Qual è il significato del Messaggio evangelico?

Non avendo ricevuto risposte nella mia precedente domanda, la ripropongo, sperando che qualcuno mi aiuti.

______

Domanda che vuole abbracciare questi 4 punti fondamentali:

§ Nascita di Gesù Cristo;

§ Iniziazione e insegnamenti del Maestro;

§ Morte in croce di Gesù.

§ Soteriologia ed escatologia del messaggio finale cristiano.

Secondo ESCLUSIVAMENTE i Vangeli canonici (quindi, sulla base dei Vangeli di Marco, Luca, Matteo e Giovanni), qual è il significato del kerigma cristiano tenuto conto dei 4 punti di cui sopra?

Specifico per essere ancora più chiara.

EVITANDO gli inserimenti delle Lettere di Saulo di Tarso (e le sue interpretazioni a posteriori rispetto alla vita di Gesù), potreste citarmi i passi evangelici (il puro messaggio cristiano) che spieghino concretamente il messaggio cristiano?

Ripeto, evitando le Lettere di Saulo, gradirei citazioni tratte dai 4 Vangeli che tocchino i nodi fondamentali del Cristianesimo e che rispondano alla domanda principale:

Qual è il significato del kerigma cristiano (evangelico)?

Vi ringrazio.

5 risposte

Classificazione
  • Priest
    Lv 5
    1 mese fa
    Risposta preferita

    Devi seguire i 10 comandamenti e amare.....il significato è che devi dimostrare la tua purezza a Dio,devi dimostrarti degna di lui e della vita ricevuta. 

    Ma come farai se non riconosci la sua mano nel creato?

    La strada della salvezza implica impegno,sacrificio,dedizione, credenza nella luce della verità,amore,perdono.

    In verità vi dico: I pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio.

    Giovanni 1,1-18

    1 In principio era il Verbo,

    il Verbo era presso Dio

    e il Verbo era Dio.

    2 Egli era in principio presso Dio:

    3 tutto è stato fatto per mezzo di lui,

    e senza di lui niente è stato fatto di tutto ciò che esiste.

    4 In lui era la vita

    e la vita era la luce degli uomini;

    5 la luce splende nelle tenebre,

    ma le tenebre non l'hanno accolta.

    Luca 26

    Nel sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, 27a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. 28Entrando da lei, disse: «Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te». 29A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. 30L'angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. 31Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. 32Sarà grande e chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre 33e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».

    34Allora Maria disse all'angelo: «Come è possibile? Non conosco uomo». 35Le rispose l'angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell'Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio. 36Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia, ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: 37nulla è impossibile a Dio». 38Allora Maria disse: «Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto». E l'angelo partì da lei.

    Matteo 4,3

    Sta scritto:

    Non di solo pane vivrà l'uomo,

    ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio».

    Giovanni 15

    12Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati. 13Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici. 14Voi siete miei amici, se farete ciò che io vi comando.

    Luca42

    Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Tuttavia non sia fatta la mia, ma la tua volontà». 43 Gli apparve allora un angelo dal cielo a confortarlo. 44 In preda all'angoscia, pregava più intensamente; e il suo sudore diventò come gocce di sangue che cadevano a terra.

    Luca 23,33-46

    33 Quando giunsero al luogo detto Cranio, là crocifissero lui e i due malfattori, uno a destra e l'altro a sinistra. 34 Gesù diceva: «Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno».

    39Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava: «Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e anche noi!». 40Ma l'altro lo rimproverava: «Neanche tu hai timore di Dio e sei dannato alla stessa pena? 41Noi giustamente, perché riceviamo il giusto per le nostre azioni, egli invece non ha fatto nulla di male». 42E aggiunse: «Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno». 43Gli rispose: «In verità ti dico, oggi sarai con me nel paradiso».

    X te ci ho messo 30 e passa minuti

  • Anonimo
    1 mese fa

    Penso che il significato sia quello della salvezza. Il Figlio di Dio è venuto nel mondo per salvarci e darci la conoscenza e poi tornato lì dove andremo anche noi

    Attachment image
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Affidarsi al Padre, Amare il prossimo come se stessi e perdonare come Dio sempre ci perdona quando lo preghiamo. Questo è il cuore del messaggio evangelico. 

    Non ti cito i passi perché sono certo che tu abbia molta esperienza per conoscerli. 

    Sul kerigma credo tu possa far fede a Luca, 4, 18-19.21

    Cristo in questo si pone come Dio che libera l umanità dalle grinfie del demonio (prima della sua venuta infatti non era possibile), apre gli occhi sulla vera natura di Dio Padre (non più giudice legato alla legge e ai suoi precetti sterili ma Padre misericordioso che si prende cura dei suoi figli - i quali  addirittura non dovrebbero nemmeno essere in ansia per il domani - ) e permette all umanità di avvicinarsi senza timore a Lui tramite il figlio

    • Meritava anche questa. Grazie.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    Questo articolo risponde alla tua domanda. Nello sito puoi trovare tante altre informazioni attinenti al tema. Ti consiglio una lettura approfondita perché spiega bene cosa dice realmente la Bibbia  https://www.jw.org/it/cosa-dice-la-Bibbia/domande/...

    Le interpretazioni di Paolo sono importanti perché vengono prima dei Vangeli https://www.jw.org/it/biblioteca-digitale/libri/im...

    AGGIUNGO: Le lettere di Paolo vengono prima dei Vangeli. Se stiamo parlando dei TESTI SCRITTI allora le lettere di Paolo vengono prima. Il primo testo del Nuovo Testamento è la 1 Letteraiai Tessalonicesi. I vangeli vengono dopo le lettere di Paolo. Se invece ti riferisci agli EVENTI allora si Paolo viene dopo Gesù

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 mese fa

    va meglio ma soteriologia , escatologia e kerigma ti fanno sembrare un'albanese. Kerigma dà l'idea di un prodotto anti diarrea....

    Risposta: leggi i vangeli e avrai le risposte CHE CERCHI, ossia ti risponderai secondo le tue idee o aspettative.  E poi , come ti ho detto, questi non vogliono capire, vogliono solo credere. Non hanno bisogno che ciò in cui credono sia coerente e men che meno che sia vero, l'importante è il ciucciotto per dormire tranquilli e morire terrorizzati.

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Maraminta
      Lv 7
      1 mese faSegnala

      la missione di cui è rimasta traccia omeopatica anche nei vangeli canonici era quella del messia ebraico, insurrezione armata contro Roma. Missione fallita. Ma ispirata da chi?  Un tentativo estremo di Yahweh di recuperare una posizione almeno indipendente come prima della batosta babilonese?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.