Anonimo
Anonimo ha chiesto in Relazioni e famigliaFamiglia · 2 mesi fa

È normale che i miei genitori non mi lascino uscire la sera a 16 anni?

Ho 16 anni e i miei genitori non mi danno neanche un orario né niente proprio 0.

Vedere i miei amici uscire e divertirsi mi fa ridere dentro ma non per invidia è perché vorrei essere li con loro. La cosa che mi da anche fastidio é vedere quelli più piccoli di me uscire e io devi stare rinchiuso in casa.

Ho provato a parlargli ma mio padre dice che non é ancora il momento e che ho solo 16 anni 

Mia madre mi dice che lei a 16 anni non la facevano in poche parole respirare e anche se abbiamo parlato per 1 ora non ne è uscito niente .

Di pomeriggio devo tornare alle 7 e mezza perché loro devono mangiare alle 7 e mezza fissi sia mio padre che mia madre(sono separati). 

Datemi qualche consiglio per sbloccare la situazione anche perché sono un bravo ragazzo non bevo non fumo e porto dei buoni voti.

Aggiornamento:

Grazie ragazzi ho insistito a lungo e ne ho parlato altre tre volte adesso la situazione è migliorata. 

Non è come per gli altri ragazzi ma per me va già bene grazie ancora

8 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa

    Il fatto che tu sia un bravo ragazzo è senza dubbio un merito ma non basta. Bisogna che la tua sicurezza che non farai mai niente di male giunga ai tuoi genitori. Ti dirò, io vivevo a Roma alla tua età, ed uscivo spesso la sera, tornando anche tardi, anche durante la settimana. I miei non mi dicevano niente perché poi a scuola ero il primo della classe. Eppure andavo in luoghi pericolosi, vivevo nell'estrema periferia e la sera giravo tra bus notturni, tossici ed immigrati. Però ero il quarto figlio, quindi le apprensioni dei miei genitori erano minori. Credo di avere adesso l'età dei tuoi genitori, quindi capisco il loro sconcerto nel vedere così cambiata la società, vedere i giovani che si ubriacano, fumano e si drogano (le "canne" sono una droga, ricordalo). Non è che non abbiano fiducia in te, ma hanno paura che tu, frequentando le "cattive compagnie", ti rovini. E sarà così, e ti spiego il perché: se vai con gente che beve, fuma e si droga, prima o poi, non sarà oggi né domani, ma magari tra un anno, un bicchiere e una tirata te la farai pure tu, non fosse altro per quel maledetto meccanismo di emulazione che tanto va sempre di moda tra i giovani. L'unica cosa che ti resta da fare è di continuare a parlarne coi tuoi genitori, e con i discorsi prima o poi verrà fuori la tua maturità e responsabilità. Più ti faranno pesare la cosa, più sarai responsabile quando uscirai. Il fatto che i tuoi siano separati, peggiora la tua situazione, perché loro si sentono già in colpa verso di te per averti traumatizzato con la loro separazione. Tu parlaci, continua sempre, non ti arrendere. Servirà a stabilire un contatto forte, un canale di comunicazione privilegiato, e se loro saranno sicuri che tu dirai loro sempre tutto, allora inizieranno a fidarsi di più. Racconta loro cosa fai, cosa fanno i tuoi amici, cosa ti piacerebbe fare, cosa pensi delle varie cose... Chiaramente ti vedranno sempre come un ragazzo, ma almeno come un ragazzo con la testa sulle spalle!

  • 2 mesi fa

    certo che è normale vivi in una città che è una giungla selvaggia dove tutti accoltellano, stuprano, scippano a volontà !!!

  • 2 mesi fa

    Non è assolutamente normale che a un figlio (specialmente a 16 anni in cui dovresti avere molte ma mooolte più libertà e permessi) ti vietino di uscire, è inconcepibile, manco fossi un drogato o alcolizzato che abbia subito un incidente stradale. Se non funziona parlarne o esci di nascosto o chiami gli assistenti sociali, dato che questo è sequestro di persona e anche se non sei maggiorenne ti ascolteranno di sicuro. Il fatto che siano stati condannati a un infanzia orribile non giustifica nulla, purtroppo esistono genitori così.

  • 2 mesi fa

    Allora, a me è successa la stessa cosa. Ho 17 anni e sono femmina, mi lasciavano uscire fino alle 22:30 massimo. Io vedevo i miei coetanei che andavano in discoteca e facevano tardi, così decisi di scrivergli una bella lettera lunga dove spiegavo tutto quanto, loro all’inizio l’hanno presa male, poi parlandone le cose si sono sistemate. In pratica abbiamo trovato dei compromessi, io dovevo far conoscere a loro i miei amici, magari organizzando una grigliata. Mentre per il discorso del far tardi o meno, se volevo andare in discoteca andava bene a patto che venisse mio padre a prendermi, così era sicuro che tornavo a casa. Fidati che parlarne aiuta, continua ad insistere! Non sai quanto ho dovuto insistere io prima di ottenere questo risultato..

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    Ciao Matteo! Mi dispiace che i tuoi non ti facciano uscire.

    Dovrebbero!

    Devi cercare di parlarci di nuovo.

    Innanzitutto devi capire perché non ti fanno uscire.

    Non si fidano? Perché non si fidano? Hanno paura? Di cosa? Ovvio che i tuoi nonni non facevano uscire tua madre quando aveva 16 anni: non esisteva il cellulare! E comunque secondo me quando i figli hanno tra gli 11 e i 13 anni bisogna cominciare a dargli un po' di fiducia e farli uscire.

    Quindi anche con tua madre hanno sbagliato.

    Cioè, cavolo, tu tra un po' ti diplomi e diventi maggiorenne, non sei un bambino.

    E poi, diciamolo chiaramente, il mondo esterno è molto più pericoloso per le ragazze che per i ragazzi.

    È triste, ma è così...

    Tu non rischi poi così tanto.

    I tuoi genitori conoscono i tuoi amici? Dovresti farglieli conoscere o almeno vedere, così saranno più tranquilli quando gli dirai: "Esco con X, Y, Z".

    Sapranno già chi sono e si sentiranno più tranquilli.

    Magari digli che gli manderai un messaggio quando raggiungi i tuoi amici e uno quando stai per tornare e promettigli che rimarrete nella vostra zona, senza allontanarvi troppo.

    Probabilmente i tuoi aspettano che tu compia 18 anni, ma digli che non ha senso tenere una persona chiusa in casa per 18 anni e poi sbatterla fuori all'improvviso: meglio abituarsi gradualmente, no?

    Prova un po' tutte queste cose e forse riuscirai a convincerli.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    No che non è normale esco di più io che ho 14 anni. Ovviamente non esco tutte le sere solo alcune volte il sabato con le amiche. Tra due anni fai i 18 anni e non poter neanche uscire è esagerato non hai mica 3 anni.

  • 2 mesi fa

    Penso sia assurdo che i genitori non lasciano uscire un ragazzo di 16 anni. I miei genitori non mi hanno mai dato orari né mi hanno mai impedito di uscire. Avere una vita sociale è importante a quell’età. Devi insistere. Parlaci di nuovo 

  • Anonimo
    2 mesi fa

    inizia a farti di coca e poi tutto andrà meglio !!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.