Medea ha chiesto in Affari e finanzaCredito · 2 mesi fa

Il direttore di banca puo impedirti di accreditare sul tuo conto delle vincite online?

Oggi ho vissuto una situazione paradossale , ho il viziaccio di giocare online e nel mese scorso mi è capitato di vincere (per una volta) delle somme di denaro che ho accreditato sul mio conto,senonche sono andata in banca per altre cose e mi sono sentita chiamare dal direttore per sapere come mai ho degli accrediti tramite pos sul mio conto e ha farneticato di norme antiriciclaggio e amenita varie e mi ha detto che devo limitare questo tipo di transazioni....Preciso ovviamente che è tutto legale (siti Snai e Sisal).La mia domanda è il comportamento di questo direttore è normale????

Ciao

Aggiornamento:

forse  non mi sono spiegata gli accrediti sul mio conto sono di snai e sisal 2 portali online con regolare licenza statale e che sui movimenti del conto risultano - è tutto alla luce del sole!!!! e l'accredito massimo è stato di 1100 euro

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    2 mesi fa
    Risposta preferita

    Forse tu non sai che nelle banche italiane vengono fatte a sorpresa ispezioni severissime da parte di Bankitalia. In queste ispezioni vengono tra l'altro rilevate operazioni "anomale" in quanto non ricorrenti né abituali (come invece è l'accredito dello stipendio) e di queste operazioni vengono chieste spiegazioni al direttore della filiale (il quale per le leggi antiriciclaggio è obbligato a vigilare su ogni anche più piccola anomalia di questo genere nonché a segnalarle agli organismi competenti quando è il caso). Il direttore della tua banca voleva solo sapere la provenienza dell'accredito sul conto per fare un'annotazione a margine della stessa e non trovarsi nella "mèrda" non sapendo che cosa rispondere nel caso di una di queste ispezioni.  

    Oltre a queste ispezioni ci sono anche quelle degli uffici Ispettorato interni alla banca stessa che fanno gli stessi identici controlli per via telematica (e questi non li fanno solo sporadicamente ma li fanno tutti i santi giorni) e fanno un cùlo nero al direttore che ha omesso di vigilare e segnalare come invece è tenuto a fare per legge.

    Aggiorna: perché un'operazione sia considerata "anomala" non occorre che sia d'importo esagerato, bastano anche 1000€ di cui non si capisce la provenienza sul conto di qualcuno che non riceve mai accrediti se non quelli ordinari e soliti (tipo stipendio o pensione o bonifico per affitti, ecc. ecc.). Se invece nella causale del tuo accredito compariva chiaramente che si trattava di una vincita Snai o Sisal più che legale allora è il tuo direttore che è un tanghero se ti ha fatto problemi che invece non esistono!   

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Guarda, stai tranquilla. Forse hai trovato un direttore di banca estremamente "spaventato". Sì, te lo dico per esperienza sul campo, i controlli antiriciclaggio da parte degli uffici preposti in certi istituti rasentano lo stalking per i responsabili di filiale. E non solo, anche per noi poveri operatori di sportello.

    Ti dico, se lui ha visto "di colpo" una serie di accrediti "anomali" rispetto alla tua normale movimentazione, e che in più si avvicinano ai 3/4 mila euro in un lasso di tempo di due/tre giorni...si sarà messo in guardia. Perché a fronte di persone oneste, ci sono anche molti -in gergo bancario- "tarabascani" che riciclano attraverso i metodi più ingegnosi (fra cui la falsa vincita). Poco male, tu sei dalla parte del giusto. Avrai anche un supporto documentale aggiuntivo che testimonia la vincita? Portaglielo, e firma la dichiarazione in cui riporterai ufficialmente che si tratta di una vincita ed a cui lui allegherà la documentazione aggiuntiva "nero su bianco" che certifica l'origine di quei soldi. Così, hai il movimento nell'estratto conto che reca dicitura "snai/sisal". In più ci sarà lo scontrino/ricevuta/documentazione che sottoscriverà la provenienza lecita! degli accrediti. Fine, non c'è mica altro da aggiungere. 

  • 2 mesi fa

    Questo perché vai da banche con direttori poco seri. Comunque fai come ti dice sennò poi la finanza ti controlla, e ti dico che è una rottura perché ci sono passato due anni fa. 

  • clara
    Lv 7
    2 mesi fa

    La banca é tenuta a segnalare all’agenzia delle entrate versamenti in contanti superiori ai 10mila euro o altri movimenti sospetti.

    Ha ragione sulle norme antiriclaggio, non puoi versare un tot di banconote al giorno, il numero di banconote da versare può cambiare da banca a banca.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.