Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 10 mesi fa

Quello che è certo è che non c'è alcuna unità d'intenti. Per ogni cosa c'è tutto e il contrario di tutto...?

7 risposte

Classificazione
  • 10 mesi fa
    Risposta preferita

    Credo ti riferisca ad un certo pluralismo d'idee quasi sfrenato capace di partorire nel medesimo momento idee agli antipodi anche in campi come lo sviluppo sociale dove sarebbe utile un'idea o un obiettivo unico da perseguire con un'unica strategia. (uno o al più un numero di obiettivi/strategie che almeno non siano contraddittorie)

    Le motivazioni che portano a questa grande confusione sono di carattere storico e sociale molto complesse: da una parte c'è senza ombra di dubbio l'effetto del crollo delle ideologie del '900, dall'altra le lotte per le libertà individuali. Nel mezzo tante cose che ignoro. 

    Quel che è certo è che il crollo delle ideologie ha fatto bene alla società in genere perché in questo modo idee molto diverse dall'opinione comune possono crescere. Dall'altra è caduto un riferimento (uno o più se si considera la minor importanza data alle religioni soprattutto quelle "classiche" e strutturate) riconosciuto da tutti come parametro di confronto del proprio comportamento o delle proprie opinioni. {anche un'etica come quella di Kant che cercava di essere universale si basava su riferimenti riconosciuti, nel suo caso il "dovere". Per questo chiedo correzioni} 

    Se noti per supplire a ciò (giustamente) sono stati stilati trattati internazionali come le Dichiarazioni Universali (dell'uomo, della donna, del bambino...). Quelle però sono indicazioni generali, che non indicano la strada per gli obiettivi che si pongono. Ecco che tutto è opinabile fino ad arrivare al punto che la pura realtà si modifica in funzione delle proprie idee (terrapiattismo) o che neanche la comunità scientifica viene creduta.

    Anche le libertà personali e le lotte per conquistarle sono state preziose: si parla ormai senza timore e come fossero cose normali o dovute quando si parla di diritti, di emancipazione femminile, di uguaglianza sociale. Si continua a lottare per questi e giustamente. Quello che si è perso di vista è (spesso) una visione comunitaria, di gruppo come società umana. Del grido della Rivoluzione Francese "liberté égalité fraternité" sono rimasti i primi cardini: uguaglianza e libertà. Raramente si parla di fratellanza, di un'appartenenza alla stessa razza e di conseguenza di obiettivi comuni da perseguire con strategie che collidano le une con le altre. In quest'ottica l'individualismo sfrenato è controproducente.

    (curioso notare che le religioni monoteiste risolvono queste questioni riconoscendo ogni credente come "figlio" di uno stesso "Padre" e per questo un "fratello. Ma la religione non è un'idea, non si può convincere qualcuno a credere. L'allontanamento dalle religioni ha provocato anche questo. Può benissimo essere un effetto momentaneo, finché l'Uomo come società non raggiunga una consapevolezza ulteriore. Io però non sono Nietzsche )

    Concludo osservando che per le dimensioni della nostra società, esiste una certa "inerzia" e che benché non sembri la maggior parte delle persone è pronta a collaborare mettendo da parte il propri scopi. Non c'è da farsi troppe illusioni (come animali siamo portati ad agire per nostro favore) però quell'unità di intenti di cui parli si può trovare, con la giusta pazienza e, anche se non piace, con i giusti compromessi.

    PS vorrei darti fonti, ma sono considerazioni accumulate nel tempo e di cui non ricordi chi me ne abbia parlato. Se davvero ci tieni potrei avere un contatto cui posso chiedere. Io non sono mai andato molto oltre quello che leggi qui

  • Anonimo
    10 mesi fa

    fatti meno le sèghe

  • Anonimo
    10 mesi fa

    E chissà perché sempre contro il popolo Italiano poi...

  • Anonimo
    10 mesi fa

    Come certa gente che si finge buona solo per sapere i fatti degli altri, poi magari non sanno fare i genitori nemmeno con un/a figlio/a.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 mesi fa

    infatti offendono solamente e la cosa bella è che nemmeno conoscono il ‘nome’ o la loro storia 🙃

  • DIEGO.
    Lv 7
    10 mesi fa

    Quando si vuole il contrario dell'altro succede            

  • ept
    Lv 7
    10 mesi fa

    si è certissimo, se ci fosse sarebbe male.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.