Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 7 mesi fa

Qualcuno puo aiutarmi sulla restaurazione per favore ?

1 risposta

Classificazione
  • 7 mesi fa
    Risposta preferita

    La Restaurazione fu il periodo storico immediatamente successivo alle guerre della Francia repubblicana e napoleonica (1792-1815). Iniziò nel 1814, dopo la prima abdicazione di Napoleone I in seguito alle sconfitte subite a Lipsia (1813) e su altri campi di battaglia, e proseguì con lena ancora maggiore dopo la definitiva disfatta di Waterloo e la seconda abdicazione e l'esilio di Napoleone all'isola di Sant'Elena (1815). La Restaurazione si proponeva di reinsediare sui loro troni tutti i monarchi deposti da Napoleone, secondo il principio di legittimità, di annullare le conquiste della Rivoluzione Francese, di ripristinare l'alleanza fra il trono e l'altare (monarchia assoluta e Chiesa Cattolica od Ortodossa), di compensare alcuni Stati per i danni patiti a seguito delle guerre napoleoniche, in modo da garantire un nuovo e stabile, duraturo equilibrio europeo. Così, il Regno di Prussia ottenne parte del Regno di Sassonia e la Renania; il Regno dei Paesi Bassi comprendeva sia gli ex Paesi Bassi austriaci (attuale Regno del Belgio), sia gli odierni Paesi Bassi e il Lussemburgo; l'Impero d'Austria annesse i territori dell'antica Repubblica di Venezia e istituì il Regno Lombardo-Veneto; l'Impero di Russia, che aveva già annesso la Finlandia (eretta in Granducato), inglobò il Granducato di Varsavia (Polonia del Congresso); il Regno di Sardegna assorbì il territorio della Repubblica di Genova; il Regno di Svezia annesse la Norvegia, tolta al Regno di Danimarca. Lo scopo di questi mutamenti territoriali (molti Stati soppressi dell'ex Sacro Romano Impero non vennero mai più ripristinati; lo stesso Sacro Romano Impero mutò denominazione assumendo quella di Confederazione Germanica) era quello di circondare la Francia monarchica dei Borbone con una costellazione di Stati cuscinetto sufficientemente forti da impedire il rinascere di velleità espansionistiche e quindi lo scoppio di nuove guerre dirette verso l'Italia e la Germania. Per tutelare il nuovo assetto geopolitico scaturito dal Congresso di Vienna (1814-1815) lo zar Alessandro I di Russia propose il progetto di una Santa Alleanza reazionaria, che avrebbe dovuto vigilare sul mantenimento dell'ordine costituito e della pace in Europa reprimendo sul nascere eventuali moti rivoluzionari e liberali. La Santa Alleanza comprendeva gli Imperi di Russia e d'Austria, il Regno di Prussia e, in una prima fase, anche il Regno di Francia e il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda (che poi se ne defilarono nel 1830-1831).     

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.