promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 2 mesi fa

In Paradiso ci sarà la connessione a Internet, si potrà mangiare, incontrare i propri parenti? ?

7 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    Il Paradiso è uno stato spirituale, il luogo invece è il "mondo degli Spiriti", dove lo spirito dei defunti soggiorna in attesa della resurrezione riposandosi delle fatiche terrene.

    Alma 40:12 "Ed allora avverrà che gli spiriti dei giusti saranno ricevuti in uno stato di felicità, chiamato paradiso, uno stato di pace ove si riposeranno da ogni loro tormento, da ogni pena e da ogni dolore"

    Nel mondo degli Spiriti ci sono delle suddivisioni una delle quali è chiamata "prigione o carcere" dove soggiornano gli spiriti delle persone che non si sono ben comportate in vita; Ad esempio coloro che sono morti nel diluvio per i quali è prevista un opera di salvezza di cui parlo di seguito.(*)

    La connessione ad Internet non sarà più necessaria perchè non avremo alcun interesse ad averla, il problema è per chi ne è dipendente, come con il fumo o l'alcol perchè avrà il desiderio, ma non potrà soddisfarlo.

    Non sarà necessario nemmeno mangiare dato che non avremo un corpo fisico da nutrire, la smodata dipendenza da cibo avrà lo stesso effetto di cui sopra, ecco perchè è meglio evitare le dipendenze e imparare da vivi a controllare i propri istinti, desideri e debolezze.

    Incontreremo i nostri famigliari che ci hanno preceduto, saremo accolti da loro al nostro arrivo. (Le famiglie sono eterne e non si dissolvono con la morte)

    Ricorderemo tutto il nostro percorso, quello che abbiamo imparato prima di nascere e quello che abbiamo acquisito in vita in termini di conoscieza ed esperienze.

    (*) Esiste in quel luogo un lavoro missionario di istruzione per coloro che non hanno conosciuto o accettato sulla terra i corretti insegnamenti e le vere dottrine di Gesù Cristo.

    Egli lo ha organizzato durante i tre giorni intercorsi tra la sua morte e resurrezione.

    1 Pietro 3:18-20 "Poichè anche Cristo ha sofferto una volta per i peccati, egli giusto per gl'ingiusti; essendo stato messo a morte, quanto alla carne, ma vivificato quanto allo spirito; e in esso andò anche a predicare agli spiriti ritenuti in carcere, i quali un tempo furon ribelli, quando la pazienza di Di aspettava ai tempoi di Noè, mentre si preparava l'Arca [...]" 

    1 Pietro 4:6 "Poiché per questo è stato annunziato l'Evangelo anche ai morti; onde fossero bensì giudicati secondo gli uomini quanto alla carne, ma vivessero secondo Dio quanto allo spirito."  

    Gli Spiriti potranno, anche la, accettare oppure no la verità e le ordinanze sacre (come per esempio il battesimo) celebrate per procura sulla terra nei Templi dedicati a questo lavoro.

    Tale pratica era ben conosciuta nella Chiesa fondata da Gesù Cristo, fino al tempo dell'Apostasia in cui sono andate perdute alcune importanti dottrine. 

    Viene citata da Paolo in 1 Corinzi 15:29

    "Altrimenti, che faranno quelli che son battezzati per i morti? Se i morti non risuscitano affatto, perché dunque son essi battezzati per loro?"

    Anche l'Inferno non è un luogo, ma una condizione spirituale di allontanamento da Dio Padre e dalla Sua Gloria per sempre, uno stato interiore di rimorso doloroso come il fuoco, con lacrime e stridor di denti, un fuoco inestinguibile, ma la vivranno solo coloro che avranno commesso i peccati imperdonabili di omicidio (versamento di sangue innocente) e il rinnegamento dello Spirito Santo, cioè rifiutare una profonda e sicura testimonianza rivelata del Padre e del Figlio.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    La connessione internet sarebbe il mio ultimo pensiero, fossi lì 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Brian
    Lv 6
    2 mesi fa

    Sempre se i gestori italiani hanno stretto accordi di roaming, altrimenti nisba.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    Certo, e sarà come stare a Woodstock.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    Saremo in una condizione esclusivamente spirituale, immersi nella Luce, nella Conoscenza e nella Bontà di Dio. Quando riavremo, gloriosi, i nostri corpi, saremo di nuove persone, ma infinitamente migliori e senza bisogni di alcun genere. Dio sarà tutto, per tutti.

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Non si sfugge alla legge della Natura.    
      Giampiero M sei affetto da alzheimer e da altre menomazioni.Ti illudi di poter ancora partecipare alla vita attiva perchè come tutti i vecchietti neanche riesci a realizzare se è giorno o notte e pensi di essere sano di mente.Torna a letto a riposarti

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    Non esiste il paradiso, nè il purgatorio nè l'inferno.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • TdC
    Lv 6
    2 mesi fa

    Questo vuol dire che tu stai scrivendo dall'inferno?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.