Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 1 anno fa

Secondo voi oggi la mentalità è cambiata così tanto rispetto a quella esistente nel fascismo?

Durante il fascismo non erano ben accettati gli ebrei, i disabili, gli omosessuali e comunque qualsiasi categoria di persone ritenute inferiori.

Oggi secondo voi è cambiata così tanto la situazione?

Cosa succedeva ad una persona se era sia ebrea che disabile?

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    1 anno fa
    Risposta preferita

    Intanto non è proprio vero che durante il fascismo ebrei, disabili ed omosessuali non erano accettati, se guardiamo la situazione globale del mondo di allora. 

    È curioso notare come oggi si associ l'essere "contro" ad alcune categorie di persone ad una mentalità fascista, tuttavia storicamente non era proprio così. 

    Nei diari di Stalin, perdonami ma non ricordo esattamente la pagina, si dice pressapoco così: "la Russia non si piegherà mai a diventare come l'Italia, dove l'omosessualità dilaga a causa del fascismo, noi eviteremo di contenere questa attività contro natura che mal influenza il nostro concetto di famiglia". 

    Non proprio parole concilianti, eppure no, non arrivano dalla destra né dai cristiani. 

    Ci trovano molte fonti con dati alla mano riguardo alle persecuzioni di forze politiche diverse dal fascismo (nel quale peraltro vi erano tanti omosessuali per cui piuttosto si preferiva insabbiare. Non sono mancate le persecuzioni, certo, ma contestualizzate al periodo non erano così rilevanti, per quanto siamo tutti d'accordo che sia sbagliato in ogni caso). 

    Ho fatto un esempio ma vale anche per le altre categorie citate: attenzione ai parallelismi storici, è una porzione di storia troppo recente di cui si sa ancora troppo poco. 

    Con ciò non giustifico il fascismo, fu una dittatura e le dittature non vanno mai esaltate. Cerco di condividere i dati di cui sono a conoscenza per dare un quadro ampio, sperando di non aver scritto errori. 

    Ad ogni modo, credo che cambino gli attori ma le scene restino le stesse: dobbiamo stare in guardia, imparare a discutere e tenere gli occhi aperti, poiché disuguaglianze e discriminazioni possono giungere da chiunque e verso chiunque. 

    Personalmente, ritengo imprescindibile il diritto di ciascuno ad essere rispettato, amato e con le stesse opportunità lavorative e sociali (nonché gli stessi doveri) di tutti. Sul resto mi piace mettermi in discussione pacatamente. 

    Ps. : ascolta ciò che dice Pasolini sul fascismo, lo trovo illuminante :) 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.