Perchè siamo consapevoli di esistere?

Se tutto l'universo, dalla più piccola particella subatomica agli esseri viventi più complessi, è completamente regolato dalle leggi fisiche qual'è lo scopo della coscienza in noi esseri umani? 

Voglio dire, l'universo così com'è non potrebbe funzionare tranquillamente senza l'epifenomeno della coscienza?

A che serve essere consapevoli di esistere ed essere consapevoli di esistere

in questo universo?

16 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa

    anche lo scarafaggio è consapevole di esistere, figurati gli animali superiori, i mammiferi, gli uccelli, perfino i pesci. Poi a  noi fa comodo affermare che sono solo oggetti animati, ma è una falsità.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Come disse Cartesio: «Cogito, ergo sum» (Penso, dunque sono).

    Perché siamo consapevoli d'esistere? Esattamente per riflettere su chi siamo, da dove veniamo e perché esistiamo. E magari (perché, no?) per porci anche domande intelligenti come la tua.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    E' la dimostrazione dell'inesistenza divina.

    Quando l'uomo si è staccato dalla serena inconsapevolezza esistenziale del mondo bestiale (non tutti, Sgarbi è rimasto una bestia) si è reso conto della trappola della consapevolezza, dell'impossibilità, per quanto la curiosità sia un instancabile forza che proietta alla conoscenza, di arrivare alla conoscenza totale.

    E non si può neppure tornare pacificamente indietro, una volta mangiata la mela non si torna indietro. 

    Due sono le soluzioni:

    - creare risposte tranquillizzanti, rassicurante ed inattaccabili come i religiosi che creano dio;

    - vivere in accordo, in armonia con l'universo, predisponendo tutte le forze ed energie per amare la vita, con mentalità libera, naturale ed emancipata dalla religione.

    E per quanto la consapevolezza sembri dolorosa, l'umanità dovrebbe comunque considerarsi fortunata.

    • artemisia
      Lv 5
      1 mese faSegnala

      Ottima risposta, Kadio! Complimenti...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    in quanto abbiamo un cervello capace di ragionare sul bene e il male. siamo unici nel mondo animale... un ippopotamo non lo capirà mai nemmeno se venisse addestrato da cento filosofi. 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 mese fa

    condivido quanto ha scritto Kadio_7

    ti chiedi a cosa serve la coscienza e perché l'evoluzione ha estratto questa prerogativa per una delle specie animali terrestri?

    il raggiungimento della coscienza e dell'autocoscienza conferiscono alla specie che l'ha conseguita notevoli vantaggi evoluzionistici.

    Grazie alla coscienza, l'uomo dispone di un'arma micidiale che nessun'altra specie possiede: è dunque in grado di programmare metodi di predazione straordinari che gli consentono di dominare tutte le altre specie viventi.

    Sul piano individuale il possedere una coscienza alla fin fine non si rivela un gran vantaggio, poiché la coscienza è anche coscienza di morte, cosicché la specie umana è l'unica che sa lucidamente che la morte è annullamento, cosa che ignorano tutte le altre specie animali: quindi gli individui della nostra specie sono oppressi oscuramente da questa consapevolezza, ma per la nostra specie nel suo insieme questa consapevolezza è invece fortemente vantaggiosa, tanto da aver dato alla specie umana una sorta di potere cosmico, poiché tutto l'universo è al cospetto della specie umana come una immensa prateria che sembra altro non attendere che giunga ovunque trionfante il predatore umano.

    Ecco dunque cosa è la coscienza: un'arma vincente.

    Le bestie hanno artigli efferati, becchi penetranti, dentature affilate, etc 

    L'uomo le frega tutte avendo raggiunto la coscienza che gli permette di impadronirsi di ogni cosa che esiste nell'universo, e anche di fare sua pure l'intelligenza impersonale della natura. Noi umani conferiamo "personalità" alle forze della natura.

    E compatiamo coloro che non reggono alla depressione che deriva dall'iperlucidità e ne rispettiamo le fantasie religiose che però non possiamo esimerci dal sottoporre al vaglio della critica razionale.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    E' la fregatura della vita,si è al mondo senza capirlo senza sapere perche' e senza averlo mai chiesto.Se poi si è anche malati e poveri...

    Per fortuna esistono i religiosi (loro sanno come veramente vanno le cose) e quando sarà il momento senza passare dal purgatorio schizzeranno direttamente in paradiso.

    • Allician
      Lv 7
      1 mese faSegnala

      Ce ne sono molti all'inferno

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    Ti serve a capire da dove vieni e dove vai, perché  sei qui.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Perchè siamo esseri animati, non siamo macchine.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    Per sfiga.       

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    L’universo funziona benissimo anche senza gli esseri umani, infatti l’universo ha circa 13,7 miliardi di anni e l’homo sapiens circa 300.000 anni.

    L’universo funzionerà benissimo anche se l’homo sapiens si estinguesse.

    Smettetela di essere così antropocentrici, siamo solo una scimmia nuda leggermente più intelligente di altri animali, a leggere certe risposte e domande non è che sia proprio sicuro che  tutti gli esemplari di Homo sapiens presenti su Yahoo Answers siano più intelligenti degli esemplari di altre specie animali.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.