Contatore gas bloccato?

Salve, vorrei sapere a cosa vado incontro con la situazione che vi spiego.

Siccome da qualche mese non mi arrivavano più le bollette del gas della mia seconda casa, mi sono recato alla ditta erogatrice e mi ha spiegato che c era un problema di aggiornamento dei dati e ho dovuto volturare l'utenza a mio nome perché era ancora intestata a mio nonno. Fin qui tutto bene finché non chiedo a quanto ammonta il totale delle bollette arretrate non pervenutemi. 

Effettuano una ricerca e risulta che probabilmente il contatore è bloccato in quanto dalle letture effettuate dal tecnico durante l'anno, i numeri sono sempre gli stessi.

Ora io a cosa vado incontro visto che non so effettivamente da quando è bloccato? Io abito lì da meno di un anno e prima era affittata. I coinquilini hanno sempre pagato ma non so se già allora era bloccato e non avevano volturato nulla.

2 risposte

Classificazione
  • 4 sett fa

    Come diceva Arianna avverrà una ricostruzione dei consumi e aggiungo verrà fatta tenendo conto del tuo storico consumi. Puoi però cominciare tu a ricostruire i consumi chiedendo agli inquilini le loro bollette, loro in buone fede le hanno pagate ma potrebbero non aver notato di non star pagando il consumo ma solo le spese fisse. Sappi che dal gennaio 2020 i conguagli di 5 anni non sono più possibili, quindi non potranno andare troppo a ritroso (massimo 2 anni).

  • 4 sett fa

    La ricostruzione consumi per malfunzionamento del contatore del gas è un’operazione a carico del distributore, il quale riceve una richiesta di verifica del contatore stesso da parte dell’utente che segnala un’anomalia nella rilevazione dei consumi e/o un guasto al contatore. Esistono due differenti ricostruzioni dei consumi. La prima è prevista quando il distributore ha la possibilità di risalire alla data esatta del momento del guasto. La seconda tipologia di ricostruzione dei consumi invece viene svolta quando il distributore non ha l’opportunità di risalire al momento esatto in cui il contatore ha smesso di funzionare correttamente. Nel primo caso, la ricostruzione dei consumi si basa sul periodo di tempo che va dal momento del guasto del contatore alla data di verifica da parte del distributore. Nel secondo caso invece, la ricostruzione dei consumi per malfunzionamento del contatore del gas si basa su un arco tempo compreso tra la data dell’ultima bolletta del gas non contestata dal titolare della fornitura e la data di verifica eseguita dal distributore. La ricostruzione dei consumi viene disciplinata dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente). L’Autorità di recente ha stabilito come non sia possibile compiere una ricostruzione dei consumi che coinvolga un periodo superiore ai cinque anni.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.