Ho 14 e faccio prima superiore e mi piace una che fa prima media ma che ha 12 anni, si può fare oppure è pedofilia? ?

Aggiornamento:

Un giorno mi si è seduta sopra di me e mi sono e mi sono eccitato, tutte le volte che penso a quella scena mi eccito ( mi sono piaciute anche ragazze della mia stessa età, anzi anche le milf) 

8 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa

    Ma no, che pedofilia!

    Siete entrambi minorenni, tu ne hai 14 e lei 12, come potrebbe esserlo?

    Inoltre avete solamente 2 anni di differenza, siete più o meno coetanei.

  • 2 mesi fa

    In Italia c'è una concezione distorta della pedofilia a causa dei film statunitensi: negli USA non si possono avere rapporti sessuali al di sotto della maggiore età.

    In Italia l'età del consenso, se non erro, è di 13 anni: questo vuol dire che dai 13 in su si possono avere rapporti sessuali consenzienti con persone adulte, purché non si tratti di insegnanti, tutori o chiunque possa esercitare una qualsiasi forma di influenza sul minore (per dire, quando andavo in discoteca c'era un amico di una mia amica che aveva 16 anni e stava con chi aveva superato i 30). Stranamente la legge è più restrittiva quando si tratta di rapporti tra minori: esiste infatti una forbice di 3 anni. Ora non so se bisogna aver compiuto una certa età o trovarsi nell'anno in cui quell'età si compie, fatto sta che nel tuo caso la forbice è di due anni, dunque non costituisce "reato" (perché poi due ragazzini, di 12 e 14 anni, che decidono di stare insieme debbano compiere un delitto contro lo Stato è per me fonte di mistero). 

    Non so se vi ricordate, ma Barbara D'Urso, un tot di mesi fa, intervistò una ragazza di 16 anni che era rimasta incinta del ragazzo, mi pare di 26-28 anni. Anche i genitori della ragazza erano presenti. La conduttrice faceva i complimenti alla famiglia per la nascita, e denunciava il fatto che il compagno fosse stato costretto a migrare in Germania per trovare un lavoro come cameriere, dato che in Italia non trovava nulla. 

    Per mera curiosità sono andato a vedere su FB i commenti al video, sulla pagina del programma: inutile dire che quel ragazzo è stato posto alla gogna mediatica, per quanto i genitori della ragazza fossero in TV a coccolare il nipote. 

    Poi buh: in TV ora si parla di Gina Lollobrigida, il cui nome compare anche nel mio manuale di storia del cinema. Sappiamo che attualmente è impegnata con un processo (non so bene per che cosa, ma ne se parla tanto). 

    Beh, è saltato fuori che lei, quando era più che maggiorenne, aveva una relazione segreta con un ragazzo spagnolo di 15 anni. 

    Nonostante questo, dagli USA ci arrivano parecchi film e telefilm in cui sono mostrati dei ragazzi di minore età che hanno rapporti sessuali con più soggetti adulti. 

    Il cinema da sempre è un efficace strumento di denuncia sociale, e la TV continua a plasmare la nostra cultura. 

    Un caso su tutti è la serie TV "Desperate Housewives": una delle protagoniste, nella prima stagione, ha poco più di trent'anni, vive con un uomo milionario che la trascura e ha una relazione con il giardiniere minorenne, di 16 anni. Quando poi si scopre è uno scandalo. Quando poi è il figlio di un'altra delle protagoniste, innamorato della madre di un suo compagno di scuola, questa tira una sberla all'amante del figlio quando lei confessa di amare a sua volta il ragazzo. Terza protagonista: una donna con due figli, un maschio gay e una femmina etero. La ragazza nella seconda stagione (mi pare) ha una relazione col suo professore; la madre ricatta l'uomo: se non lascia la figlia, lo denuncia (in Italia sarebbe questa l'unica cosa illegale, ovvero: che un docente ha rapporti con un proprio studente minorenne). Il figlio gay ha una relazione con un coetaneo, ma in un momento di tensione con la madre non esita nel farsi trovare a letto con il nuovo compagno della donna, affetto da gravi disturbi di dipendenza sessuale. Successivamente, cacciato di casa dalla donna, finisce col prostituirsi: un suo "cliente" viene fatto vedere in una puntata, ed è un padre di famiglia. 

    Ok la fiction mostra una realtà "romanzata", per quanto dietro ci sia comunque un po' di verità, ci mancherebbe altro. La cosa realmente importante? Fare le cose con la testa. Io ero in terza media o in prima superiore quando iniziai a usare le prime chat per incontri disponibili su cellulare (erano i primi anni 2000); per me fu pericoloso. E lo è a maggior ragione oggi, dato che ai miei tempi erano servizi a pagamento (non c'era Whatsapp, non c'erano i giga). Va bene quindi dichiararsi con la propria compagna di scuola, ma prima di approcciare con altra gente sarebbe meglio pensarci non una ma due volte. Io ho avuto la fortuna di stare con chi amavo, e lo stesso successe a una mia amica che, a 16 anni, stava con un ragazzo di 24-25 anni. Diversamente, mi è capitato di parlare con chi ha perso la verginità a 14-15 anni con gente parecchio più grande e di essersene pentita amaramente in seguito. Poi per carità, crescendo le prime esperienze e gli errori giovanili vengono accantonati, ci mancherebbe altro, ma nel momento in cui compi una sciocchezza i sensi di colpa restano per parecchio tempo. 

    Io facevo tante scemenze quando ero adolescente, e non ne parlo qua (non voglio dare chissà quali spunti a nessuno!); per questo, FIDATI (e FIDATEVI VOI CHE LEGGETE), occorre sempre ricordarsi di pensare prima di fare qualsiasi cosa di primaria importanza. 

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Hai fatto i compiti? 

  • Non è pedofilia. 2 anni di differenza sono ok. 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 mese fa

    Pensa a studiare,impegnati,vai a scuola per formarti.

  • 1 mese fa

    Siete piccoli tutti e due.

  • Lu
    Lv 7
    2 mesi fa

    Sono solo 2 anni di differenza, certo che si. Chiaramente deve essere una cosa reciproca. 

  • 2 mesi fa

    Pedofilia? Addirittura?? Ma sei FUORI?, no ma dico  S E I  F U O R I ???

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.