Vorrei un vostro giudizio complessivo sulla produzione degli Iron Maiden 1980-1988. ?

Aggiornamento:

@ Allegrondo, Chemistry, Heaven & Hell, Andreax : Avete una grande occasione!

Aggiornamento 2:

Nell' espressione "produzione Complessiva" sono compresi i Soundhouse Tapes, Maiden Japan, Maiden England, etc.

1 risposta

Classificazione
  • Risposta preferita

    Parto dicendo che il mio album preferito di quel periodo è "Seventh Son of a Seventh Son".

    L'album omonimo, pur essendo un ottimo esordio, non mi ha mai preso più di tanto, tanto è vero che il successivo "Killers" mi piace molto di più. Secondo me il primo vero capolavoro dei Maiden è "The Number of the Beast" (non che i due album con Di'Anno siano modesti, ci mancherebbe) , ma subito dopo sono arrivati una serie di album uno più bello dell'altro fino a "Seventh Son of a Seventh Son". Difficile dire quale sia il migliore (credo che sia soggettivo)

    Nota di merito anche a "Live After Death" il primo album dal vivo dei Maiden. Il giudizio complessivo non può che essere positivo.

    Dopo "Seventh Son ..." hanno avuto un calo, ma nonostante tutto, anche in "No Prayer for the Dying" ci sono alcuni brani che non mi dispiacciono (anche se siamo lontanissimi dai primi capolavori dei Maiden), mi viene in mente "Bring Your Daughter... To the Slaughter". Pure "Fear of the Dark" (sempre lontani dai primi album) è carino, "Afraid to Shoot Strangers" è uno dei miei brani preferiti dei Maiden.

    Comunque sia la mia Top 3 degli album dei Maiden che sono stati realizzati negli anni ottanta è la seguente:

    - Seventh Son of a Seventh Son

    - The Number of the Beast

    - Powerslave

    Ciao!:)

    H&H

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.