Federica ha chiesto in Scienze socialiEconomia · 9 mesi fa

Esercizi di economia aziendale?

Indica se le seguenti affermazioni sono vere o false

1. L’aspetto economico prende in considerazione unicamente i costi e i ricavi

2. Tutti i costi e i ricavi di un esercizio sono di competenza economica dello stesso.

3. I costi e i ricavi sono rispettivamente misurati da uscite e entrate monetarie.

4. Con le operazioni di rettifica si stornano dalla contabilità di un esercizio quote di costi

e ricavI

5. Le operazioni di rettifica e completamento si effettuano l’1/01 di ogni anno.

6. Le rimanenze di magazzino di un esercizio dovranno essere utilizzate nel processo

produttivo dell’esercizio successivo.

7. Il fondo ammortamento attrezzature di cucina sta fra le passività ma non è un debito

bensì una rettifica di valore dell’attivo.

8. Il risconto è una quota di costo o di ricavo da rinviare al futuro esercizio.

9. I risconti passivi sono quote di costi che non sono ancora maturati nell’esercizio.

10. Su un costo posticipato al 31/12 si calcola un rateo passivo per la quota maturata.

11. I ratei attivi sono ricavi, i risconti passivi costi.

12. Con le operazioni di integrazione si inseriscono nella competenza dell’esercizio solo componenti positivi di reddito.

1 risposta

Classificazione
  • 9 mesi fa
    Risposta preferita

    1. VERO. Il principio di competenza economica afferma che prevale la manifestazione economica dell'evento legato al costo/ricavo e non la sua corrispondente manifestazione finanziaria legata all'uscita/entrata di denaro.

    2. FALSO. Non sempre. Le scritture di assestamento servono proprio a determinare la corretta competenza di un costo/ricavo nell'esercizio.

    3. FALSO. Vero ma non sempre. Beh, direi di sì. D'altronde, sebbene qualsiasi costo/ricavo deve trovare la sua corrispondenza rispettivamente in un'uscita/entrata di denaro, tuttavia non possiamo non tenere conto di eventuali rettifiche/storni di costo e ricavo, dovuti a sconti, resi, abbuoni e premi.

    4. VERO. Esempio? I risconti. I risconti rappresentano quote di costi [risconti attivi] e di ricavi [risconti passivi] ANTICIPATI, ovvero hanno avuto manifestazione finanziaria anticipata ma una quota parte di essi sono di competenza degli esercizi successivi.

    5. NEGATIVO. Le operazioni di rettifica e completamento, assieme a quelle di integrazione e ammortamento, rientrano tra le scritture di assestamento da effettuarsi al 31/12 (dell'esercizio in chiusura).

    6. AFFERMATIVO. Le RF sono costi sospesi. Prodotti invenduti in pratica.

    7. VERO. Tutti i fondi ammortamento rientrano tra le scritture di assestamento al 31/12. L'ammortamento è quel processo economico-contabile atto a ripartire il costo di un bene sulla base del numero di anni di vita utile del cespite. NON è un debito ma va nel passivo ma non necessariamente. In quanto è possibile inserire i f. di amm. to anche a diretta riduzione dell'importo del cespite cui si riferisce, direttamente in attivo dello Stato Patrimoniale. 

    8. NATURALMENTE, VERO.

    9. FALSO, FALSO, FALSO. I risconti passivi sono dei ricavi comuni a due esercizi, a cavallo in pratica. I risconti rientrano tra le scritture di rettifica. Hanno manifestazione finanziaria anticipata ma economica comune a più esercizi, poiché solo in parte di competenza dell'esercizio in chiusura.

    10. YES. I ratei sono l'opposto dei risconti. Scritture di integrazione, hanno manifestazione finanziaria POSTICIPATA. 

    11. FALSO che di più FALSO non si può ;-). I ratei attivi sono ricavi. I risconti passivi sono anch'essi dei ricavi. 

    12. FALSO. E perché solo componenti positivi di reddito? Eheh. No, no. Falso.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.