Sara ha chiesto in Animali da compagniaGatti · 2 mesi fa

Cosa succede se non castro il gatto? ?

Buongiorno a tutti.

Vorrei fare una premessa: niente insulti o risposte stupide perché é una domanda seria e se siete qui per insultare cambiate domanda, grazie.. 

Comunque il mio gattino ha 5 mesi e a breve dovrò castrarlo.. Ci sto riflettendo un sacco anche perché ormai non é un optional ma quasi sta diventando un'imposizione giustamente perché vedere il proprio gatto che soffre perché non può avere rapporti non é bello e per evitare che marchi il territorio meglio castrarlo sicuramente. Ma quello che vorrei sapere (dato che sono ignorante su questo argomento a parte qualche ricerca sul web) è.. Se volessi non castrarlo e fafe questa pazzia di farlo accoppiare con qualche gattina della sua stessa razza e eventualmente fare tenere i cuccioli alla padrona (ho visto su internet molti annunci per monta ecc..) si può fare? E ogni quanto dovrei farlo accoppiare per appagarlo? Ogni mese? Ogni anno? Chiedo giusto perché non ho trovato informazioni simili su internet (col veterinario mi vergogno di chiedere ste cose sinceramente) e quindi vorrei solo sapere se con buona volontà sarebbe fattibile o è proprio una cosa da escludere e quindi procedere per castrarlo... Grazie a chi risponderà... Bacio :) 

12 risposte

Classificazione
  • R
    Lv 7
    2 mesi fa

    Se il tuo gatto non vive chiuso in casa, ma è  libero di uscire, se ne andrà  per i fatti suoi col rischio che non torni più.

    Il suo istinto gli dice che deve fare così per accoppiarsi.

    In questo modo, in giro per la campagna ci saranno nuovi gattini che andranno ad aumentare  il gran numero  di gatti randagi  con poca probabilità  di sopravvivenza.

    Se il tuo gatto vive in casa, non esce mai, tra un po'  comincerai a sentire degli strani odori (quelli  che rilascia  per marcare  il territorio) e che sarà  ben difficile  togliere, lo vedrai nervoso  e irascibile e alla  prima  occasione  (una finestra  aperta, una porta  socchiusa), se ne andrà. 

    Saresti contenta?

    Ti giustifichi dicendo che  non ti sembra giusto che non possa sfogare il suo istinto e vorresti farlo incontrare  con una gatta, ma a che scopo?

    Dove finiranno i cuccioli?

    Chi li terrà?

    Concludendo: se viene sterilizzato, avrà  una grande  probabilità  di vivere  una vita tranquilla, non metterà al mondo dei gatti che faranno una brutta fine, non soffrirà  se non riuscirà  a incontrare una gatta  in calore se non potesse uscire.

    Adesso, la scelta è  tua.

     

  • Anonimo
    2 mesi fa

    E' una follia il tuo pensiero!!!

    Intanto è ancora troppo piccolo e te lo deve dire il vet quando sterilizzarlo (non gli tolgono le palle, informati meglio).

    L'unica cosa che soffre è l'intervento chirurgico, ma poi passa.

    Rischi tantissimo: innanzitutto dovrai stare appresso al gatto e ai suoi istinti, e te lo giuro che nemmeno la dea kalì armata di spray e panno carta può tenere testa ad un gatto che spruzza urina in ogni dove. Ti esaspererà perché l'odore di urina sarà insopportabile e ti incaxxerai come una belva e avrai la tentazione di cacciarlo di casa senza troppi riguardi. Il tuo rapporto con lui diventerà impossibile!!!

    Questo se vive in casa, da dove comunque cercherà di scappare in ogni modo mettendosi nei casini: arriverà dovunque e superando qualsiasi ostacolo e sarai costretta a mettere cartelli in giro per ritrovarlo, morendo di ansia per la preoccupazione. Farà anche dei danni e te la dovrai vedere con qualche vicino che si lamenta e vorrà essere risarcito del vaso rotto, o altre cose simili, perché gli è entrato in casa rimanendoci intrappolato. Se lo perdi qualcuno a cui piace potrebbe desiderare di tenerlo con se, oppure ricattarti per una ricompensa.

    Questo nelle migliori ipotesi: perché durante le sue esplorazioni,non conoscendo le realtà che lo circondano, può farsi male, ferirsi, essere investito, etc. etc. e addirittura morire prematuramente.

    Una volta operati i gatti perdono a poco a poco l'istinto sessuale, che è un istinto fortissimo, a cui non sanno resistere assolutamente.

    Quindi per il bene tuo, perché non puoi impazzire a stare appresso al gatto fino a questo punto (tanto non ci riusciresti) e in modo del tutto inutile poi (tanto finiresti comunque per farlo sterilizzare) e per il bene del gatto ( finirà per rimetterci la pelle) ti consiglio di farlo sterilizzare (o non credo che ad oggi ci sia un 'alternativa valida a questo, dei farmaci, non saprei)( ma non sarebbe definitivo).

    E' inutile contrastare, certe cose della natura si possono solo contenere.

    Volevo inoltre dirti che nell' intervento non gli tagliano i genitali ma chiudono dei tubicini che… fattelo spiegare dal veterinario visto che si prenderà i soldi dell'intervento. E' molto importante perché la gente ha un'idea sbagliata della sterilizzazione: il gatto resta normale, con il suo carattere, solo che perde a poco a poco l'istinto sessuale, e se lo nutri bene con cibo specifico di qualità ( quello per gatti sterilizzati) e fa movimento ha una bella vita e non ingrassa nemmeno.

    La mia esperienza è questa, sperando che tu gli vorrai veramente bene per tutta la sua, spero, lunga vita.

    A proposito delle cucciolate: tenere un solo gatto è già abbastanza impegnativo, specialmente se te ne occupi solo tu: non ti far prendere da fantasie assurde come fargli fare i cuccioli, ce ne sono già tanti nei gattili e ovunque ( e la maggiorparte muoiono).

    Per come sono io preferisco dare un futuro ad un gattino già esistente e comune, (sono talmente carini!) che preoccuparmi di cose come la razza e tutto ciò che ne consegue (la monta?) :/

    -------

    E' vero che i gatti non sono tutti uguali: magari potrebbe esserti anche capitato un raro caso di gatto asessuato. Solo in questo caso non lo sterilizzerei!:D

  • 2 mesi fa

    Io personalmente non decido di farli castrare perchè , a mio avviso è una vera e propria violenza nonchè  snaturalizazione . La castrazione , a mio parere si deve fare solo quando in un certo ambiente esterno ci sono troppi gatti . Per questi motivi io ti consiglio, semplicemente , di non tenere gatti in casa , di lasciarli vivere all'aperto , di portarli in posti meno pericolosi possibili ( cioè con poche automobili ...  ) e , eventualmente , di seguirli lì.  Per le altre tue domande se non castri il gatto  ( dagli 8 mesi in poi diventano sessualmente attivi ) ti ritroverai il gatto non solo a marchiare il territorio ma anche ad altri problemi ... . Poi considera che se un giorno non potrai più tenerlo non è che lo potrai lasciare molto facilmente ; oggi su questo ci sono leggi molto severe . Ripeto , il mio consiglio e non castrarlo e farlo vivere in posti all'aperto eccetera . Ciao .

  • Se non lo fai castrare, si svilupperà maggiormente (testa e corporatura), avrà più odore, tenderà a scappare per inseguire i suoi impulsi naturali. Dopo tornerà ma non sarà mai il tipico gatto di casa.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Fil
    Lv 7
    2 mesi fa

    Ti assicuro che in brevissimo tempo cambierai idea ......

    perchè mai ti dovrei insultare ??  

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Va in calore e se non lo fai uscire urla fino a farti impazzire o scappa

  • 2 mesi fa

    il gatto non castrato scappa di casa e non ritorna più perchè vuole creare e difendere i suoi territori giorno e notte,ti piscerà ovunque in casa e costantemente (la pipi di gatto maschio puzza peggio della pupu di cane, la peggior puzza che potresti immaginare, proprio fetida) in più se lo tieni a casa con la forza diventa aggressivo contro di te perchè vuole riprodursi, miagolerà giorno e notte, ti arriverà anche a graffiare, il problema e che le persone se lo trovano in giro, te lo portano in gattille oppure viene ucciso,investito o chi sa che cosa, ho perso due gatti perchè non li ho castrati,uno rubato, uno lo trovato morto al parco, poi ovviamente il carattere di un gatto non castrato dipende da gatto a gatto, su due gatti che ho avuto, vivendo in appartamento, facevano capricci se non uscivano, io sono contrario alla castrazione, però, al 90% il tuo scapperà di casa per sempre se non lo castri, a meno che non prendi qualche gatta, cosi si sfoga ^^

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Ciao! Se vivi in appartamento non c'è bisogno che lo castri. Se invece vivi in una villa, sarebbe necessario perché scapperebbe in cerca di una femmina e non tornerà più. Te lo dico per esperienza personale. 

    Comunque per quanto riguarda l'accoppiamento ti consiglio di lasciare perdere. Perché onestamente sentire dire "ha bisogno di fare sesso devo soddisfare i suoi bisogni" mi sembra una cosa assurdo fuori dal mondo. 

    Si fanno accoppiare per avere i cuccioli. Ma poi devi prenderti cura di loro. 

    Io sono contro la castrazione però dipende dalle situazioni. 

  • 2 mesi fa

    fa figli, non so che dirti

  • 2 mesi fa

    bella la parrucca blu che indossavi a bordo di quel furgoncino mercedes

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.