Horatio ha chiesto in Arte e culturaStoria · 8 mesi fa

Riforme sociali e ambientali nella Germania degli anni 30'?

Leggendo vari giornali storici,la germania nazista viene elogiata per lo standart di vita alto.Le riforme sociali portarono la Germania da una neonata Repubblica di Weimar ove a causa del Trattato di Versailles 30milioni di persone partivano la fame a una nazione potente e con un industria moderna da far invidia agli Usa e all'Impero Brittanico.In Germania la disoccupazione diminuì drasticamente e furono fatte grandi opere pubbliche che ancora oggi sono in utilizzo come le autostrade si Hitler.Hitler trasformò una repubblica che si basava sui raccolti e sul carbone che veniva depredato dalle nazioni straniere in una nazione pesantemente industrializzata e tecnologicamente avanti anni luce.Le famiglie aveva tutti i servizi,un orto,latte in quantità,case calde tutto questo venne scritto in un articolo americano e al finire della guerra venne confermato dai sovietici che rimasero stabiliati dallo standart di vitatedesco.Inoltre furono costruiti campi per lo sport e per la formazione dei giovani.Dal mistero esercito della Repubblica di Weimar si passò a un esercito supermeccanizzato e con navi da battaglia (cosa non scontata visto che la flotta tedesca vene autoaffondata dopo la sconfitta nella WW1).La natura fu tutelata con l'istituzione di numerosi parchi nazionali (Eifel ad esempio),l'arte venne incoraggiata.Lo standart medio della famiglia tedesca superò quello americano ed risultava il popolo più felice del mondo secondo il Times.I lati peggiori del nazismo li sappiamo tutti

4 risposte

Classificazione
  • 8 mesi fa
    Risposta preferita

    L'apparato industriale tedesco era all'avanguardia già durante il regno del Kaiser Guglielmo II. I settori industriali più avanzati erano quello chimico, elettrico, meccanico, ottico, siderurgico, metallurgico, automobilistico. Quando Hitler salì al potere, nel 1933, trovò una nazione impoverita e alla fame, con oltre 6 milioni di disoccupati. Sei anni dopo, non c'era un solo disoccupato in tutto il Reich. Per realizzare questo miracolo economico, egli si avvalse dell'operato di Hjalmar Schacht, che ideò gli effetti MeFo (MeFo Wechsel), gli antenati dei mini-BOT di cui parlano Borghi e Bagnai. Gli effetti MeFo erano usati come moneta fiduciaria all'interno del Reich per i pagamenti fra aziende e tra le aziende e lo Stato. La Reichsbank garantiva un tasso d'interesse appetibile, quindi le imprese non avevano alcuna convenienza a passare all'incasso delle tratte emesse e rinnovavano i MeFo in scadenza. Lo Stato tedesco poteva quindi finanziare i programmi di edilizia popolare, di riarmo e di costruzione di infrastrutture strategiche (ferrovie, canali navigabili, aeroporti come Berlino-Tempelhof, le Autobahnen in cemento eccetera). La forza lavoro qualificata tedesca riprese a lavorare e a produrre, salirono i salari e i consumi di pane, carne, uova, latte, il tenore di vita di operai, contadini, artigiani salì costantemente, tanto è vero che Hitler stava pensando di dotare ogni famiglia tedesca di un'utilitaria Volkswagen ("Auto del popolo"), che sarebbe stata prodotta in massa dopo la guerra con il nome di Maggiolino nella sede di Wolfsburg.  

    L'esercito tedesco fu ricostituito con la nuova denominazione di Wehmacht ("forza di difesa"), anche se la meccanizzazione delle forze armate rimase un punto dolente per tutta la Seconda Guerra Mondiale (le divisioni corazzate e motorizzate, infatti, erano sì e no un decimo del totale). La maggior parte delle divisioni erano appiedate, l'artiglieria era ippotrainata. La Luftwaffe, ossia l'Aeronautica Militare, fu istituita nel 1935 e i velivoli vennero testati durante la guerra civile spagnola (1936 - 1939). Anche qui i Tedeschi commisero un errore, focalizzandosi sui bombardieri tattici in appoggio alla fanteria piuttosto che sui bombardieri pesanti strategici quadrimotori, come fecero i Britannici e gli Statunitensi. La Kriegsmarine venne creata praticamente da zero, dopo l'autoaffondamento della Hochseeflotte a Scapa Flow nel 1919. Il Piano Z prevedeva la costruzione di portaerei, corazzate, incrociatori, cacciatorpediniere, dragamine e sommergibili da ultimare entro il 1948. Anche in questo caso, l'ingresso in guerra del Terzo Reich nel 1939 si rivelò prematuro, perché solo una minima parte della flotta di superficie e sottomarina era stata ultimata entro il 1941. I progetti di armi avanzate tedesche destano ancor oggi l'ammirazione di militari e storici: basti pensare ai caccia a reazione Messerschmitt Me 262, ai bombardieri a getto Arado Ar 234, ai caccia a elica Dornier Do 335 "Pfeil", alle bombe volanti V2, ai sommergibili oceanici U-Boot Type XXI. 

    Durante il regime nazionalsocialista gli scienziati tedeschi scoprirono una significativa correlazione fra il fumo di sigaretta e l'insorgenza del tumore al polmone. I gerarchi nazisti erano ostili alla vivisezione animale e amavano la natura e i parchi. Pare che lo stesso Hitler fosse vegetariano. 

  • 8 mesi fa

    Leggi sto libro, c'è tutto quello che cerchi 

    Attachment image
  • 8 mesi fa

    Si, sono sostanzialmente d'accordo con questa analisi. In particolare venne azzerata la disoccupazione. ( Causata dalla gravissima crisi economica del 1929, che fu INTENZIONALE, e questo e tanto altro a scuola non ve lo dicono ). Detto ciò prendo le distanze dai crimini orribili dei nazisti!

    Attachment image
    Fonte/i: Alcuni testi indipendenti sulle vere origini del nazismo
  • 8 mesi fa

    Ma i lati positivi,qualcuno può spiegarmeli argomentando,no sardine e buonisti indignati...lungi da me essere nazista....Solo per curiosità e per sapere i pro di un epoca storica...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.