Nonna deceduta, banca ingorda.?

Salve, 

Mia nonna è deceduta a novembre.Avevamo appuntamento a fine marzo (la prima data disponibile) per  la successione, ma con questo coronavirus se ne riparla a fine giugno. Il direttore della banca ha precisato che per i primi 3 mesi si sarebbero occupati loro delle spese (luce, gas). A gennaio mi arrivano i solleciti di pagamento dall’enel e da vivigas. Sono andata in banca a chiedere spiegazioni e si sono giustificati dicendo che la banca non era tenuta a offrire il servizio (era stato proprio il direttore a dirci di non preoccuparci delle spese per i primi 3 mesi!)Quando è arrivata la lettera del resoconto ho notato che i soldi sono diminuiti di 100€ perché ogni mese le vengono scalati 20€.Ho chiamato il direttore e mi ha spiegato che il conto è si congelato, ma ciò non significa che lo siano anche le spese di amministrazione. Amministrazione che è venuta a mancare sin da subito.Inoltre, sapendo che dal notaio potrò andare solo dopo luglio (e non per causa mia) fino ad allora, il conto continuerà a diminuire.Ho provato ad informarmi se ci sono leggi che sostengono la continuità delle spese quando un conto è congelato ma non ho trovato nulla. In caso, a chi è meglio rivolgersi per un reclamo?Ovviamente banca e moralita sono due opposti, ma è possibile che usino un momento così delicato per approfittarsene? Posso, una volta diventata l’erede ufficiale e quindi intestataria del conto, contestare queste spese di “amministrazione”? Ringrazio anticipatamente

4 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    guarda, mia nonna è morta, mia zia che aveva il conto cointestato, gli hanno fatto storia per ritirare la sua parte (di mia nonna), mentre quella di mia zia, l'ha potuta prelevare subito, e bene che ha fatto.  La banca se tu glielo chiedi, è tenuta a pagarti per legge le bollette, ed eventuali more se è responsabile pure di queste. Puoi informarti telefonicamente col notaio o un avvocato. Per il resto mi spiace ma non so. Le banche come tutte le aziende e negozi, si sono approfittati di questa situazione, perfino i supermercati hanno aumentato i prezzi, invece di abbassarli

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Fre81
    Lv 7
    2 mesi fa

    concordo con gundagai, una bella lettera di un'avvocato magari già adesso con scritto tutto, compreso i vistosi ammanchi per tenuta conto..... che poi bisogna vedere quanto trattenevano prima della dipartita e come mai dopo si sono alzati i costi in un conto bloccato quindi senza particolari operazioni se non bollette, automatiche che non sono state pagate (giusto?)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 2 mesi fa

    fermo il principio che ogni servizio costa e, in una certa misura, è giusto che venga retribuito, se osservi che ci sia qualche ammanco di un certo spessore, affida la posizione ad uno Studio Legale e levagli anche i peli del sedere

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • clara
    Lv 6
    2 mesi fa

    Situazione MOLTO ma MOLTO insolita.

    Potrei sapere di quale banca si tratta?

    Ti consiglio di rivolgerti ad un avvocato perché non è assolutamente normale che si freghino 20 euro al mese di canone bancario!

    E al più presto!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.