Credete nella reincarnazione?

Voi credete nella reincarnazione cioè il passaggio di un'anima di un altra persona su un altro corpo dopo ???? Se ci credete, la reincarnazione può avvenire anche tramite una persona morta tanti anni fa???

22 risposte

Classificazione
  • Credo che ci sta qualcosa ma non reincarnazione.... credo all'idea che lo spirito torna nel corpo e risorge ma non credo prenda "un altro" corpo. Non baso il mio ragionamento su una dottrina perché non seguo nessuna dottrina e non ho mai letto un testo sacro eccetto un pezzo di vangelo che parlava della creazione e del serpente che tenta eva ma neanche ricordo che vangelo era. Ricordo solo che stava all'inizio. Nella mia riflessione non vedo sensato in fatto che lo spirito prenda un altro corpo vedo piu sensata l'idea che riprende il corpo precedente ristrutturato da Dio

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Lo Spirito dell'uomo/donna è eterno, esisteva prima di nascere ed esiterà dopo la morte.

    Prima di nascere vivevamo alla presenza del nostro Padre nei cieli, insieme ad altri Spiriti come noi, abbiamo imparato molte cose ed siamo progrediti fino ad un certo punto, ma solo nascendo sulla terra da due genitori terreni, possiamo incarnarci in un corpo fisico e posiamo fare altre esperienze per progredire ulteriormente.

    Nasciamo dimentichi della nostra vita pre-terrena, o non vivremmo per fede sapremmo tutto del Padre Celeste, di Gesù Cristo dello scopo del Piano di Dio e delle leggi eterne su cui è fondato.

    Siamo qui, per alcune ragioni tra le quali essere messi alla prova, vedere se confermeremo le scelte fatte prima di questa vita, se adempiremo ai propositi che avevamo e ai compiti per cui siamo stati preparati.

    A tutti infatti sono dati talenti e capacità, ognuno ha proprie peculiari caratteristiche, un suo proprio carattere, anche tra figli nati dagli stessi genitori.

    Romani 8:16

    Lo Spirito stesso attesta insieme col nostro spirito, che siamo figliuoli di Dio;

    Zaccaria 12:1

    Parola dell'Eterno che ha disteso i cieli e fondata la terra, e che ha formato lo spirito dell'uomo dentro di lui:

    Geremia 1:4-5

    4 La parola dell'Eterno mi fu rivolta, dicendo: 5 'Prima ch'io ti avessi formato nel seno di tua madre, io t'ho conosciuto; e prima che tu uscissi dal suo seno, io t'ho consacrato e t'ho costituito profeta delle nazioni'.

    Al termine della nostra vita terrena il nostro corpo muore, i resti del nostro corpo tornano a a far parte degli elementi primari della terra, ma il nostro spirito vive in attesa della resurrezione del nostro corpo che verra ricostituito, perfetto e privo di infermità, malattie, disabilità.

    1Corinzi 15:42

    Così pure della risurrezione de' morti. Il corpo è seminato corruttibile, e risuscita incorruttibile;

    Neppure un capello andrà perduto, noi saremo nuovamente un anima vivente

    l'insieme di corpo e spirito. 

    Genesi 2:7 

    E l'Eterno Iddio formò l'uomo dalla polvere della terra, gli soffiò nelle narici un alito vitale, e l'uomo divenne un'ANIMA VIVENTE. (alcuni usano la parola anima per indicare lo spirito dell'uomo, ma non è la corretta definizione)

    Il nostro spirito ha la forma adulta del nostro corpo, ad ogni spirito corrisponde un corpo, non ci si incarna nel corpo di altri o in altri corpi, il "genere" è definito prima di nascere, si nasce di genere maschile o femminile,

    Genesi 1:27

    E Dio creò l'uomo a sua immagine; lo creò a immagine di Dio; li creò maschio e femmina.

     

    tantomeno ci si incarna in corpi di animali poiche essi sono CREATURE di Dio e non FIGLI spirituali di Dio. (non per questo l'uomo ha il diritto di maltrattarli, sono un Animalista, fondatore di una sezione dell' M.A.- L.e.i.d.a.a.) 

    Come si spiegano allora certi ricordi o sensazioni che affiorano alla nostra mente?

    Noi abbiamo visto come in un trailer la nostra vita, la cui trama poi possiamo modificare tramite le scelte libere che facciamo, e questo ricordo ritorna e ci dà quell' impresione di aver già vissuto quella scena, abbiamo visto anche la vita di altri, soprattutto le persone che ci sono più affini. perchè eravamo molto vicini a loro nel "Mondo degli Spiriti". 

    Pertanto non credo nella reincarnazionne, so che non c'è reincarnazione, 

    ma che tutti risorgeremo grazie alla resurrezione di Gesù Cristo. 

    • Se vuoi conoscere cosa avviene e dove vanno gli Spiriti tra la morte e la resurrezione, fai una domanda specifica e la risponderò certamente. 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    No. Per il semplice fatto che se esistesse la reincarnazione, dovrebbero esserci sempre lo stesso numero di anime. 300 anni fa eravamo 700 milioni ora siamo 10 volte tanto. Inoltre la reincarnazione non avrebbe senso. Tutto ha un senso Nell universo, e reincarnarsi continuamente dimenticando le esperienze fatte nella vita precedente non ha senso. 

    Ripeto e aggiorno, le argomentazioni degli gnostici  qui sotto non hanno senso. Se la gnosi è un "progredire" verso l illuminazione attraverso molte vite, Non ha senso che ci venga tolta memoria della vita precedente tornando punto accapo.  In più Gesù non ha MAI parlato della reincarnazione e basta leggere il vangelo per capirlo. 

  • Anonimo
    1 mese fa

    No.                             

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 mese fa

    Non ci credo......

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    Non escludo questa ipotesi. Anche se non ci sono prove che avvenga tutto ciò.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Io sì            

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    Io pratico la gnosi e non credo alla reincarnazione intesa nel senso che l'anima prende un corpo diverso ma credo che ritorni nello stesso corpo. Credo che l'anima vive nel paradiso dopo la morte del corpo e poi con risurrezione ritorno nel corpo. Lo dice la Bibbia e anche il libro di Mormon.

    2Corinzi 5,6-8

    "Così, dunque, siamo sempre pieni di fiducia e sapendo che finché abitiamo nel corpo siamo in esilio lontano dal Signore, 7 camminiamo nella fede e non ancora in visione. 8 Siamo pieni di fiducia e preferiamo andare in ESILIO DAL CORPO ed abitare presso il Signore"

    Alma 40,11-13.18

    11 Ora, riguardo alla condizione dell’anima fra la morte e la risurrezione — ecco che mi è stato reso noto da un angelo che gli spiriti di tutti gli uomini, appena hanno lasciato questo corpo mortale, sì, gli spiriti di tutti gli uomini, siano essi buoni o cattivi, sono ricondotti a quel Dio che diede loro la vita.12 E allora avverrà che gli spiriti di coloro che sono giusti saranno ricevuti in una condizione di felicità, che è chiamata paradiso, una condizione di riposo, una condizione di pace, dove si riposeranno da tutte le loro afflizioni, da tutte le preoccupazioni e dolori.13 E poi avverrà che gli spiriti dei malvagi, sì, che sono cattivi — poiché ecco, essi non hanno né parte né porzione alcuna dello Spirito del Signore, poiché ecco, essi scelsero le opere del male piuttosto che del bene: perciò lo spirito del diavolo entrò in loro e prese possesso della loro casa — e questi saranno scacciati nelle tenebre di fuori; là vi saranno pianti, lamenti e stridor di denti, e ciò a causa delle loro iniquità, essendo condotti prigionieri dalla volontà del diavolo.18 Ecco, io ti dico: No; ma si intende la riunione dell'ANIMA col CORPO di coloro che sono vissuti dai giorni di Adamo fino alla risurrezione di Cristo.

    Non credo nella reincarnazione ma nella risurrezione quando la nostra anima entrerà di nuovo nel corpo. Saremo divinizzati ed entreremo nel Regno, saremo ricondotti all'Uno

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    No, se esiste un anima che esce dal corpo sicuramente ci può essere una risurrezione, senza che si debba cambiare corpo.

    Poi comunque se la vita nasce al momento del concepimento, come fa un anima di un morto a inserirsi nel nuovo nascituro proprio al momento del concepimento?

    E contando che adesso ci sono più persone, tutte quelle nuove anime da dove saltano fuori?

    Non mi convince, sono cristiano e credo nella resurrezione, che è la cosa più logica cosiderando che Dio può tutto.

    • Ti sfugge il significato perché la reincarnazione è legata al concetto di preesistenza dell'anima (come ha specificato Marco Tripoli), che è e rimane una e unica, nella sua assoluta unicità, ma che ha bisogno di un corpo fisico per reincarnarsi.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    Ci sono dei momenti in cui qualcosa, un suono, un profumo, una persona possono risvegliare ricordi antichi, memorie di reincarnazione o dejavu.

    Secondo i teorici, vi sono due possibilità alla base di tali rimemebranze: una pratica assidua volta a conoscerle di tipo esoterico (meditazione); l'altra inerente a traumi o momenti particolari della vita, causati da pressioni psicologiche, che possono far accadere il fenomeno.

    È vero, secondo i teorici Yogici e teosofici, che l'anima e animus (Carl. G. Jung) sono parti complementari dello stesso individuo.

    Di conseguenza, un uomo può riencarnarsi nel corpo di una donna e viceversa. Questo in virtù del fatto che certe dottrine sostengano che l'essere spirituale debba vivere le esperienze materiali necessarie per reintegrarsi con l'Assoluto o Dio.

    A me capita talvolta di avvertire quelle che il poeta Baudelaire definì "corrispondenze": ricordi e sensazioni indescrivibili, che sfuggono al raziocinio, manifestandosi in sensazioni fisiche e psichiche positive.

    Si possono compiere delle ricerche attraverso le attitudini sviluppate in questa vita e risalire a quelle precedenti.

    Ad esempio, nel mio caso ricordo (sono sensazioni) almeno due momenti o vite: nella prima ero nel Medioevo o in età umanistica, pur essendo un nobile e religioso, non disdegnavo la ricerca esoterica e la vita di corte; nell'altra ho vissuto il periodo del Ventennio ed ero un funzionario statale o un impiegato, molto onesto e illuso dell'ideologia che si viveva in quel periodo storico.

    Tuttavia, scrivo solo questo, per non sembrare troppo azzardato e fantasioso.

    Proseguendo il discorso, i legami karmici possono essere positivi o negativi. Bisogna vedere cosa ha interrotto il collegamento tra le due persone e quali ricordi ne possono scaturire.

    Nel Buddismo vien detto che ogni spirito sarà "padre e madre e figlio" di un altro spirito nel susseguirsi delle reincaranzioni.

    È un bel messaggio di pace e speranza. Inoltre indicherebbe come necessario cambiare sessualità durante le reincarnazione, anche se io spero di no.

    Un altro elemento potrebbe essere costituito dal tipo di esperienza karmica.

    Ad esempio, se una donna ha usato la propria bellezza per compiere atti di crudeltà sugli uomini, potrebbe rinascere uomo e patire a sua volta le medesime sofferenze, per giungere alla comprensione del male che ha esercitato nella vita precedente.

    La legge del Karma quindi preserva il fenomeno di causa ed effetto, riconducendo le cose, attraverso episodi ed esperienze interiori ed esteriori, all'equilibrio.

    Buona ricerca! 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.