Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaAnimali da compagnia - Altro · 5 mesi fa

Amo gli animali... ma mangio la carne?

A volte mi sento incoerente con me stessa. Odio i maltrattamenti e gli abusi verso gli animali, ma allo stesso tempo li mangio a tavola... Molte persone giustificano i comportamenti sbagliati verso di loro perché li considerano inferiori all'uomo ma la verità è che anche l'uomo è un animale e che ogni animale ha la sua dote: le formiche la forza, i gufi la vista, ecc... e l'uomo la ragione. Infatti gli animali vanno per istinto, ma non vuol dire che non abbiano sentimenti! In ogni caso io a volte rifletto e mi sento in colpa... Ma poi penso che mangiare carne fa parte del ciclo della vita, no? Anche per gli animali è così. Che ne pensate voi?

8 risposte

Classificazione
  • 5 mesi fa

    Capisco molto bene il conflitto interiore di chi ama gli animali, ma se ne nutre.

    Sono il fodatore di una sezione del Movimento Animalista L.e.i.d.a.a.

    e amo gli animali, ne ho accolti in famiglia tanti e di molte specie diverse, compreso un topolino da soffitta e uno da giardino che andava avanti e indietro quando lasciavamo aperte le vetrate del salone, pesci, uccellini, coniglio nano, cani, gatti, ecc. ed un cavallo, che è l'unico che non è entrato in casa per ovvie ragioni.

    Eppure io non sono ne vegetariano ne vegano come altri del movimento, mangio carne con moderazione, ma la consumo.

    Le considerazioni da fare sono tante:

    Gli animali sono esseri senzienti e quindi hanno dei sentimenti e lo dimostrano, però sono parte della catena alimentare ed anche le piante secondo alcuni studi hanno una sensibilità.

    Sia gli animali che le piante sono stati dati per il nutrimento dell'essere umano, che deve usarne con rispetto, saggezza e senza infierire, soprattutto oggi che è possibile ridurre al minimo le sofferenze sia nell'allevamento che nell'abbattimentoo cattura del pescato.

    Il problema sono le storture dello sfruttamento intensivo ed irrispettoso della natura.

    Le carni, bovine, equine, suine, ovine, del pollame ecc. e soprattutto il pesce contengono delle sostanze molto importanti per la salute umana, ed i legumi per esempio se pur contengono le proteine della carne, non danno lo stesso contributo in temini di alcune vitamine ed acidi grassi omega3 essenziali.

    Credo che invece di questi atteggiamenti un po' di moda e politicaly correct sarebbe auspicabile un impegno sul territorio in difesa di tutti gli animali, sia domestici che selvatici, e contro la caccia che non è più necessaria, ma solo uno "sport" crudele.

    La scelta è personale, come per la religione, e secondo me non bisogna cadere nel bigottismo dogmatico, ma valutare senza interferenze ideologiche una scelta importante per la propria salute.

  • Beavis
    Lv 7
    5 mesi fa

    Anche io amo (brutalmente) gli animali ma mangio carne e pesce. Tuttavia non vedo il problema...è la natura...anche leoni e tigri mangiano carne, e quindi sono forse cattivi??

    La natura ci ha fatti così...ed un giorno moriremo tutti...

    Per me l'impegno verso la natura e gli animali non sta nel non mangiarle, ma nel proteggere i parchi nazionali, da considerarsi una specie di santuari, e dedicare ampie porzioni di territorio agli animali e la natura.

    PEACE

    :-P

  • 4 mesi fa

    Mangiare carne è una cosa naturale, io amo molto gli animali e mangio carne!!! Il mio cane che adoro odia i gatti e altri animali...  Tuttavia trovo inamissibile maltrattare gli animali negli allevamenti o in qualunque altro luogo. Dovrei spiegarlo al mio cane che comunque continuerà a mangiare carne come me

  • Anonimo
    4 mesi fa

    Ciao, anch'io ho fatto più volte la tua riflessione, soprattutto perché sappiamo come sono gli allevamenti oggi.

    Per valutare meglio ed essere equilibrati credo sia giusto considerare anche il punto di vista di chi ha creato gli animali..in questo articolo si parla proprio di questo, di come all'inizio della storia umana non si mangiasse la carne, e del perché poi fu introdotta. L'ho trovato interessante. https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/101997568#h=1:... 

    In ogni caso la crudeltà è sbagliata e quando è possibile è bene scegliere prodotti provenienti da allevamenti etici.Saluti  

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 5 mesi fa

    Anche io li adoro ma il barbecue ormai è una tradizione tra amici il fine settimana 

  • 5 mesi fa

    Credo che la differenza sostanziale sia il non torturare gli esseri viventi.

    Senza scomodare il danno psicologico di macellare una bestia si potrebbe fare l'esempio banale del latte, dove per produrre il latte la vacca deve essere sempre nel ciclo di gestazione oppure i numerosi trucchi e cosmetici testati su scimmie, maiali e topi... 

    Purtroppo per vivere a misura di animali bisognerebbe lasciare totalmente questa società, anche se ammetto che ultimamente le cose stanno migliorando, ma sempre lentissimamente.

    Anche essere vegetariani non aiuta gli animali, informati sulle coltivazioni di soia che sono causa di deforestazione... 

  • nur
    Lv 6
    5 mesi fa

    Premesso che non sono vegetariana ne vegana,direi che c'è una bella differenza fra il vivere nella giungla o nella savana e procacciarsi il cibo, dal prendere un fucile e sparare. Per lo meno chi si giustifica dicendo che "la natura è così" dovrebbe uscire con arco e frecce, cacciare e nutrirsi solo di quello che riesce a prendere, per essere messo al livello degli animali che mangiano altri animali per sopravvivere.

    Io sono molto più onesta, non mi racconto giustificazioni sul perchè mangio carne: per me la cucina è uno dei maggiori piaceri e la carne,così come il pesce, ne fanno parte anche se ne ho diminuito moltissimo il consumo più che altro per una questione salutistica, ma amo troppo la buona cucina  per togliermi completamente il piacere di gustarmi una fetta di prosciutto di parma, un buon hamburger di angus, una tempura di pesce. Ne mangio, ma con moderazione e cercando di evitare quella prodotta in allevamenti intensivi.

    Che poi, ho anche mangiato in un ristorante vegano di categoria medio-alta anni fa, e devo dire che ho mangiato pure bene, ma per cucinare così bene alimenti di origine esclusivamente vegetale dovrei essere chef.

    Poi ci sarebbe tutto un discorso sulle coltivazioni di soia che producono disboscamento, sullo sfruttamento di popolazioni poverissime per coltivare e produrre alimenti che vengono consumati dai sempre più diffusi occidentali vegani e vegetariani..insomma non è che se diventi vegano non sfrutti il pianeta e non crei danni.

  • Ya
    Lv 7
    5 mesi fa

    mangiare la carne fa parte del ciclo della vita se gli animali li vai a cacciare, o comunque sono cacciati in un ambiente naturali. Ma quelli che compri al supermercato vivono in schiavitù e spesso sotto tortura, viste le condizioni che devono sopportare. Questa è la discriminante, non l'uccisione.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.