Cos'è l'Albero della Conoscenza del Bene e del Male?

«Il serpente era la più astuta di tutte le bestie selvatiche fatte dal Signore Dio. Egli disse alla donna: «È vero che Dio ha detto: Non dovete mangiare di nessun albero del giardino?». Rispose la donna al serpente: «Dei frutti degli alberi del giardino noi possiamo mangiare, ma del frutto dell'albero che sta in mezzo al giardino Dio ha detto: Non ne dovete mangiare e non lo dovete toccare, altrimenti morirete». Ma il serpente disse alla donna: «Non morirete affatto! Anzi, Dio sa che quando voi ne mangiaste, si aprirebbero i vostri occhi e diventereste come Dio, conoscendo il bene e il male». Allora la donna vide che l'albero era buono da mangiare, gradito agli occhi e desiderabile per acquistare saggezza; prese del suo frutto e ne mangiò, poi ne diede anche al marito, che era con lei, e anch'egli ne mangiò. Allora si aprirono gli occhi di tutti e due e si accorsero di essere nudi; intrecciarono foglie di fico e se ne fecero cinture».

Un paio di domande:

§ Chi o cosa simboleggia il serpente?

§ Qual è il frutto dell'Albero della Conoscenza del Bene e del Male?

§ Cos'è l'Albero della Conoscenza del Bene e del Male?

§ Di quale "morte" parla il narratore? Fisica o spirituale? Perché Adamo & Eva non morirono? 

§ Ma sopratutto: perché la conoscenza è da condannare?

Grazie.

6 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Prenoto una risposta che arriverà tra stasera e domani.

    @Vabbé provo a rispondere ora.

    Il mito, da quel che mi hanno spiegato degli ebrei con cui ho avuto il piacere di parlare, riguarda la condizione umana. Prima perfetta, ad immagine e somiglianza di Dio, poi, dopo una trasgressione (nel vicino oriente antico, conoscere significava anche saper fare, ma A&E erano già a conoscenza del Bene in quanto Immagine e Somiglianza di Dio, la trasgressione quindi è il desiderio di apprendere e imparare quindi a fare il male) non essendo più in "sintonia" con Dio, hanno messo prima delle distanze (le foglie di fico), poi le distanze sono aumentate via via del proseguire della loro condizione (prima le tuniche di pelle, poi la cacciata dal paradiso).

    Altra interpretazione che ho sentito, è che la trasgressione non è tanto la conoscenza, quanto l'aver preteso di sovvertire l'ordine naturale delle cose ricavando lo spirituale (conoscenza) dal materiale (frutto) invece che il contrario (che invece è espresso nei capitoli prima, quando prima Elohim, poi Adamo anche se con scopi diversi -uno di creare/modellare da qualcosa di esistente, l'altro di avere potere sulle creature, dato che c'era anticamente l'idea che se nomini una cosa col suo vero nome ne padroneggi l'essenza... ecco perchè molti popoli avevano nomi segreti o innominabili per le cose Divine*-) e fu questa trasgressione a determinare la logica conseguenza della "cacciata" da Eden/allontanamento dalla perfezione che, comunque, fu progressiva (come indicato dalle presunte età dei personaggi biblici dell'AT).

    A mio avviso, ma qui non ricordo la fonte e ammetto di non aver verificato, ergo non so quanto accurata la lettura che ne sto per dare, il serpente rappresenta solo la scaltrezza, l'astuzia che spesso mancando di intelletto, spinge l'uomo a fare da sè il proprio male.

    *addirittura i Romani avevano un nome segreto per Roma, che a loro dire ne racchiudeva l'essenza.

  • 1 mese fa

    È la conoscenza del bene e del male appunto

    • Sì, fin lì c'ero anch'io ;-)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    è per esempio Yggdrasil, e ha cento altri nomi perchè compare nelle tradizioni più antiche conosciute, in tutto il mondo (asia, europa, americhe) con la possibile eccezione dell africa (ma qualcosa c'è pure lì). la Bibbia lo eredita da racconti sumerici molto più antichi. e in tutti c'è un serpente, che però non è mai negativo, anzi...

  • 1 mese fa

    Tra le tante domande, non ti appare curioso che un serpente possa parlare e non abbia insospettito Adamo e Eva? Forse anche gli altri animali parlavano?

    Vediamo se qualcuno ha il senso dell'umorismo con un altra risposta.

    versione semi illuminata semplificata:

    ovviamente in una tesi simile non c'è spazio per entità autonome e/o onnipotenti, ma lo vediamo più avanti.

    adamo ed eva, nel paradiso terrestre rappresentano l'uomo inserito nel mondo animale, al pari degli altri animali, senza consapevolezza del loro "essere umani", vivono come gli altri animali: mangiano, dormono, fanno la c a c c a.

    Ad un certo punto prendono coscienza e consapevolezza di loro,

    come ci riescono? Come i bambini, quando conoscono il piacere, e adamo ed eva ci riescono quando sono attratti l'uno dall'altro, cioè quando trombano capiscono che provano piacere autonomamente e reciprocamente, si danno piacere vicendevolmente e cosa più importante, trombano senza seguire i ritmi animali, cioè senza avere l'estro (o andare in calore), lo fanno perchè piace.

    nella versione illuminata, la consapevolezza dell'uomo ricorda il pessimismo cosmico leopardiano, sapientemente sintetizzata nella poesia di salvatore quasimodo "ed è subito sera" e cioè l'uomo è consapevolmente cosciente di essere solo e ciò porta la sofferenza esistenziale, alla fuoriscità dalla natura animale, dall'inconsapevolezza.

    La prima versione mi piace di più, perchè lega l'uomo alla donna, alla reciprocità, alla condivisione, alla solidarietà, al trovare piacere nella vita e nella sua "armonia" (ovviamente mi rendo conto che è una posizione, diciamo, romantica)

    Quindi la mela è la "consapevolezza di essere" o come sostengono alcuni religiosi "la conoscenza", adamo ed eva mangiano dall'albero della conoscenza e vengono puniti dalla natura perchè non possono tornare indietro, una volta mangiata la mela.

    Nella simbologia religiosa (biblica), gli scrittori, per far comprendere questi concetti, francamente non alla portata di tutti, dovevano trovare, delle storie comprensibili per gente con ridotti appetiti culturali (pensa te, parlare di consapevolezza, uscita dalla natura animale a pastori, contadini, pescatori, insomma gente che dalla mattina al tramonto lavorava duramente e non aveva certo tempo per filosofeggiare sull'esistenzialismo) pertanto lavorando di fantasia, creano tutte le storie scritte nella bibbia. Personalmente penso che si siano fatti prendere dall'orgasmo ed abbiano esagerato, probabile fossero mentecati schizoidi: troppe crudeltà gratuite, omicidi, massacri, stupri, tentativi di omicidi.

    Nella prima parte della bibbia stavano andando bene, la simbologia è interessante.

    La natura è dio, dio mette l'uomo nella natura e lo avvisa di non staccarsi da essa, il serpente parlante è la curiosità umana. Un meccanismo perfetto, peccato che i religiosi non si siano presi la sessualità come dono.

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Maraminta
      Lv 7
      4 sett faSegnala

      suggestivo, ma stiamo parlando di  homo abilis ad essere generosi, i loro pensieri erano Fame, Fame, sonno, paura, ulmmm quando adam vedeva eva nuda. Tutta la filosofia appiccicata dai sapienti è una stronzata epocale.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 mese fa

    Per secoli e secoli la "storia" è stata tramandata oralmente; ad un certo punto, dopo secoli di tradizione, chi  era la memoria di un gruppo non sapeva più di cosa stesse parlando;  qui è chiarissima una confusione e una incomprensione quasi totale del racconto: serpenti che parlano, alberi che danno la conoscenza o la vita lunga; persino la "creazione", la luce viene prima del corpo luminoso che la diffonde! Si può solo ipotizzare di ricostruire cosa realmente accadde MA SAREBBERO SOLO SPECULAZIONI, FANTASIE PERSONALI.

  • 1 mese fa

    È un albero genealogico. 

    https://youtu.be/Vim4HDF1EeA

    Youtube thumbnail

    • ...Mostra tutti i contatti
    • La figura di Lilith è tra l’altro abbastanza controversa. Non posso esprimermi più di tanto perché non ho conoscenze adeguate in merito. 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.