promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 2 mesi fa

Perchè Dio è chiamato Elohim? ?

11 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    2 mesi fa

    Come mai Elohim non viene tradotto come Dio nel salmo 82 ?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    2 mesi fa

    L'anonimo che ti ha citato il salmo 82 ti ha chiesto come mai Elohim non viene tradotto con Dio ma con giudici   

    Quindi Elohim significa giudici e non Dio in quel passo, chissà perché.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Il sostantivo ebraico ʼelohìm (dèi) sembra derivi da una radice che significa “essere forte”. ʼElohìm è il plurale di ʼelòhah (dio). A volte questo plurale si riferisce a diversi dèi (Ge 31:30, 32; 35:2), ma più spesso è usato come plurale di maestà, dignità o eccellenza. ʼElohìm nelle Scritture è riferito a Dio stesso, ad angeli, a dèi idolatrici (al singolare e al plurale) e anche a uomini.

    Quando si riferisce a Dio, ʼElohìm è usato come plurale di maestà, dignità o eccellenza.  A questo proposito Aaron Ember scrisse: “Che la lingua del vecchio Testamento abbia interamente rinunciato all’idea della pluralità in . . . [ʼElohìm] (quando è riferito all’Iddio d’Israele) è dimostrato specialmente dal fatto che esso si costruisce quasi invariabilmente con un predicato verbale singolare e prende un attributo aggettivale singolare. . . . [ʼElohìm] dev’essere piuttosto spiegato come un plurale intensivo, che denota grandezza e maestà, equivalente a Il grande Dio”.

     The American Journal of Semitic Languages and Literatures.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    Elohim , sebbene plurale, ha un concetto singolare. In ebraico biblico, molte astrazioni singolari sono espresse nella forma plurale, ad esempio rachamim , " compassione " ( Genesi 43:14, Deuteronomio 13:18 ); zekunim , " vecchiaia " (Genesi 21: 2, 37: 3, 44:20 ); n'urim , “ giovinezza ” ( Isaia 54: 6, Salmi 127: 4 ). Chayim "vita"

    Le scritture ebraiche ci insegnano che 'Elohim è un titolo onorifico, che esprime il plurale di maestà, la somma di tutti i poteri della divinità. 

    Il plurale di un sostantivo è talvolta usato per indicare una persona, come segno di onore e distinzione o per enfasi. 

    Purtroppo, per (alcuni) cristiani trinitari (sebbene io non sia un antitrinitario considerando tutta la Bibbia)  non credo possa essere possibile ricorrere a questo termine per tentare di spiegare la natura triplice divina, perché altrimenti si dovrebbe ammettere che anche Mosè (stabilito come dio "elohim" per il faraone) è costituito da una pluralità di persone!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Eloah significa Dio in ebraico (e derivati, a volte anche uomini investiti di cariche o potenze "Divine" sono detti Elohim -ma comunque sempre cose riguardanti il Divino-). Elohim è un plurale (in quel caso, essendo seguito da verbi al singolare, è chiaramente un plurale di astrazione).

    Che Eloha significhi Dio poi, lo si capisce anche dal confronto con altre lingue semitiche (ad es. L'Assiro).

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    è esattamente il contrario:GLI elohim sono chiamati Dio per far passare la storiella del Dio unico, onnionni. Leggendo la bibbia vengono a galla le contraddizioni di siffatte mistificazioni.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    2 mesi fa

    È stato tradotto con dio ma nessuno sa cosa significhi realmente ma non significa dio

    Anche yahwè non sanno se era il suo nome o un esclamazione che facevano quando lo incontravano o vedevano passare con "il suo carro volante o con il suo cherubino (motorkno volante)" 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    Tema tanto dibattuto e il discorso potrebbe essere interminabile. Non essendo una esegeta non potrò fornirti una risposta esauriente, e non è un tema che sto affrontando attualmente.

    In Genesi è effettivamente riportato questo termine usando un verbo al singolare: “In principio, gli dèi (Elohim) CREÒ”.Molti l’hanno interpretato come un pluralis maiestatis ma sono scettica al riguardo. Se leggi tutto l’AT sembrerebbe che si alluda ad una molteplicità di dèi (o presunti tali). In effetti, il monoteismo era un concetto sconosciuto a quei tempi, benché la “supremazia” di YHWH sia evidente sin dalle prime pagine della Torah.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Perché gli ebrei lo chiamavano anche cosi

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    Il titolo “Dio” traduce il termine ebraico ’Elohìm, che qui è un pluralis maiestatis, cioè un plurale che indica maestà e non pluralità di persone. La New Catholic Encyclopedia riconosce che, in casi come quello di Genesi 1:1, il plurale ’Elohìm “è sempre costruito con il verbo al singolare, e questo indica che [...] si tratta di un plurale di eccellenza, non di molteplicità numerica” (seconda edizione, volume 6, pagina 272).

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.