Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 7 mesi fa

Come dovrei comportarmi?

Non ho altro contatto umano 24 ore su 24 se non con mia madre, da mesi e non solo da quando è iniziata la quarantena. Già questo basterebbe a fare impazzire chiunque, ma se ci aggiungiamo che vengo trattata come una bambina ritardata di quattro anni, rimproverata ad ogni passo anche con scuse che si cerca lei... Praticamente non riesco a fare altro che urlarle addosso, perché mi rendo conto di tutto quello che fa. Fra l'altro ci sono motivi di rancore e rabbia repressi - in pratica dopo avermi demolito la salute e la vita buttandomi a destra e manca fra una clinica psichiatrica e l'altra in tutta Italia per 10 anni, ha cominciato ad avere repulsione per me e ad "odiarmi" perché non ce la facevo con tutto quello stress a "guarire" come voleva lei (qui un'altra scusa per dire che la colpa è mia che non mi impegno ad "uscirne", perché dovete sapere che la colpa è sempre mia). Sapendo tutto ciò, sono sempre coi nervi a fior di pelle, certi momenti anche la ammazzerei, e se non fossi meno matta di quanto pensa lei suppongo mi rovinerei la vita per sempre

1 risposta

Classificazione
  • 7 mesi fa
    Risposta preferita

    Ho una situazione particolare simile alla tua. Purtroppo i rapporti umani per la gran parte delle volte non sono piacevoli, spesso sono proprio relazioni tossiche, come quella che c'è tra te e tua madre. Raramente si trova qualcuno che porta qualcosa di buono alle nostre vite. Come mai tua madre, da circa 10 anni, ti porta in giro per l'Italia tra le varie cliniche psichiatriche? Non è che per caso sta cercando di curare malesseri che lei per prima ti ha procurato? Non hai avuto modo di farti degli amici, anche uno particolarmente stretto, nella tua esistenza? Quanti anni hai? Non spieghi bene la tua situazione e viene difficile darti dei consigli utili per uscire da questo disagio...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.