Matteo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 1 mese fa

Qualcuno riesce a farmi un riassunto di questo capitolo di storia?

Carlo Magno considerava il suo impero non me un' entita politica nuova, ma come la prosecuzione dell'antico impero omano; egli stesso si presentava come erede dei Cesari.

In realtà basta osservare una cartina per notare come le differenze tra i due imperi fossero maggiori dei punti in comune. L'impero romano aveva il proprio baricentro nel Mediterraneo ed era esteso a tutti i paesi affaccia ti sulle sue sponde. L'impero carolingio, invece, era limitato alla sola Europa occidentale.

e di esso non facevano parte dell'Italia meridionale le e insulare e la stessa Roma, ossia quelle regioni che dell'impero erano state la culla e il cuore. Per contro, l'impero carolingio si estendeva su regioni che, come la Sassonia o la Frisia, non erano mai entrate a far parte della sfera di influenza latina. A differenza di quello roma no, l'impero carolingio era dunque un impero continentale, il cui baricentro non si trovava nelle sponde del Mediterraneo ma nell'Euro pa centrale, tra le valli del Reno e della Loira.

2 risposte

Classificazione
  • Mario
    Lv 5
    1 mese fa

    Carlo considerava il suo impero una continuazione di quello Romano ma era in malafede perchè la sua gente era rozza, zozza e ignorante come le capre e non aveva niente da spartire con i Romani !!

  • 4 sett fa

    Carlo Magno considerava il suo regno la continuazione dell'impero romano, che però aveva il suo baricentro nel Mediterraneo e comprendeva tutte le regioni rivierasche. L'impero carolingio, invece, era continentale e limitato alla sola Europa occidentale, comprendeva Sassonia e Frisia, territori mai conquistati dai Romani, e aveva come centro le valli del Reno e della Mosa. 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.