l esercito ti puo fare un verbale se ti vede a contro senso ?

1 risposta

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    Le Forze Armate nella definizione di pubblico ufficialeIl pubblico ufficiale è definito dal Codice Penale all’Art. 357 come colui che esercita una funzione pubblica legislativa, giudiziaria o amministrativa. I militari sono perciò direttamente coinvolti, in quanto anche la loro attività è disciplinata da norme di diritto pubblico.

    Il pubblico ufficiale o il dipendente delle Forze Armate può richiedere al cittadino colto in cattiva condotta di rivelare nome e cognome, ma ciò non può dirsi a direzione inversa, a meno che non vi sia abuso d’ufficio.

    La Legge infatti non specifica quali siano gli obblighi sulle generalità dei pubblici ufficiali, ma ci si può comunque orientare, senza dimenticare la differenza notevole di stato di servizio, durata e soprattutto di pena in caso di abuso d’ufficio.

    Gli appartenenti alle Forze Armate e di Polizia sono pubblici ufficiali, come lo sono anche tutti i dipendenti della PA nell’esercizio del loro lavoro: tra essi, ad esempio figurano il capo treno, l’autista del bus, il medico, l’infermiere o il funzionario comunale.

    I militari e i dipendenti delle Forze Armate sono perennemente in servizio, per questo motivo lo stato di pubblico ufficiale non si esaurisce con la chiusura del suo ufficio o del suo turno di lavoro come nel caso di un medico o un autista.

    Il pubblico ufficiale deve rivelare nome e cognome in circostanze specifiche, vediamo quando e in quali situazioni, chiarendo anche la posizione dei dipendenti delle Forze Armate.

    I dipendenti delle Forze Armate, invece, non sono tenuti a rivelare nome e cognome durante lo svolgimento del servizio, poiché potrebbe compromettere il lavoro stesso, ma sono tenuti a rivelare le proprie generalità se agiscono fuori dal turno di lavoro.Un esempio può chiarire ulteriormente: un dipendente delle Forze dell’Ordine deve ovviamente intervenire su un furto, una rapina o un’aggressione, ma il cittadino colpevole ha comunque il diritto di chiedere al pubblico ufficiale di identificarsi.Nell’esercizio del pubblico ufficiale possono esserci errori o omissioni ed egli deve poter avere diritto a contestare e fare ricorso.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.