Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoLegge ed etica · 1 mese fa

Ho assistito ad un fatto di violenza ai danni di un bambino?

Oggi alle 20.30 mi è capito di vedere un grave fatto di maltrattamento da parte di un padre. Sarei in grado di riconoscere sia l'uomo che il bimbo e descriverli alla polizia. Ero scesa dal tram alla fermata dei giardini, ci sono le giostrine, c'erano genitori e bambini che giocavano, c'è un vialetto che conduce al parcheggio, stavo camminando per andare alla mia auto, c'ero solo io in quel momento sul vialetto, non c'erano altri passanti o testimoni purtroppo, all'improvviso da dietro un cespuglio, dalla parte del vialetto e cioè non dalla parte dei giardini, un uomo ha abbassato gli indumenti inferiori a un bambino, avrà avuto 7 o 8 anni di altezza circa 1 metro e 20, l'uomo sui 35-40 anni era chiaramente il padre dalla fisionomia del viso, gli ha percosso le natiche con la mano con molta forza almeno 7 o 8 volte o più, forse una decina, non le ho contate, parevano petardi, il padre se n'è infischiato che stessi passando di là e mi ero fermata allibita. Poi il bimbo si è tirato su le mutande ed è andato via con i pantaloncini ancora alle caviglie senza fiatare ma con le mani sul sedere. Non ho mai visto una bestialità simile, eppure ne ho viste tante. Sono preoccupata, penso che quel bambino sarà sicuramente vittima della violenza domestica e probabilmente a casa potrebbe essere picchiato ancora di più.

Secondo voi posso recarmi domani alla polizia a fare una denuncia anonima oppure il mio nome verrebbe in ogni caso registrato?

Grazie a tutti delle eventuali risposte.

8 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa

    Ma quale violenza?

  • Anonimo
    1 mese fa

    Violenza 10 sculacciate? Ma sei seria? Veramente quella che hai visto è EDUCAZIONE.

    La scienza dell'educazione è veramente in errore sui concetti di violenza. Tu e le signorine che ti consigliano di fare esposto, dovreste considerare che siete semplicemente imbarazzanti. Ti suggerisco di pensare ai fatti tuoi e ricordati che cagionare danni a un buon padre di famiglia, e di conseguenza a suo figlio, potrebbe avere conseguenze di cui ti pentiresti molto amaramente.

    Se la gente si arroga il diritto di invadere la libertà educativa in casa d'altri, non dobbiamo stupirci della generazione di viziosi e delinquenti mai sculacciati che abbiamo sotto gli occhi.

  • Anonimo
    1 mese fa

    Dipende dalla personalità dei figli, per esempio mia sorella era una perfettina di suo, a casa come a scuola, perciò papà non l'ha mai sculacciata e nemmeno la sgridava, anzi gli obbediva senza nemmeno darle le regole perché si educava da sola, invece io e mio fratello, buona notte, potevano ripeterci le cose all'infinito e le punizioni come togliere televisione, internet, videogiochi e vietare di uscire erano inutili perché uscivo lo stesso e facevo quello che volevo lo stesso, perciò papà ci doveva sculacciare necessariamente e a volte anche la mamma. Magari oggi avrebbero chiamato una supernanny o Tata Lucia, ma penso che con il nostro carattere forse sarebbe diventata matta e magari l'avremmo pure ammazzata per sbaglio, quindi credo che sia sempre meglio il sistema di mio padre che è gratuito e sicuro.

  • 1 mese fa

    Ecco un'altra svalvolata bambinista in crisi di astinenza.

    Che brutta cosa la droga... fa vedere mostri dappertutto.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ept
    Lv 7
    1 mese fa

    teoricamente le strade legali potrebbero suggerirti un esposto anonimo.

    Ma forse la strada più veloce e sicura è filmare in diretta su fb.

  • Anonimo
    1 mese fa

    Io penso che il nome venga registrato se fai una denuncia.. ma visto che ritieni che quello che hai visto sia un maltrattamento e che hai dubbi che possa essere un comportamento abituale del padre io ti direi che tentare non nuoce. Magari in polizia non serve che fai una denucia ma chiedi all'agente se puoi segnalare e basta senza sporgere denuncia. Non avendo tu idea di chi siano queste persone non so se puoi denunciare. Però gli agenti potrebbero tener d'occhio quel parco, o mobilitare i servizi sociali. Diciamo che dal comportamento del bambino era chiaro che è un trattamento che riceve spesso se no avrebbe urlato sconvolto.

    A me è capitata una volta una cosa simile anche se purtroppo non ho potuto fare niente perché avevo visto solo un disegno di una bambina, senza vedere fatti concreti.

  • Anonimo
    1 mese fa

    Ciao , condivido la risposta di @Silvia parola per parola e aggiungo che se quel bambino non ha nemmeno fiatato vuol dire che purtroppo suo padre lo sculaccia da sempre e lo sculaccerà chissà per quanto ancora per ogni "capriccio", quindi è decisamente doveroso impedirglielo.

    E' veramente raccapricciante che ancora oggi nel 2020 esistano padri fascisti che tirano su i figli con quei sistemi barbari che li fanno diventare obbedienti e schiavi del potere.

    Abbiamo lottato con il sangue per ottenere la società libera e democratica che siamo oggi in Italia e in Europa, lavoriamo da oltre 20 anni nelle scuole per istruire genitori e insegnanti a educare alla nonviolenza, e ancora esistono "padri" che definire bestie sarebbe un eufemismo.

    Che cosa ha imparato quel povero piccino da quei 7 o 8 ceffoni sul sederino? Ha imparato solo che non può essere veramente libero come tutti gli altri bambini perchè suo padre glielo impedisce con la forza, quindi impara a sottomettersi.

    Questa poi non è solo una grave violenza fisica e psicologica, ma anche un vero e proprio abuso sessuale perchè gli ha scoperto il sederino, per cui ci rendiamo conto del sadismo di questo signore indegno di essere chiamato "genitore"? umilia il figlio tirandogli giù i vestiti per sottometterlo al proprio volere con la vigliaccheria di non farsi manco male alla mano dato che se gli lasciasse i vestiti indosso il piccolo non sentirebbe male e non si vergognerebbe abbastanza.

    Per me un mostro del genere merita solo di essere allontanato dalla famiglia.

    Poi non dobbiamo stupirci se ancora oggi è pieno di razzisti e omofobi che, abituati alla sottomissione maschilista invece che alla libertà, votano per gente pericolosa e dispotica come Salvini e Meloni.

  • 1 mese fa

    Puoi tranquillamente fare un esposto.... anzi DEVI farlo perché è un dovere civile di ogni cittadino, adulto o bambino, segnalare qualsiasi fatto, o anche solo sospetto, di violenza domestica, tanto più se esercitata dal padre. Il padre non può e non deve assolutamente punire un figlio perché la legge vieta ai genitori di esercitare qualsiasi forma di violenza a scopo educativo e ogni tipo di punizione, anche solo verbale, è una forma di violenza all'integrità psicofisica del fanciullo. Quindi non solo non doveva dargli 7-8 schiaffoni sul sedere, ma nemmeno uno solo, perché si tratta di violenza domestica e maltrattamento, e dici bene "bestialità" visto che la cosa rasenta la pedofilia! Se tu fossi una pedofila, ti saresti eccitata nell'osservare la nudità del bambino, invece sei restata allibita.

    I genitori, ma anche i docenti, devono imparare che non possono assolutamente ricorrere alle punizioni ai minori come il tenerli dentro, vietare di fare qualcosa o obbligarli a fare qualcosa, e nemmeno sgridarli, perché tutte queste costrizioni sono forme di abuso dei mezzi di correzione che compromettono l'equilibrio mentale del fanciullo. Non sono solo io a dirlo, ma la scienza ed è imposto dallo stato con leggi e sentenze della suprema corte di cassazione. I bambini vanno educati con il dialogo e, se hanno un padre che si arroga il diritto di punirli o di sculacciarli, lo devono segnalare alle maestre e possono sempre chiamare il Telefono Azzurro, perché il dovere di un padre, se i figli sbagliano o si comportano male, è ripetere le cose, e basta. I tempi del padre padrone sono finiti con la riforma del diritto di famiglia, legge 19 maggio 1975 n.151, siamo nel 2020, i bambini hanno gli stessi diritti degli adulti alla libertà e al rispetto. Un bambino sculacciato sarà un uomo che maltrattata e picchia le donne, e dal maltrattare la moglie o la fidanzata al femminicidio il passo è breve.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.