Cosa fa di un Dio un Dio e cosa dovrebbe fare un Dio per essere considerato tale?

17 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa

    con la visione termica di cui deve essere necessariamente dotato controlla e vigila su coloro che si masturbano.

    Permette sofferenze umane e presumo anche agli animali. 

    Avrebbe potuto trovare sistemi più ingegnosi per evitare la sofferenza

    Se era cosi contrario alla masturbazione poteva crearci con le braccia corte come i dinosauri.

    Se era contrario all'attività sessuale prematrimoniale, poteva creare i maschi con un lettore ottico per la lettura di codici a barre e inserire uno e solo quel codice a barre alla moglie che permettesse l'apertura della vagina al solo marito e solo dopo il matrimonio, oppure una saracinesca ad apertura temporizzata solo dopo il matrimonio.

    Avrebbe dovuto evitare il trauma a Abramo ordinandoli di sgozzare il figlio.

    Ma non poteva trovare qualcosa di meno truculento?

  • Il requisito di ogni Dio della storia è stato quello di essere falso...  ma il tuo è differente, il tuo è quello vero: che cùlo, sei nato nel posto giusto all'epoca del Dio vero, porcaccio, che cùlo!

  • 1 mese fa

    Domanda superba.

    Come bene ha scritto FdT, oltre ai singoli "attributi" che connotano una Divinità, ritengo che Dio - per essere realmente tale - deve essere «Uno», deve eliminare la <visione parziale> di tutte le cose, deve essere Vero, Unicamente Verace, deve ristabilire a Sé tutto il Creato, tale che ogni cosa - qualsiasi cosa - gli sia sottomessa (e non nel senso dispregiativo del termine) ora e per sempre.

  • 1 mese fa

    Concordo con gli attributi definiti da Ulixes, qualsiasi altra idea di Dio che si allontani da questi è teologicamente e logicamente stupida.

    Solitamente si da a dio queste caratteristiche 

    Sussistenza 

    Onnipotenza 

    Onniscienza

    Sommo Bene

    ....................

    ....................

    ....................

    ( ti basta anche Wikipedia per una rapida idea)

    P.S. che poi gli attributi diano vita a dei paradossi teologici che ne inficiano l’esistenza è altro discorso, per questo ( e non solo) che sono ateo.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 mese fa

    La tua è una domanda intelligente, dal momento che nel mondo vengono adorate tante divinità. E' chiaro che non tutte queste possono essere considerate realmente vere. La logica ci dice che di vero Dio ce ne deve essere uno solo. Solo colui che ha creato ogni cosa e che ha le qualità necessarie per dirigere tutto l'universo. La questione della differenza tra il vero Dio dai falsi dei è vecchia quando il mondo. Già nell'antichità tra il popolo d'Israele e le nazioni vicine esisteva una controversia per stabilire la vera divinità. Questo lo puoi vedere da queste scritture:

    https://www.jw.org/it/biblioteca-digitale/bibbia/b...

    https://www.jw.org/it/biblioteca-digitale/bibbia/b...

    https://www.jw.org/it/biblioteca-digitale/bibbia/b...

    Quindi cosa dovrebbe distinguere il vero Dio dalle moltitudini di falsi dei? la risposta la trovi in questi articoli:https://www.jw.org/it/biblioteca-digitale/riviste/...

  • 1 mese fa

    Sì, beh, Dio ci ha donato il libero arbitrio. Per la maggioranza delle cose che ci accadono c'è il nesso causa/effetto, sia a breve che a lungo termine; abbiamo la possibilità anche di chiederGli la forza di affrontare i problemi e di ringraziare per ciò che ci dona ogni giorno tramite la preghiera. Ci ha lasciato norme e disposizioni nel "manuale di istruzioni", la Bibbia, e se le seguiamo avremo una vita sicuramente più felice. Poi però nelle"grandi questioni" interverrà Dio, che già l'ha promesso... perchè è un Dio di parola!

    Fonte/i: La mia vita e la Bibbia!
  • Anonimo
    1 mese fa

    deve amare i suoi figli ed essere onnisciente,onnipresente ed onnipotente

  • Anonimo
    1 mese fa

    É un essere superiore che non può essere né localizzato né tanto meno combattuto dalle sue creazioni,e su cui è libero di fare ciò che vuole.Nego del tutto che possa avere caratteristiche buone, almeno ti parlo di quello che governa il nostro mondo.Perche guardandomi attorno non riesco a pensare altrimenti.

    Si chiama misoteismo. 

    Credo che il nostro dio tragga piacere dal vedere il suo pianeta così, non solo gli uomini. 

  • Anonimo
    1 mese fa

    Il problema e che  tutto e fatto di energia c'è chi vede la materia come energia scintillante di Dio questo e il mondo che ha creato lui e siamo coocreatori con i nostri pensieri Dio e in noi se lo pensiamo fuori di noi non lo sentiremo 

  • 1 mese fa

    quale essere schifosamente crudele, sadico, disturbato mentalmente, potrebbe concepire qualcosa di più terribile della vecchiaia e della catena alimentare? Se Dio per essere tale, dovrebbe essere, come vogliono i mentecatti credioti, un dio di ammmorre infinito, come lo spiegano gli ottusi? Per fortuna non c'è questo dio basta rdo farneticato dai dementi, ma purtroppo rimane la Natura delle cose che funziona così.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.