Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureLingue · 4 sett fa

davvero gli italiani non usano il passato remoto?

10 risposte

Classificazione
  • 4 sett fa
    Risposta preferita

    Io che so l'italiano utilizzo il passato remoto, se no dovrei bruciare i manuali di linguistica italiana. 

    Per il resto, non parliamo di italiano standard ma di italiano regionale, ossia di varianti della lingua italiana fortemente influenzate dal sostrato dialettale. 

    Nello specifico, i dialetti (lingue) che si parlano nel nord Italia, appartenenti al sottogruppo occidentale delle lingue romanze (per dirla in termini semplici), fanno ampio uso del passato prossimo, cosa che si verifica anche in francese (ma NON nelle parlare d'oc diffuse al sud!); i dialetti meridionali, invece, appartengono al sottogruppo orientale (e quindi hanno maggiori affinità col romeno e i dialetti relativi, per quanto a parecchi italiani una simile definizione non piace a causa del razzismo dilagante). 

    Di conseguenza: chi arriva da Milano o Torino utilizza il passato prossimo anche quando è errato, esattamente come chi arriva da Palermo o Bari sbaglia utilizzando il passato remoto anche per le azioni avvenute 5 minuti prima. 

    Mi rendo conto che, parlando con amici o scrivendo su Yahoo, mi viene spontaneo dimenticare il passato remoto, ma sul lavoro non lo faccio assolutamente, e c'è stato chi ha dato per scontato che fossi meridionale per questo motivo (nonostante non abbia alcun accento e il sud l'ho visto solo in vacanza). 

  • Sì, si usa ancora. Se si legge un romanzo è impossibile non leggere i verbi al passato remoto. 

    Se si guardano film, soprattutto quelli doppiati, si sentono in continuazione verbi al passato remoto. Se si ripete oralmente la lezione di storia, letteratura, filosofia, ecc, all'insegnante, non si può evitare di usare il passato remoto. Non credo ci siano italiani che dicono "Napoleone ha organizzato la battaglia", si dice "Napoleone organizzò".   

  • 4 sett fa

    Non è totalmente scomparso ma ha un impiego ridotto. Si usa nei testi scritti, a meno che non si voglia scrivere male. Nel linguaggio parlato tende a essere sostituito dal passato prossimo. Poi, come ha scritto l'altro utente, ci sono casi in cui si sente il passato remoto anche nella lingua parlata. Per esempio in certe interviste televisive, nei film oppure durante la ripetizioni di lezioni scolastiche in cui si sono studiati dei testi scritti col passato remoto. 

    Non se ne può più con questo falso mito che vede una sostituzione del passato prossimo col passato remoto in Sicilia. Non è vero! 

    Noi siciliani usiamo gli stessi tempi verbali che usano nel nord. Forse succedeva nel 1920 che i siciliani usassero il passato remoto in italiano. Io non ho mai sentito siciliani dire "stamattina andai al supermercato". Mai! È ridicolo pensare che se a un siciliano cadono le chiavi per terra dica "mi caddero le chiavi". Non esiste! Nessuno lo direbbe mai. 

    Semmai è in siciliano che usiamo rigorosamente il tempo semplice.

    In siciliano è impossibile dire "haju nasciutu nto 1999", si deve dire per forza "nascivi" (o qualcosa di simile a seconda dei dialetti). Ma il siciliano NON è una forma di italiano. 

    È come se qualcuno chiedesse "in catalano usano il passato remoto?" e come risposta si dice "a Madrid si usa anche il passato remoto". Sono due sistemi linguistici differenti!    

  • 4 sett fa

    No, io userebbi verbi che mi piacessero. 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 sett fa

    Si usa poco nel linguaggio quotidiano ma è ancora un tempo vivo.    

  • Se scrivo lo uso, se parlo non lo uso mai. Sono del sud.   

  • 4 sett fa

    I siciliani lo fanno regolarmente, anche se l'evento è accaduto da poco. Origine spagnola, in cui il passato remoto è regola.

  • Anonimo
    4 sett fa

    è vero, ma avvolte manco serve

  • Viking
    Lv 7
    4 sett fa

    Il passato remoto ha purtroppo molte forme irregolari e difficili da ricordare, per cui si ricorre sempre di più al passato prossimo (ho mangiato, ho scritto, ho fatto, ecc) che risulta più facile da apprendere. 

    Si può dire che nell'Italia Settentrionale il passato remoto sia quasi sparito dal parlare quotidiano, resta in alcuni scritti formali.

  • Anonimo
    4 sett fa

    In sicilia e zone limitrofe lo usano io non lo uso io uso solo l'imperfetto     

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.