Anonimo
Anonimo ha chiesto in SportCalcioCalcio Italiano · 1 mese fa

Quanto è importante il possesso palla in una partita?

9 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa

    giocando a pallone il mio allenatore mi ha fatto capire la differenza tra fraseggio attivo e fraseggio passivo.

    fraseggio attivo non è altro che un possesso palla nella metà campo avversaria, estremizzandolo e facendolo in orizzontale porta al gioco del tikitaka,invece se il fraseggio è per la manovra verticale è il metodo.

    il fraseggio col possesso passivo non è altro che un possesso palla fatto per riposare col pallone o per speculare sul risultato e sul minutaggio, lo fanno non troppo bassi di baricentro altrimenti col pressins avversario si rischia di perdere palla e stare troppo bassi è letale se si è passivi, allora alzano un fil il baricentro di 15/20 metri ma lavorano molto con la fase difensiva e il portiere, anziche verticalizzare il pallone lo passano in orizzontale e indietro.

    il possesso fatto al 80% è estremizzato ma non è sinonimo di dominio territoriale,il dominio territoriale è quando il possesso si fa nella metà campo avversaria prima di tutto,e poi ho visto tantissime squadre che fanno meno possesso di altre ma che sono letali non appena riprendono palla......fare piu possesso secondo me conta fino ad un certo punto,per me è illogico per esempio quando gli avversari perdono palla poi uno invece di ripartire in contropiede e verticalizzare per sfruttare gli spazi, vedo che tanti non velocizzano la manovra....uno di questi è allegri, molte volte non sfruttava la verticalizzazione, e lo stesso guardiola del barca faceva cosi, pero la differenza sta che qul barca anche se non verticalizzava aveva talmente tanta qualita che affondava lo stesso tramite il fraseggio, si riposizionava dopo aver fatto gegenpressing e una volta riconquistato il pallone faceva possesso ed entrava in area con la manovra....allegri invece non verticalizzava ma non aveva nemmeno la qualità di gioco del barca per trovare spazi quando gli avversari si chiudevano......per mazzarri è un valore il possesso,lo dice spesso in tv, ma anche lui fa un possesso passivo,difesa a 5 e palla mai tra le linee.....il possesso che preferisco è quello di klopp, lo fa quando serve e quando riconquista palla riparte in verticale velocemente,perche cosi ha spazi da sfruttare,mentre il possesso lo fa fare in modo attivo...oggi per me è il migliore, cmq dal barca al city guardiola ha modificato il suo calcio, verticalizza molto molto di piu, perche non ha piu xavi e iniesta penso....nel 92 mi allenava uno che impazziva per sacchi e a nostro modo ci faceva fare il suo gioco,con risultati diversi perche noi ervamo delle giovanili allievi e non di serie a, ci va fisico tecnica e intelligenza per fare qul calcio, fisicamente non è facile aggredire tutta la partita.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    Quasi niente, non so quante partite ho visto finite con pareggio se non addirittura la sconfitta della squadra che aveva fatto 60%+ possesso palla.

    Molte squadre intelligenti si chiudono dietro, rubano palla nella propria metà campo e la partita finisce 0-2 con 2 tiri in porta dei catenacciari e 7-8 della squadra che faceva gioco con 0 goal all'attivo.

    Ecco perché oggi il calcio è spesso noioso, si pensa più a non prenderle che a fare goal, solo le squadre veramente forti riescono a fare gioco e vincere concedendo poco o niente alla squadra avversaria

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Paolo
    Lv 7
    1 mese fa

    PIU' HAI IL PALLONE (LA PALLA E' QUELLA DEI BAMBINI IN SPIAGGIA) PIU' POSSIBILITA' HAI DI ANDARE A RETE..........!!!!!!!!!!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    Dipende tanto come niente' se la squadra avversaria  è impostata per costruire in gioco di mille passaggi o e attendista e utile se all’altra squadra bastano die passaggi per andare a rete non conta niente palleggiarsi la palla per 80 minuti

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 mese fa

    Direi fondamentale...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    A veder le squadre allenate da Luis Enrique, direi che per lui, il possesso palla contava al 100%. Naturalmente, il cosìdetto tiki taka, un conto è farlo fare a giocatori del Barcellona (tutti campioni o quasi) e un altro è imporlo nella Roma del campionato (e della rosa) 2011. E infatti i risultati diametralmente opposti, si videro...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Utente
    Lv 6
    1 mese fa

    Non è mai un fattore di primo rilievo, soprattutto quando non lo si traduce attivamente. Per alcune squadre è un'identità, un'epressione filosofica da esibire come per il Barça o le squadre di Guardiola, negli altri casi serve a difendere un vantaggio o mantenere il controllo della partita.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    E' un fattore relativamente importante, spesso si traduce in un dominio sterile.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Dipende da quale boss della malavita ci ha puntato sopra!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.