Mario ha chiesto in Arte e culturaStoria · 8 mesi fa

Qual è stato il ruolo del radar nella seconda guerra mondiale?

So che fu molto importante, ma potreste dirmi magari un pizzico della sua storia e qualche episodio in cui è stato determinante? E poi, come hanno fatto i giapponesi ad eludere quelli statunitensi a Pearl Harbor? Grazie

2 risposte

Classificazione
  • ?
    Lv 7
    8 mesi fa
    Risposta preferita

    La tecnologia alla base del funzionamento del radar era in corso di studio e di sviluppo negli anni Trenta nei principali Stati del mondo, in Germania, Italia, Regno Unito, Stati Uniti d'America, Unione Sovietica e Giappone: si basava e si basa tuttora sull'emissione di radiazioni elettromagnetiche con lunghezza d'onda variabile, metrica o centimetrica, e sulla riflessione delle stesse da parte di oggetti di grandi dimensioni in volo o sul mare, che rimandano un'eco alla sorgente. In Gran Bretagna fu costruita una catena di stazioni radar costiere (Chain Home) con lo scopo di monitorare costantemente l'arrivo di flotte aeree nemiche, stabilirne la direzione, la consistenza, la distanza e allertare per tempo le squadriglie della RAF in modo da contrastare le incursioni della Luftwaffe. Le stazioni radar si rivelarono essenziali per sventare il piano di Hitler e Göring durante la Battaglia d'Inghilterra (luglio-ottobre 1940): distruggere i velivoli della Royal Air Force a terra, negli aeroporti, così da acquisire il dominio dell'aria necessario a garantire la copertura aerea alle navi della flotta di superficie della Kriegsmarine in caso d'invasione della Gran Bretagna (Operazione Leone Marino). I Tedeschi non compresero mai il ruolo determinante di queste installazioni militari, però costruirono a loro volta un sistema di allerta notturno, chiamato dagli Alleati "Linea Kammhuber", basato sui radar Freya e Würzburg per "illuminare" gli squadroni di bombardieri notturni della RAF (o diurni della USAAF) inviati a bombardare le fabbriche di armi e le raffinerie di petrolio del Terzo Reich. L'impiego del radar si rivelò decisivo anche nella battaglia navale di capo Matapan (27-29 marzo 1941): la Regia Marina fu sconfitta dalla Royal Navy (con l'affondamento di 3 incrociatori pesanti e 2 cacciatorpediniere da parte dei Britannici, a fronte di perdite nemiche irrisorie), proprio a causa della mancanza di radar e portaerei nella flotta italiana, oltre ad altre deficienze, come la scarsa precisione delle artiglierie e la sottovalutazione delle informazioni estrapolate dall'analisi del traffico radio. 

    Quanto a Pearl Harbor, il 7 dicembre 1941 gli operatori radar statunitensi si accorsero dell'arrivo della prima ondata di cacciabombardieri giapponesi, ma li scambiarono per bombardieri B-17 in arrivo dalla California.     

  • Anonimo
    8 mesi fa

    non so chi fosse!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.