Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 6 mesi fa

URGENTE 5 STELLE AL PRIMO CHE MI RISPONDE?

1) Descrivi l’assetto politico dell'Italia nella metà del '400, spiegandone sinteticamente le cause e sottolineando le differenze fra Nord e Sud. 2) Descrivi sinteticamente le cause e la conclusione del conflitto religioso in Germania. 3) Descrivi sinteticamente la situazione religiosa nell’Europa della seconda metà del XVI secolo, individuando le principali confessioni religiose, le aree di diffusione e i motivi di tale diffusione. 4) Spiega in sintesi la risposta della Chiesa cattolica alla progressiva diffusione del dissenso religioso.

2 risposte

Classificazione
  • 6 mesi fa
    Risposta preferita

    1) Descrivi l’assetto politico dell'Italia nella metà del '400, spiegandone sinteticamente le cause e sottolineando le differenze fra Nord e Sud.

    Nel Quattrocento l'Italia era divisa in Stati regionali (Signorie) più o meno estesi. I più importanti Stati italiani preunitari erano: il Ducato di Milano, la Repubblica di Venezia, la Repubblica di Genova, la Repubblica di Firenze, la Repubblica di Siena, lo Stato della Chiesa, il Regno di Napoli. Gli Stati dell'Italia settentrionale, benché meno vasti dello Stato della Chiesa o del Regno di Napoli, potevano contare su un'economia più ricca e florida basata sull'agricoltura, sull'artigianato, sul commercio con il Regno di Francia, il Sacro Romano Impero, il Regno d'Inghilterra, il Regno d'Ungheria. Nell'Italia centrosettentrionale erano capillarmente presenti le banche e i monti di pietà, che effettuavano prestiti a interessi a privati e a monarchi.   2) Descrivi sinteticamente le cause e la conclusione del conflitto religioso in Germania.Il conflitto religioso in Germania esplose a partire dal 1517, quando il monaco agostiniano tedesco Martin Lutero affisse le sue 95 Tesi a Wittenberg e diede il via alla Riforma Protestante. Condannato dalla Dieta di Worms nel 1521, convocata dall'imperatore Carlo V, Lutero trovò rifugio presso Federico III di Sassonia e tradusse la Bibbia dal latino in tedesco, oltre a scrivere numerosi trattati teologico-dottrinali e pamphlet contro la Chiesa di Roma. I principi protestanti tedeschi si riunirono nella Lega di Smalcalda e, benché sconfitti in battaglia dall'imperatore Carlo V, ottennero un grande successo politico con la pace di Augusta del 1555, che riconosceva di fatto la divisione della Germania in Stati protestanti (luterani) e Stati cattolici. Tuttavia, la situazione religiosa rimase ancora molto tesa, perché oltre ai luterani vi erano altre confessioni riformate, come i calvinisti, non contemplate dall'accordo. Motivo per cui nel 1618 scoppiò la guerra dei trent'anni fra il Sacro Romano Imperatore, sostenuto dagli Stati cattolici tedeschi (in primis il ducato di Baviera) e dalla Spagna asburgica, e gli Stati protestanti, appoggiati dalla Danimarca, dall'Inghilterra, dalla Svezia e dalla Francia. Il conflitto durò sino al 1648 e si concluse con l'ulteriore indebolimento e frammentazione del Sacro Romano Impero, che dovette riconoscere l'indipendenza della Confederazione Elvetica e delle Province Unite, oltre a cedere diversi territori alla Francia e alla Svezia.     3) Descrivi sinteticamente la situazione religiosa nell'Europa della seconda metà del XVI secolo, individuando le principali confessioni religiose, le aree di diffusione e i motivi di tale diffusione.La situazione religiosa nell'Europa della seconda metà del XVI secolo vede una profonda spaccatura fra l'Europa meridionale, cattolica, e l'Europa centro-settentrionale, protestante. Più nel dettaglio, il Regno di Sicilia, il Regno di Napoli, lo Stato della Chiesa, il Regno di Sardegna, il Ducato di Milano e in generale quasi tutta l'Italia preunitaria erano cattolici; cattolici erano pure il Regno del Portogallo, il Regno di Castiglia e il Regno di Aragona, il Regno di Francia (a maggioranza cattolica, ma con forti minoranze ugonotte). Il Regno di Danimarca, il Regno di Svezia, il Ducato di Brandeburgo erano luterani, come molti Stati tedeschi centrosettentrionali. Il Regno d'Inghilterra era anglicano. Le Province Unite professavano il credo calvinista.   4) Spiega in sintesi la risposta della Chiesa cattolica alla progressiva diffusione del dissenso religioso.

    La risposta della Chiesa cattolica alla progressiva diffusione del dissenso religioso fu complessa e articolata. Oltre alla repressione (rafforzamento della Santa Inquisizione, istituzione dell'Indice dei Libri Proibiti, vaglio e censura dei testi pubblicati a stampa), con roghi di libri e condanne di eretici, vi fu anche una reazione propositiva, con la fondazione di numerosi ordini religiosi, come i Gesuiti, che si assunsero il compito di predicare, evangelizzare e combattere contro gli eretici. La Chiesa cattolica lottò anche contro la simonia (compravendita di beni sacri), il nepotismo, il concubinato ecclesiastico e istituì i seminari teologici, in cui il clero avrebbe ricevuto un'istruzione religiosa adeguata.

  • Anonimo
    6 mesi fa

    ce stanno tanti staterelli che si fan la bua l'uno con l'atro, ce sta pure lo staterello del papa che mena mazzate a più non posso !!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.