Come si chiama questo tipo di gente, lo si potrebbe chiamare fanatismo?

Quelli che sono indotrinati guardano solo quella loro ideologia e quei loro principi, e se fai una critica ti etichettano subito come fascista, satanista ecc.?

Metti che uno è cristiano però magari fanatico, e appena non sei d'accordo su qualcosa ti etichettano come criminale, ateista, satanista ecc.... Ma se uno fa una critica costruttiva non significa che non possa essere una brava persona? C'è gente che prende la bibbia come verità assoluta e se uno ha qualche idea differente subito insultano e minacciano con discorsi del tipo "Vai al rogo, ateisti morite" uno che è veramente cristiano non dovrebbe fare questi discorsi, come fa uno in nome di Dio e della bibbia dove vi sono comandamenti sacri augurare la morte a qualcuno? Per dirvi, non è controproducente e contradittorio?

Ci sono persone che non riescono a guardare oltre il proprio naso, se sono fanatici rossi e li tocchi marx scoppiano e lo difendono come fossero loro fratello, e se critichi la chiesa ad esempio ti vanno addosso e la difendono a spada tratta... Ma uno ha il diritto di non essere d'accordo e di contestare? Ognuno potrà ragionare con la sua testa e non prendere sempre per verità assoluta ciò che è scritto da qualcuno? In fondo il mondo è pieno di sfumature e di interpretazioni differenti, voglio dire. Non è fanatismo rifiutare ogni critica e etichettare subito tutti come 'indegni' o 'cattivi' perché hanno delle idee differenti o perché non sono completamente d'accordo con quanto scritto in un testo?

6 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa

    Secondo me quasi tutte le persone hanno un’idea confusa della parola << fanatismo >>.

    Se io dicessi qualcosa che tu reputi grave sul conto di tua madre (o della tua ragazza), tu ti arrabbieresti di brutto. 

    Ma questo proverebbe forse che tu sei un fanatico ammiratore di tua madre? 

    No, difendere una persona cara è AMORE, il FANATISMO è un'altra cosa. 

    Saresti un fanatico se a sentirmi parlare bene della mia mamma, tu mi sbraiteresti in faccia queste parole: << Vergognati di quello che hai detto. È solo della mia mamma che si può parlare bene! >> 

    Cioè il fanatico di Cristo (o di Marx) non concepisce le ammirazioni per le persone … diverse dal suo Cristo (/ dal suo Marx). 

    E se vuoi verificare quello che io ti ho detto, tu prova a farti invitare da un gruppo di CL (comunione e liberazione) e ad un certo punto spara due è tre paroline in favore di Marx, o di Darwin, o di Maometto, o di Buddha … vedrai come reagiranno quelli di CL.

    . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

    PS. Il mio esempio è stato spicciolo, in realtà il fanatico ripete a pappardella tutta una certa propaganda. Ad esempio in Italia non si può parlare male della democrazia e non si può parlare bene dell'islamismo ... e questo perché siamo stati indottrinati (<< fanaticizzati >>) a pensarla tutti in una certa maniera. 

    P.P.S. Il fanatico sa di aver ragione, perché la sua ragione viene da dio: la propria mamma, il potere politico/economico della propria nazione, la scienza intesa come la verità in terra.

  • 4 sett fa

    Fanatici        

  • 4 sett fa

    In una discussione equilibrata sulle pratiche sessuali in cui una tesi decanta la magnificenza della masturbazione e l'altra caldeggia il sesso anale, appare evidente la diversa visione delle due pratiche non conciliabili.

    Onde evitare inutili strascichi disquisitori con innegabile e inutile consumo di energia sembra logico approdare all'accettazione del compromesso in cui le due parti vicendevolmente ammettono e non concedono la bontà della tesi altrui al fine di consentire il piacevole proseguimento esistenziale.

    L'assunto dell'accettazione del compromesso purtroppo non sempre è applicabile, specialmente quando una delle parti è un religioso, giacchè questi non concepisce possibili visioni alternative, sostenendo quale unica pratica sessuale quella eterosessuale con posizione francescana e inframmezzando i corpi con il lenzuolo religioso in cui è presente il foro coitale.

    Ovvio che in tale prospettiva la masturbazione resta una valida alternativa.

  • Anonimo
    4 sett fa

    Estremisti

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 mese fa

    Io credo che non dovresti parlare con un Cristiano.

    Non cambia idea, culto e religione. 

    Ne prendi atto e basta. 

    Non pensare che ti darà ragione, che ti ascolta, o che abbraccia la tua mentalità. 

    Se è Cristiano segue Cristo. 

    O cambi discorso, o non ci parli affatto. 

    Lo stesso faccio io con atei e altre fedi... Non voglio fargli cambiare idea... 

  • "fanatismo s. m. [der. di fanatico, sul modello del fr. fanatisme]. – Espressione esasperata del sentimento religioso che porta ad eccessi e alla più rigida intolleranza nei confronti di chi sostenga idee diverse. Per estens., ogni manifestazione di incondizionata e quasi maniaca adesione a un’ideologia politica, a una dottrina filosofica, a un movimento letterario o artistico, ecc."

    Quindi sì. È una forma fanatismo, in quanto per costoro il Credente, l'Ateo, il Comunista, il Satanista, il Cattolico (citato perché sapessi quante volte mi è stato dato del Cattolico, nonostante abbia sostenuto più volte di non esserlo, anche alla stessa persona che mi appellava così), è una persona ontologicamente inferiore, ergo, etichettare qualcuno con quelle etichette è un insulto. Ossia il modo migliore per screditare la persona (come se l'insulto avesse valore dialettico) senza toccare l'idea di cui è portatrice. O meglio. Non in maniera diretta. In quanto se uno è inferiore, anche le sue idee/convinzioni sono frutto di una mente inferiore. E Quindi secondo il fanatico non sono degne di esser prese in considerazione. Attaccare la persona è per questi soggetti il modo più rassicurante per far fronte alle critiche.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.