Anonimo
Anonimo ha chiesto in Relazioni e famigliaFamiglia · 2 mesi fa

Ma perché certa gente fa figli quando ha seri problemi salutari e/o famigliari?? ?

Mi chiedo da tempo perché certa gente sia così incosciente ed egoista da fare figli quando magari ha una situazione finanziaria non tanto stabile e discreta, quando ha gravi problemi famigliari (alcolismo, violenza domestica, droga...) e magari problemi salutari severi con alta probabilità di fargli sviluppare anche ai figli.

Non voglio criticare ma lo trovo irresponsabile come comportamento! È egoismo, menefreghismo pensando solo al proprio volere.Una mia amica sta pagando il prezzo per aver ereditato diverse schifezze sia del padre che della madre e viene pure discriminata. Bello vero?!?Cioè se io ho l’epilessia, l’artrite reumatoide, disturbi importanti, artrosi e schifezze varie manco morta che faccio figli. Non sopporterei l’idea di vedermeli soffrire, frequentare medici, assumere farmaci, essere (magari) invalidi, derisi e discriminati.Per carità, ci sono casi in cui le patologie si sviluppano a prescindere dalla genetica e allora non si può fare nulla ma perché la gente fa figli quando ha malattie invalidanti e ad alto rischio di essere congenite! Perché??

Scusate lo sfogo ma vedo fin troppa gente patire le pene dell’inferno causa i genitori che sapevano dei problemi e nonostante ciò hanno voluto fare figli.

7 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa

    Scommetto che lo hai visto fare dai terroni.

    I terroni non lavorano, fanno tanti figli per poterli mandare a rubare a destra e manca.

    Come esempio hai quell'idiota che si è fatto ammazzare da uno sbirro mentre tentava di rubargli il rolex. SUO PADRE lo ha mandato a rubare i rolex, glielo ha insegnato lui. Tre mesi prima era uscito dal carcere proprio per aver rubato a sua volta un rolex.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    Le cause maggiori sono: egoismo, ignoranza, menefreghismo, incoscienza, e spesso anche mentalità catto-bigotta e/o ideologia di destra.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • clara
    Lv 6
    2 mesi fa

    Semplicemente perché queste persone non hanno alcuna altra aspirazione se non quella di procreare, si da per scontato che una coppia sposata debba per forza mettere al mondo figli, chiessenefrega se si è entrambi precari e si guadagnano 500 euro al mese, le italiote medie quasi impazziscono perché essere madri per loro é l’unica ragione della loro esistenza.

    Ho una situazione violenta in casa? Chi se ne frega, faccio un figlio così almeno lui/lei mi vorrà bene.

    Ho problemi di salute? Faccio un figlio così poi si prenderà cura di me.

    Per non parlare di quelli che mettono al mondo figli solo per cercare di riparare un matrimonio che è già ormai fallito.

    Ormai ci rinuncio ad avere a che fare con la mediocrità degli italiani medi.

    • JC
      Lv 5
      1 mese faSegnala

      bravaa!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    tanti fattori, ma i basilari sono ignoranza ed egoismo.

    la penso come te, certa gente è meglio se evita di figliare se poi la prole è destinata a soffrire.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • allora sono d'accordo con te sul punto di non avere figli se ci sono problemi di violenza,dogra,alcolismo ecc,anche se in questo caso dipende anche dasituazioni spesso in caso di violenze domestiche si ha poca scelta e se uno non vuole magari è costretta comunque ad avere un figlio e a portare a termine la gravidanza. 

    Sul fatto economico non condivido molto perché comunque purtroppo al giorno d'oggi e con la precarietà che ci sta in giro aspettare di avere una situazione economica stabile e fiorente per mettere al mondo un figlio è quasi utopico e anzi si rischia che non ci sarebbero più nascite e che ci estingueremo,quindi uno anche sapendo della situazione che e che i figli sono un comunque delle spese cerca di stringere e far rientrare tutte le spese in quel che si guadagna per avere un figlio,ovvio che se io vivo sotto un ponte e non ho manco un centesimo un figlio per quanto lo posso desiderare non lo faccio perché non campa d'amore ma sono situazioni molto estreme.

    Per il fatto delle malattie diciamo che sono tutte un terno a lotto come giocare una scommessa per dire,perché comunque non è detto che se io ho una malattia la debba trasmettere a forza a mio figlio questo dipende da diverse variabili,come il sesso ci sono malattie che si trasmettono solo al maschio o solo alla femmina da parte di madre o padre,se sono soggetto portatore sano della malattia e probabile che non venga trasmesso al figlio ma che si anche lui portatore sano,se comunque il padre ha anch'esso malattie ereditarie ecc. Ma comunque cose che non si possono prevedere e che comunque non si possono giudicare su scelte altrui 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Ci ho pensato anch'io tante volte e ogni volta la risposta che mi sono data è stata questa, non sono riuscita a trovarne altre: l'atto che compiono sembrerebbe di egoismo, eppure è esattamente il contrario. Un figlio ti salva, ti fa uscire dall'ottica dell'io per entrare nel tu e nel noi, cambia lo sguardo e trasforma le priorità, le esigenze più piccole. Se ci pensi tanti di noi ci portiamo nel nostro bagaglio genetico tante cose di cui non siamo al 100% consci e non tutto si manifesta in pieno, anzi a volte si manifesta anche dopo diversi anni.

    Fare un figlio è un atto di salvezza, è un ancòra che ti salda ad un porto in balìa delle onde del mare.

    Quello che dici forse è proprio il risultato di uno sguardo non del tutto limpido di questa società a volte così cattiva e malata: basterebbe vedere cosa ci hanno lasciato e le meraviglie che ci lasciano tuttora coloro che sono considerati degli scarti, degli incompresi, eppure se veramente fossero visti per quel che sono e il valore che possiedono tante cose ci sembrerebbero più chiare. 

       

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    2 mesi fa

    Eppure queste persone esistono, respirano si muovono. Magari sono tuoi amici, o magari no, ma chissene frega. Sono persone e oggi sono qui, con la possibilità di dire la loro in questo mondo, per quanto poco possa contare, e non è vero che conta poco. 

    Questi figli esistono e non penso che la loro vita sia al cento per cento "schifosa".La povertà e le malattie sono situazioni che, tocchiamo ferro, possono capitare a chiunque anche se ha già dei bambini. Con questo non dico che si debba fare figli a cuor leggero eh, ci mancherebbe. Purtroppo molte persone decidono di avere dei figli non per amore ma per "sentirsi" realizzati ed è sbagliato. Ma non sta a noi giudicare le situazioni che vediamo da fuori né fare i processi alle intenzioni altrui. Puoi dedurlo, immaginarlo, ma non puoi sapere in che contesto quella persona è venuta al mondo e non è tuo diritto, non è nostro diritto dare dell'egoista a chi mette al mondo una creatura pur in mezzo alle difficoltà. 

    L'unica cosa che si può fare è aver rispetto della vita in ogni sua forma.

    Tu faresti delle scelte diverse a quanto pare, è lecito ed è giusto se è nella tua etica. 

    Ma non tutti ragionano allo stesso modo perciò l'unica cosa che si può fare è sì confrontarsi, come fai giustamente tu, ma comprendendo che in fin dei conti sono tante le cose che non si possono capire, ma non per questo sono "errori". 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.