Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 5 mesi fa

Sono certo che mio padre preferirebbe avere pure un figlio barbone martoriato dalla tossicodipendenza piuttosto che uno come me?

Aggiornamento:

Perché in fin dei conti il tossico vagabondo in genere conduce comunque, con un certo tipo di autonomia, una vita propria, seppur degradante... si fa i fatti suoi, ha il suo giro, esiste. Io invece esisto e vivo molto meno di un tossico. Per lui sarebbe più facile spiegare la vita di un figlio drogato che la vita che conduco io. Sarà umiliante, poverino, mi vergogno di me stesso anche se di colpe ne ho poche.

Aggiornamento 2:

La mia colpa sta nell'essermi svegliato (parzialmente) troppo tardi. Sta in un suicidio fallito e nella mancanza di determinazione attuale nel metterlo in atto di nuovo seriamente. Un'azione che genererebbe un dolore acuto momentaneo ma che porterebbe poi via con sé un dolore cronico e invalidante. Toglierebbe finalmente un peso morto, una vergogna, dalle spalle dei miei familiari

5 risposte

Classificazione
  • 5 mesi fa
    Risposta preferita

    Quindi sei inferiore a un barbone drogato?

  • 5 mesi fa

    Addirittura! E quali sarebbero le tue “colpe”?

  • 5 mesi fa

    Ciao, non ci credo....possibile che tu faccia una dichiarazione del genere ? per fare una dichiarazione del genere, significa che non esiste un rapporto tra padre e figlio. Cosa manca in questa tua famiglia e perché preferirebbe a te un tossico o un barbone ?

  • 5 mesi fa

    Sono certo di no e che ti vuoi far compiangere.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Fish
    Lv 7
    5 mesi fa

    È difficile entrare nel cuore di un padre.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.