda postata da un utente un po' di tempo fa, "Ma è morto Kobe Bryant?", riguardante l'omonimo giocatore di basket defunto il 26 gennaio (tra l'altro la domanda esiste ancora e la si puoi trovare facendo una semplice ricerca): le uniche risposte che l'utente in questione aveva ricevuto sono del genere: "Ma che c*zzo me ne frega!" o: "Booh non so chi sia." oppure addirittura risposte a sfondo razziale come: "Gli sta bene era solo un n*gro!!".

    Insomma aveva ricevuto solo risposte inutili, razziste e che non superano neanche le dieci parole in tutto (sto pretendendo troppo, mi sa).

    Poi magari nel caso andaste a controllare la domanda in questione e se non doveste vedere una delle tre risposte sopra citate oppure tutte e tre o solamente due di esse è perché saranno state nel frattempo eliminate, o magari la domanda stessa sarà stata poi eliminata.

    Ma questo discorso vale per qualsiasi tipo di domanda fatta qua, QUALSIASI: nella versione italiana di Yahoo Answers anche per la domanda più banale come: "Chi è l'autore del libro X?" c'è un'alta probabilità di ricevere o un insulto totalmente senza senso oppure risposte razziste, sessiste o giù di lì.

    Tutto ciò deriva dal fatto che in Italia gli over cinquanta immaturi (parlo di essi dal momento in cui solitamente quelli che rispondono in questo tono aggressivo ed ignorante nove volte su dieci sono proprio loro), e soprattutto molto frustati dal fatto che abbiano una mentalità così degradata, non sappiano neanche fare un ragionamento leggermente più complesso del loro solito tale da permettergli di dare una risposta sensata ed almeno un minimo costruttiva.

    Personalmente credo che le vecchie generazioni italiane ancora in vita, parlando in generale (ed ovviamente ciò non vale per tutti), non sono e non saranno mai pronte per questo tipo di ragionamenti i quali richiedono un minimo di sforzo mentale ed un poco di intelletto in più rispetto all'usuale.

    Spero solo che le nuove generazioni non ricevano gli stessi modi di pensare dei loro antenati altrimenti si tratterebbe di un dilemma per noi, di un tunnel senza fine.

    Forse una soluzione per non dover bloccare a tutti gli over cinquanta i social network sarebbe quella di proporre, preliminarmente all'iscrizione ad essi, un quiz elaborato da un algoritmo molto intelligente, sviluppato per bene, il quale suo scopo è quello di calcolare il livello di ignoranza dell'ipotetico futuro utente che ha intenzione iscriversi, bloccando così quelli non idonei "mentalmente" a causa della loro eccessiva stupidità.

    Magari tale quiz andrebbe bene a chiunque senza porre ad esso un massimo d'età da cui eseguire questo controllo, dal momento in cui un'altra fetta molto marcia degli utenti iscritti ai social network, oltre a quella dei vecchi saputelli, ha l'età molto piccola.

    Poi ovviamente, come ho già specificato prima, io sto generalizzando e sicuramente ci sarà una percentuale, abbastanza bassa (soprattutto in Italia), di over cinquanta con la testa a posto e che ragionano ed argomentano molto bene sia fuori da internet che dentro, ed in senso opposto ci sono anche molti under venti che ragionano come lo stereotipato, e purtroppo spesso veritiero, cinquantenne ottuso senza cervello.

    Ad esempio nel caso vi imbatteste in qualche recente intervista fatta a Paul McCartney, come quella del 2018 per "Wired", una rivista mensile statunitense, direste che è un ventenne intrappolato in un corpo di un settantasettenne.

    Ci sono eccezioni, certamente, e non lo nego, anche in Italia esistono, però per adesso purtroppo prevalgono gli adulti ignoranti descritti sopra dal sottoscritto, in modo particolare in questo paese.

    Secondo voi quanti insulti riceverò nei commenti per questa mia risposta?

    Faccio una stima e dico otto insulti da parte di cinque utenti diversi hahah, e ovviamente tutto in anonimato.

    Riguardo ai pollici in giù, che riceverò da parte di qualche sessantenne offeso dalla lettura, io punto a riceverne almeno tredici dai, anche perché loro si soffermeranno sicuramente non sul contenuto e sulle mie argomentazioni (tra l'altro senza né aver insultato nessuno né aver usato parole volgari) ma bensì invece solo sul fatto che io abbia "negato", per così dire, a loro, questi tanto amati social network e perciò qualsiasi cosa io possa dire, giusta o sbagliata che sia, non varrà più niente dal momento in cui non sono stato in linea con i loro pensieri, e sono sicuro che alcuni smetteranno addirittura di leggere dopo le prime tre righe di risposta essendosi offesi, comportandosi così proprio come farebbero dei bambini di sette anni, se non peggio.

    Comunque tutto ciò è stato scritto da un diciannovenne qualunque il quale non è neanche italiano.

    Dopo aver letto questo mio aneddoto personale ora qualcuno di voi starà pensando: "Buuuuu... stranieroo faii scihffoh!! Invazooreee!!! Brrutto sporcho e kattivoh la raza itagliana nn zi tokka!!!!! Kaffèèèè!11!1!?!", è un classico.

    Post Scriptum

    Vi darò un consiglio (non voluto): nel caso vorreste ricevere alle domande che posterete in futuro delle risposte serie da utenti altrettanto maturi ed intelligenti, vi consiglio o di iscrivervi a Quora (anche se in Italia è poco usata ma è comunque un'ottima alternativa a Yahoo Answers e contiene davvero pochi ignorantelli saccenti all'interno, costoro invece sono molto numerosi qua) oppure vi consiglio di postare le vostre domande nella versione americana oppure in quella inglese di Yahoo Answers nelle quali quasi tutti gli utenti (e come prova di ciò potrete poi controllare voi stessi, nel caso lo vogliate) danno risposte molto costruttive, valide ed addirittura, pensate un po' che roba, senza sfiorare la sfera razziale, a differenza delle risposte che otterreste nella versione italiana che stiamo usando in questo momento, è incredibile, non vi pare?

    Fonte/i: 6.944 / 10.000 caratteri usati nella mia risposta a differenza dei tuoi miseri dieci che avresti usato, e che userai, per mostrare la tua inferiorità intellettuale, caro Boomer offeso da questa lettura :)
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.