Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 5 mesi fa

I Cristiani Ortodossi sono davvero fratelli dei Cattolici?

Direi di no. Per quale motivo dovremmo accettare come fratelli gente che ha cambiato le leggi della Chiesa, arrivando a dichiarare Pietro superiore agli altri Apostoli? Non solo, diversi Cristiani Ortodossi sono morti per mano del Papato e la Falsa Chiesa non ha mai chiesto scusa per questo. Quindi spiacente, ma io non vi accetterò mai come fratelli se non vi convertite.

7 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    5 mesi fa
    Risposta preferita

    Se ci fosse piena comunione non ci sarebbe nessuna divisione, non avrebbe senso. Se esistono tante chiese/confessioni religiose nel cristianesimo, è proprio perché ogni realtà religiosa ha interpretato la Bibbia a modo proprio, affermando di essere nel giusto e di avere "la pienezza della Verità"; di conseguenza, è chiaro che coloro che hanno idee diverse sono nel torto. Questo atteggiamento "esclusivo", che tende cioè ad escludere gli altri, è cio' che frena il cosiddetto "ecumenismo" e la fantomatica "unità dei cristiani", che non ci sarà mai.

  • Anonimo
    5 mesi fa

    Beh, l’unica conversione possibile sarebbe il credere davvero in Gesù. La dottrina è un po’ diversa, ma ad esempio, nella Trinità ci credono anche i Cattolici. E poi le lotte fra Cristiani chiedendo scuse per colpe passate, per quanto probabilmente dovute, non hanno senso. È come se un ateo pretendesse scuse da un ateo i cui avi hanno ridotto in schiavitù e torturato, la famiglia dell’altro, e dover scusarsi perché era un comportamento poco ( o tanto, per far contenti chi dice che gli atei sono il male) ateo. Non si deve legare l’ideologia in queste cose. E il mio esempio ne dimostra l’assurdità. È l’essere umano ciò che conta. Per cui da bravo, ri-dichiara i cattolici tuoi fratelli e non rompere gli zebedei! 

  • 5 mesi fa

    Cristiani Ortodossi e Cattolici condividono molte credenze sul piano teologico e dottrinale. Per esempio, riconoscono che nel pane e nel vino consacrati dal sacerdote sono realmente presenti il Corpo e il Sangue di Gesù Cristo; venerano la Vergine Santissima, Maria Madre di Dio, e i santi; credono nel Purgatorio (che gli Ortodossi chiamano "Inferno temporaneo"). Vi sono però anche molti punti di dissenso: tra questi il mancato riconoscimento del primato petrino del Papa come Vescovo di Roma, che non è stato dichiarato da un Romano Pontefice ma da Cristo stesso ("Tu sei Pietro, e su questa pietra fonderò la mia Chiesa, e le porte degli Inferi non prevarranno contro di essa"); la controversia sul Filioque; l'usurpazione del titolo di Patriarca Ecumenico da parte dell'arcivescovo di Costantinopoli; l'uso degli azzimi (ostie) al posto del pane lievitato nella Chiesa Cattolica. La Chiesa Cattolica ha chiesto più volte scusa per i crimini commessi da alcuni suoi membri nel corso dei secoli contro Ortodossi, Ebrei e musulmani. Tuttavia, non posso sentirmi personalmente responsabile per il sacco di Costantinopoli nel 1204 o per altri eventi precedenti o successivi. Questo non ha alcun senso.      

  • Anonimo
    5 mesi fa

    Hanno quasi tutto in comune, si sono separati per motivi politici, ma la religione è  la stessa.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 5 mesi fa

    e adesso un bel vai a caghare da parte di un ateo.

  • 5 mesi fa

    Me ne farò una ragione

  • Non si capisce nulla.

    Quando scrivi la parola Chiesa a quale ti riferisci alla Chiesa Ortodossa o a quella Cattolica?

    Perchè anzichè leggere le fesserie in internet ,non leggete un po' di libri di spessore, almeno imparate ad usare un po' meglio la sintassi.

    Cioè in teoria dovrebbero essere gli extracommunitari che venendo in Italia dovrebbero imparare a parlare l'italiano..

    In realta' siete voi italiani che state imparando a parlare come gli extracommunitari che arrivano in Italia.

    Anzi loro dopo qualche anno lo parlano quasi perfettamente. ..

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.