Che differenza c'è tra l'autismo e l'essere degli adoratori di divinità?

Attachment image

13 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa

    E meno male che molti di loro hanno più empatia di te. I tuoi problemi (peggio per te) sono dati dal tuo carattere. Altrimenti avresti almeno una scusa. 

    Ho segnalato. 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    La prima parte della definizione è errata, puoi andare ad approfondire anche dalle linee guida del Istituto Superiore di sanità. 

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Prima mi devi spiegare la differenza tra una persona atea e una persona autoreferenziale:

    Attachment image
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Come spesso dice il buon Marco Tripoli << Io degli uomini guardo solo l'iniziale ed è per questo motivo che a me dei Barboni e degli Operai non interessa niente! Cristo mi ha detto "ricordati che gli ultimi saranno i primi" e quindi ─ se voglio essere tra i primi in paradiso ─ qua sulla terra devo frequentare solo Ricchi … poiché cominciano con la R e dunque (qua sulla terra) son quasi ultimi! >>

    Secondo me, uno che veramente rispetta gli Autisti (che manco a farlo apposta cominciano con la A) in questo caso avrebbe dovuto rispondere: << Io rispetto tutti e dunque il tuo paragone non mi ferisce per nulla! >>

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • La definizione e il nome. 

    Ps quella definizione è inesatta. Ti consiglio un'occhiata a qualche manuale psichiatrico, ad es. Il Dsm 5 (per quanto porcata, almeno è facile da capire) o l'Icd 11.

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Io non nascondo la mano dietro a nessuno, e mi prendo le mie responsabilità.
      Non scaglio pietre ideologiche, ma non accetto certe uscite infelici che danno la misura esatta di chi le pronuncia. Per quello che dice non per quello che è o potrebbe essere.   

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 mese fa

    Mi sembra un po' forzata l'analogia. Uno può costruirsi una vita interiore propria perdendo contatto con la realtà anche senza credere in qualche divinità.... forse ha più tempo per rifletterci su.... questo può essere, ma da qui all'adorare la divinità ce ne passa. In realtà potrebbe succedere anche l'opposto

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    l'autismo non nega per forza l'intelligenza.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Gli autistici hanno un'intelligenza al di sopra della media, i credenti no.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Gli autistici hanno una malattia sulla quale è meglio non scherzare, i secondi semplicemente sono dei poveretti che non sanno accettare l' idea che quando moriranno smetteranno di esistere.

    Fonte/i: Cloro al clero è cosa buona e giusta
    • Magda1 mese faSegnala

      L'autismo è neurodiversità, le comorbilità ad esso annesse possono essere disturbi o malattie.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 mese fa

    Posso solo dirti che i centri di recupero per gente disagiata , sono composti esclusivamente da atei e musulmani.

    Hai mai visto un Cattolico o una persona affetta da autismo in carcere??

    Questo ti dovrebbe dire tutto su atei e musulmani che sono gli unici ad avere bisogno di questi grandissimi centri di recupero che in Italia vengono chiamati carceri. ..

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.