Domanda di religone?

Perche gli ebrei nel mentre che aspettavano che Mose tornasse dal Monte Sinai si misero ad adorare un vitello d'oro? Ma sono stupidi o cosa? Se a quel tempo c'era un dio che appariva sempre come ***** facevano a non credere in lui?

13 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa

    Se mi permetti non vorrei soffermarmi sulla storia come descritta, ma sul significato che ha.

    Un significato è che non è vedere segni e prodigi, come quelli che il popolo di Israele ebbe modo di vedere prima di lasciare l'Egitto e durante tutto l'esodo, che mantiene vicini alla verità ed a Dio. 

    L'altro è che la mancanza tra il popolo di Dio, che sia tra gli allora Ebrei o oggi tra i Cristiani, di un Profeta vivente che riceve rivelazione da Dio e la comunica agli uomini porta alla apostasia, cioè all'allontanamento dalla verità, in quel caso portò all'adorazione di un idolo.

    Vero è che anche Aaronne commise un errore, vero è che Dio perdonò nonostante, ma la prima legge ricevuta da Mosè, le prime tavole, furono distrutte poichè gli Ebrei si dimostrarono non pronti per quella legge e ne ricevettero una inferiore più adatta alla loro durezza (i 10 Comandamenti) che conosciamo come la legge di Mosè che Gesù compì durante la sua Missione sulla terra. 

    Dio ha sempre comunicato con gli uomini tramite Profeti, che ricevono la Sua parola e la fanno conoscere a tutti coloro che sono alla loro portata  insegnandola direttamente e ai posteri scrivendola; ed è così che nasce la Sacra Scrittura.

    Amos 3:7

    "Poiché il Signore, l'Eterno, non fa nulla, senza rivelare il suo segreto ai suoi servi, i profeti." 

    2Pietro 1:21

    "poiché non è dalla volontà dell'uomo che venne mai alcuna profezia, ma degli uomini hanno parlato da parte di Dio, perché sospinti dallo Spirito Santo." 

    Tale procedimento era valido ai tempi di Adamo ed Eva, lo è stato ai tempi di Noè e dei Patriarchi dell'Antico Testamento, per tutti i Profeti di cui abbiamo gli scritti, e lo è anche oggi, poichè Dio non cambia.

    Infatti Paolo spiega in una lettera agli Efesini su cosa è basata la Chiesa di Gesù Cristo e come Gesù stesso l'ha organizzata:

    Efesini 2:19-20

    Voi dunque non siete più né forestieri né avventizî; ma siete concittadini dei santi e membri della famiglia di Dio, essendo stati edificati sul fondamento degli apostoli e de' profeti, essendo Cristo Gesù stesso la pietra angolare.

    Efesini 4:5-14

    V'è un solo Signore, una sola fede, un solo battesimo, 6 un Dio unico e Padre di tutti, che è sopra tutti, fra tutti ed in tutti. 7 Ma a ciascun di noi la grazia è stata data secondo la misura del dono largito da Cristo. [...]

    Ed è lui che ha dato gli uni, come apostoli; gli altri, come profeti; gli altri, come evangelisti; gli altri, come pastori e dottori, per il perfezionamento dei santi, per l'opera del ministerio, per la edificazione del corpo di Cristo, finché tutti siamo arrivati all'unità della fede e della piena conoscenza del Figliuol di Dio, allo stato d'uomini fatti, all'altezza della statura perfetta di Cristo; affinché non siamo più de' bambini, sballottati e portati qua e là da ogni vento di dottrina, per la frode degli uomini, per l'astuzia loro nelle arti seduttrici dell'errore. 

    Quando tra il popolo di Dio manca un Profeta, manca l'autorità data da Dio Padre alla Sua Chiesa, la frode degli uomini, gli inganni, le astuzie delle arti seduttrici delle false credenze per lo più ispirate da chi da sempre vuole contrastare il piano di Dio per la salvezza dei Suoi figli, prendono il sopravvento.

    Ti meravigli che gli Israeliti che mangiavano la manna nel desero, che viaggiavano guidati da una colonna di fuoco, i cui figli furono risparmiati perchè posero sulle architravi delle loro porte il sangue dell'agnello si abbandonarono a un falso idolo?

    Nemmeno la presenta tra loro del Messia i miracoli che compiva, gli insegnamenti e l'esempio che dava, bastarono a chi aveva fatto del proprio potere politico e religioso, (parlo di Caifa e del Sinedio e scribi e farisei a loro associati) un dio, il proprio idolo, come fosse un vitello d'oro.

    E oggi non è diverso, il mondo, anche quello cristiano segue i propri idoli, denaro, sessò, potere, successo, la scienza, uno o un atro dei capi delle chiese apostate e settarie, alcuni adorano addirittura la propria personale filosofia o la propria personale interpretazione delle scritture, anziche cercare di avere un contatto personale con Dio Padre Eterno rivolgersi a Lui e nessun altro, adorare Lui e nessun altro, venerare Lui e nessun altro.

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Secondo la legge del libero arbitrio abbiamo la facoltà di scergliere, ma non di determinare le conseguenze delle nostre scelte.
      Esempio: Io sono libero, in un certo senso, nonostante la legge e l'etica, di matrattare la mia donna, ma non posso lamentarmi se lei mi molla e mi denuncia per molestie.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Bisogna vivere certe situazione per poterle valutare obiettivamente.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Fu un esempio lampante di falsificazione che mirava a far scomparire i riti originali e sostituirli con desideri.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Semplicemente quegli israeliti si stancarono di aspettare che Mosè tornasse dal monte Sinai, pertanto chiesero ad Aronne di fare per loro un dio.

    Il problema non era la loro vista fisica, ma quella spirituale.

    Vedevano ancora la rappresentazione della potenza di Dio in mezzo a loro, la colonna di funo di giorno e di fuoco di notte erano in un settore dell'accampamento, ma non ne riconoscevano più il significato.

    Quante persone ancora oggi dicono di voler VEDERE per credere, ma vedere non significa riporre fede.

    La dimostrazione più grande l'abbiamo avuta poi millenni dopo con la messa al palo di Cristo stesso, eppure quanti miracoli aveva fatto.

    Pe vedere Dio, dobbiamo conoscerlo, studiare la sua parola e imparare ad amarlo, solo allora non imiteremo gli Ebrei

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 mese fa

    APPUNTO!!! Comunque il vitello era il simbolo di un altro elohim probabilmente egizio.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    Gli ebrei sono di dura cervice, dice la bibbia. Molti, con l'andare del tempo,  avevano dimenticato il Dio di Giacobbe e avevano conosciuto le divinità pagane egizie. Questo fatto accade continuamente ed è il motivo che giustifica le punizioni divine. Perfino Salomone, con la sua sapienza, per una donna lascerà che si abbraccino divinità straniere. E Gedeone? Sarà chiamato a difendere il Signore , a spezzare gli altari sulle alture dove gli ebrei celebravano ad altre divinità.

    • E che ***** allora non c'è la libertà religiosa, cioè se voleva credere in ra erano ***** suoi no?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Quando Dio apparve sul monte Sinai, tutto il monte era incendiato....e siccome Mosé non scendeva da molto tempo, pensavano fosse morto.

    Di conseguenza, gli israeliti si costruirono un idolo credendo che fosse stato quello ad averli liberati....si costruirono una loro religione perversa.......

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Gli ebrei non vedevano Dio, glielo testimoniava Mosè il cui età l'unico a comunicare con lui. 

    Gli ebrei erano "un popolo di dura cervice" e andavano un po' dove tirava il vento. 

    Mosè tardava a scendere dal monte e credendolo morto si affidarono al fuoco da cui uscì l'idolo che avevano richiesto 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Si tratta di Midrash. E il Midrash, sebbene non sia escluso che possa partire da un fatto reale, è una storia inventata/modificata per veicolare un significato.

    @Ripeto che si tratta di un Midrash, dunque non di un racconto storiografico. E il Midrash cerca di insegnare qualcosa... un po' come il nostro mito.

    • Come Dio comunque 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • TdC
    Lv 6
    1 mese fa

    perchè pure il vitello fu fatto per tramite di un miracolo.

    E' facile giudicare le cose oggi, senza averle vissute in prima persone.

    • ...Mostra tutti i contatti
    • TdC
      Lv 6
      1 mese faSegnala

      un miracolo, cioè una opera sovraumana che per quelli che lo hanno voluta, convinti da chi l'ha convinti, poteva sembrare opera di Dio.

      E tu pensi che un uomo nel dseserto, senza arte ne parte, tira fuori dai loro gioielli un vitello cosi tanto perfetto da essere degnato della loro adorazione?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.