Non pensate che la religione cristiana contraddica la parola di dio?

Insomma di dice sempre di non fare statue di dei e di non pregare alcun dio che non sia egli e invece noi preghiamo statue della madonna santi e cosí via e mangiamo il maiale 

Aggiornamento:

C 'é qualcosa che non va 

8 risposte

Classificazione
  • 4 mesi fa
    Risposta preferita

    Non esiste "LA religione cristiana", esistono molte religioni cristiane differenti che si somigliano, ma che interpretano le scritture in modo contraddittorio.

    Se per religione cristiana ti riferisci alla chiesa cattolica apostolica romana, che è quella più diffusa e conosciuta in Italia, allora possamo vedere che non segue ciò che la Bibbia insegna riguardo a molte dottrine:

    1) La preghiera:  come hai detto nei dettagli dobbiamo rivolgerci solo a Dio Padre e a nessun altro, a Lui solo è dovuto il culto, l'adorazione la venerazione che ne è il sinonimo, secondo il primo comadamento del decalogo... che dice anche di non farsi immagini e sculture.

    A peggiorare questa trasgressione vi è l'adorazione delle reliquie (presunte) e gli ex voto, come se statue, oggetti ecc. possano elargire grazie.

    Questo è palese paganesimo come lo è il modo errato di pregare con vane ripetizioni come avviene con la recita del rosario.

    Dovremmo invece avere un colloquio con Dio Padre, spontaneo, onesto e sincero aprendogli il nostro cuore senza recitare a memoria parole vuote che non vanno oltre il soffitto della nostra camera.

    Esodo 20:4-5

    Non farti scultura, né immagine alcuna delle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra. Non ti prostrare davanti a loro e non li servire.

    Matteo 6:5-8

    5 «Quando pregate, non siate come gli ipocriti; poiché essi amano pregare stando in piedi nelle sinagoghe e agli angoli delle piazze per essere visti dagli uomini. Io vi dico in verità che questo è il premio che ne hanno. 6 Ma tu, quando preghi, entra nella tua cameretta e, chiusa la porta, rivolgi la preghiera al Padre tuo che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, te ne darà la ricompensa.

    7 Nel pregare non usate troppe parole come fanno i pagani, i quali pensano di essere esauditi per il gran numero delle loro parole. 8 Non fate dunque come loro, poiché il Padre vostro sa le cose di cui avete bisogno, prima che gliele chiediate. 

    2) Il battesimo e il dono dello Spirito Santo:

    Sono due ordinanze indispensabili per entrare nel Regno di Dio, come Gesù disse a Nicodemo.

    Il Battesimo segue la fede in Gesù Cristo ed il sincero pentimento, siboleggia la morte al peccato e la resurrezione a nuova vita, questo simbilo è racchiuso nel nome del sacramento stesso che sugnifica IMMERGERE.

    Essere sepolti nell'acqua che ci purifica e risalire dall'acqua risorti e ripuliti dei nostri peccati, non di quelli di qualcun'altro.

    Un neonato non esercita la fede, non può pentirsi perchè inconsapevole di peccare, non ha bisogno di battesimo perchè non ha alcuna colpa, soprattutto non ha la colpa della trasgressione di Adamo che è già stata da Dio perdonata ed espiata da Cristo nel Giardino del Getsemani.

    Credere che un neonato abbia in se una colpa non sua rende Dio Padre ingiusto e nega il valore dell'Espiazione di Gesù Cristo. 

    Ciò è una grave apostasia.

    Il Dono dello Spirito Santo veniva dato dagli Apostoli per imposizione delle mani affinche restasse con il Battezzato per sempre.

    Giovanni 3:3-5

    3 Gesù gli rispose: «In verità, in verità ti dico che se uno non è nato di nuovo non può vedere il regno di Dio». 4 Nicodemo gli disse: «Come può un uomo nascere quando è già vecchio? Può egli entrare una seconda volta nel grembo di sua madre e nascere?» 5 Gesù rispose: «In verità, in verità ti dico che se uno non è nato d'acqua e di Spirito, non può entrare nel regno di Dio.

    Atti 8:35-38

    35 Allora Filippo prese a parlare e, cominciando da questo passo della Scrittura, gli comunicò il lieto messaggio di Gesù.

    36 Strada facendo, giunsero a un luogo dove c'era dell'acqua. E l'eunuco disse: «Ecco dell'acqua; che cosa impedisce che io sia battezzato?» 37 [Filippo disse: «Se tu credi con tutto il cuore, è possibile». L'eunuco rispose: «Io credo che Gesù Cristo è il Figlio di Dio».] 38 Fece fermare il carro, e discesero tutti e due nell'acqua, Filippo e l'eunuco; e Filippo lo battezzò. 

    Atti 8:14-17

    14 Allora gli apostoli, che erano a Gerusalemme, saputo che la Samaria aveva accolto la Parola di Dio, mandarono da loro Pietro e Giovanni. 15 Essi andarono e pregarono per loro affinché ricevessero lo Spirito Santo; 16 infatti non era ancora disceso su alcuno di loro, ma erano stati soltanto battezzati nel nome del Signore Gesù. 17 Quindi imposero loro le mani, ed essi ricevettero lo Spirito Santo.

    3) La proibizione del Matrimonio a uomini e donne contro il primo comandamento dato da Dio agli esseri umani "crescete e moltiplicate e polate la terra" e in contraddizione a quanto affermato da Paolo nella prima lettera a Timoteo riguardo ai Vescovi ed al matrimonio.

    1 Timoteo 3:1-5 (CEI)

    1 È degno di fede quanto vi dico: se uno aspira all'episcopato, desidera un nobile lavoro. 2 Ma bisogna che il vescovo sia irreprensibile, non sposato che una sola volta, sobrio, prudente, dignitoso, ospitale, capace di insegnare, 3 non dedito al vino, non violento ma benevolo, non litigioso, non attaccato al denaro. 4 Sappia dirigere bene la propria famiglia e abbia figli sottomessi con ogni dignità, 5 perché se uno non sa dirigere la propria famiglia, come potrà aver cura della Chiesa di Dio?

    1 Timoteo 4:1-3 (CEI)

    1 Lo Spirito dichiara apertamente che negli ultimi tempi alcuni si allontaneranno dalla fede, dando retta a spiriti menzogneri e a dottrine diaboliche, 2 sedotti dall'ipocrisia di impostori, già bollati a fuoco nella loro coscienza. 3 Costoro vieteranno il matrimonio...

    Solo questi tre punti sono sufficienti a dimostrare e comprendere che l'apostasia, le eresie conciliari, la cattiva coscienza di chi ha manipolato le Sacre Scritture stravolgendone spesso il significato ispirato, siano la fonte delle contraddizioni, non solo cattoliche, ma anche di altre religioni che si definiscono cristiane senza seguire gli insegnamenti di Dio Padre e Gesù Cristo. 

     

     

  • Anonimo
    4 mesi fa

    Tantissime cose non vanno, le contraddizioni in materia religiosa sono una marea.

  • 3 sett fa

    La religione è scritta e interpretata da molti uomini, viene tradotta in molte lingue. segui qualche video di Mauro Biglino per farti una tua opinione personale. Ciò non esclude che Dio possa esistere, anzi

  • astro
    Lv 4
    4 mesi fa

    Cosa dice la Parola di Dio circa il farsi immagini da usare come oggetti di culto?

    Eso. 20:4, 5, CEI: “Non ti farai idolo né immagine alcuna di quanto è lassù nel cielo né di quanto è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra. Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai [“né renderai loro un culto”, Ga]. Perché io, il Signore [“Jahve”, Ga], sono il tuo Dio, un Dio geloso”.  (Nota che il divieto riguardava il farsi immagini e il prostrarsi davanti a loro).

    Lev. 26:1, CEI: “Non vi farete idoli, né vi erigerete immagini scolpite o stele [“colonna sacra”, NM], né permetterete che nel vostro paese vi sia pietra ornata di figure, per prostrarvi davanti ad essa; poiché io sono il Signore vostro Dio”. (Non si doveva erigere nessuna immagine davanti alla quale il popolo potesse prostrarsi in adorazione).

    2 Cor. 6:16, CEI: “Quale accordo [c’è] tra il tempio di Dio e gli idoli? Noi siamo infatti il tempio del Dio vivente”.

    1 Giov. 5:21, Ga: “Figlioletti, guardatevi dagli idoli [“idoli”, EP, PIB; “falsi dèi”, CEI]!”

    È vero che molti di coloro che baciano le immagini religiose o che si inchinano, pregano e accendono candele davanti ad esse non si considerano idolatri o adoratori di immagini. Per esempio, i cattolici asseriscono di venerare le immagini di Cristo e di Maria non perché le immagini in se stesse abbiano qualcosa di divino, ma a motivo di coloro che esse rappresentano. L’Enciclopedia Cattolica afferma: “Si tratta di un culto relativo, tale, cioè, che non si riferisce all’immagine o all’oggetto sacro per se stesso, ma piuttosto alla persona rappresentata o a Dio”. Il clero cattolico ha insegnato che non c’è nulla di male a venerare un’immagine purché tale venerazione sia inferiore a quella dovuta a Dio stesso.

    Di fatto è l’immagine stessa che viene venerata. Anche la New Catholic Encyclopedia ammette che tale venerazione è “un atto di adorazione”. Nondimeno Gesù Cristo escluse l’uso di immagini come mezzo per accostarsi a Dio quando disse: “Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me”. (Giovanni 14:6) Non c’è da meravigliarsi quindi che i cristiani del I secolo ripudiassero l’uso delle immagini nell’adorazione.

    Le dottrine fondamentali della cristianità non si basano sulla Bibbia ma su antichi miti, miti greci, egiziani, babilonesi e altri. Insegnamenti come quelli dell’immortalità innata dell’anima umana, del tormento eterno nel fuoco dell’inferno, del purgatorio e della Trinità (tre persone in un Dio) non trovano riscontro nella Bibbia.

    Considera, ad esempio, l’insegnamento secondo cui i cattivi saranno torturati per sempre in un inferno di fuoco. Che effetto vi fa questa idea? Molti la trovano ripugnante. Reputano irragionevole che Dio torturi per sempre gli uomini, costringendoli a soffrire pene atroci. Una simile idea diabolica è contraria all’Iddio della Bibbia, poiché “Dio è amore”. (1 Giovanni 4:8) La Bibbia dice chiaro e tondo che un simile insegnamento ‘non è salito in cuore’ all’Onnipotente Dio. — Geremia 7:31; 19:5; 32:35.

     Oggi molte religioni, incluse le chiese della cristianità, insegnano che gli uomini hanno un’anima immortale, la quale alla morte va in cielo o all’inferno. Questo non è un insegnamento biblico. Invece la Bibbia dice chiaramente: “I viventi sono consci che moriranno; ma in quanto ai morti, non sono consci di nulla, . . . poiché non c’è lavoro né disegno né conoscenza né sapienza nello Sceol [la tomba], il luogo al quale vai”. (Ecclesiaste 9:5, 10) E il salmista dichiara che alla morte l’uomo “torna al suo suolo; in quel giorno periscono in effetti i suoi pensieri”. — Salmo 146:4.

    Tuttavia il fallimento del clero e delle chiese della cristianità, come pure il fallimento di altre religioni che non fanno parte della cristianità, non significa che la Bibbia abbia fallito. Né significa che Dio abbia fallito. Piuttosto la Bibbia ci parla di un Essere Supremo che davvero esiste e si interessa di noi e del nostro futuro. Mostra come egli ricompenserà le persone sincere che vogliono fare ciò che è giusto, che vogliono veder trionfare la giustizia e la pace su tutta la terra. Mostra anche che oggi esiste una vera religione che ha l'approvazione di Dio, spiega perché Dio ha permesso che esistessero malvagità e sofferenze e come libererà la terra da coloro che danneggiano i loro simili, nonché da quelli che asseriscono di servirlo ma non lo servono.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 mesi fa

    Ciao Dante io ho letto i libri di Paramahansa Yogananda che ha fondato la self realization fellowship SRF di los Angeles, Yogananda venne al mondo già illuminato pero anche la sua vita sembrava come la nostra lo si legge nel libro l Autobiografia di uno Yogi in cui racconta l incontro con Sri Yukteswar, questa alta figura spirituale di grande saggezza 

    Paramahansa Yogananda ha portato alla luce il cristianesimo originario spiegando bene lo stato di coscienza di Gesù Cristo uno con Dio nella beatitudine, cosi Yogananda ha parlato dell anima la meditazione un momento in cui uno tramite la tecnica che dava lui Hong so la mente si calma e riusciamo a percepire qualcosa di Dio, in effetti tutto quello che dice ci fa capire più cose sulla religione ha scritto verso la realizzazione del Se l eterna ricerca dell uomo, il Divino Romanzo, dove splende la luce, i Sussurri dell eternità to be victorius in life, living fearlessly, why God permits evil and how to rise above it, la legge del successo 

    Quel qualcosa che non va Yogananda l ha tolto portando la conoscenza, poi uno diventa più religioso secondo me

    Un suo libro sulla meditazione scritto da chi ha vissuto con swami kriyananda è la meditazione di Yogananda manuale per trovare te stesso e la gioia che stai cercando di jayadev jaerschky ed Ananda 

  • Priest
    Lv 5
    4 mesi fa

    ........studia il vangelo

  • 4 mesi fa

    la verità è che il NT non ha nulla da spartire con la Bibbia, altro non è che un ignobile parassita che s'è attaccato al libro degli ebrei per avere delle referenze che non ha e non avrà mai. Solo animali senza lume di ragione possono credere a quelle menzogne impudenti.

  • 4 mesi fa

    "Io sono il Signore, tuo Dio. Non avrai altri dei all'infuori di me". 

    I cristiani di oggi NON sono gli ebrei di tremila anni fa, capacissimi di "tradire" Jahweh e farsi idoli di ogni genere. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.