Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeMedicina · 1 mese fa

Per la rianimazione cardio-polmonare a volte bastano le compressioni, a volte il defibrillatore, a volte l'ambu o se non cè la respirazione ?

Aggiornamento:

bocca a bocca, ma in base a cosa si sceglie una di queste tecniche? 

1 risposta

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    In base alle disponibilità.

    Se uno è in arresto, senza defibrillatore il cuore non riparte (a differenza dei film dove si svegliano subito). In quel caso continui con la rcp fino all'arrivo dei soccorsi o sfinimento del soccorritore.

    Le compressioni le fai sempre, servono a pompare il sangue ad organi e tessuti in mancanza di battito.

    L'ambu è preferibile al bocca a bocca per motivi igienici (potresti avere davanti uno sconosciuto con più malattie che altro) e per la qualità dell'aria che vai ad insufflare (21% di ossigeno contro l'aria "riciclata" dal nostro corpo al 16% circa).

    In uno degli ultimi aggiornamenti che avevo fatto, dicevano che le insufflazioni possono essere evitate in quanto le compressioni simulavano una respirazione (compressione->espulsione aria, rilascio->immissione aria).

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.