Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 4 mesi fa

Cosa? Un buddista deve leggere le scritture sacre, come i cristiani, per salvarsi?

5 risposte

Classificazione
  • 4 mesi fa
    Risposta preferita

    No, non è necessario. 

    Per un buddhista il fine è l'esclusivo abbandono del desiderio che causa ogni tipo di dolore e il raggiungimento della perfetta illuminazione (Bodhisattva) e quindi il definitivo Nirvana (liberazione e completa cessazione della sofferenza).

  • Anonimo
    4 mesi fa

    No non ne ha bisogno. Nel buddismo non esiste neanche una verità oggettiva da cercare. La verità è quello che è vero per te.

    Deve semplicemente isolarsi da tutto, cercare la pace interiore, farsi i cavoli suoi su tutto... se vede uno che sta morendo di fame deve semplicemente continuare a meditare e seguire la sua pace interiore... la carità non esiste nel buddismo. Bisogna rilassarsi e cercare una via di mezzo adatta al proprio stato di vita

  • Priest
    Lv 5
    4 mesi fa

    Devi essere buono

  • 4 mesi fa

    Per NON salvarsi, secondo il cristianesimo, è richiesto un rifiuto consapevole e deliberato della grazia di Dio in Cristo. Se ad un buddista questo messaggio non è arrivato o è arrivato in modo parziale o incompleto, e nel frattempo compie buone azioni dovrebbe comunque avere posto in paradiso. In linea generale penso che le cose stiano così, ma ogni singolo caso poi è diverso e si sa che i nostri giudizi possono (non raramente) non corrispondere a quelli "divini"

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 mesi fa

    Salvarsi da che, dalla vostra demenza? L'unico modo è la legittima difesa.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.