Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 4 sett fa

Una vostra opinione? ?

Mio figlio è un ragazzo timido, introverso, solitario, e molto maturo, considerata la sua giovane età. A volte, sembra non avere diciassette anni. Frequenta il liceo, ed è uno studente modello. A casa svolge lui le faccende domestiche, e, inoltre, cucina al posto mio, saltuariamente.

Le persone, generalmente parlando, lo ritengono molto sveglio, poiché riesce ad elaborare discorsi molto significativi e rilevanti, sebbene sia solo un ragazzino. Voi starete pensando che dovrei essere fiera di lui, ma non è così. Soffre di depressione da molti anni, è molto asociale, e sembra provare repulsione nei confronti dei suoi coetanei, con i quali non riesce ad entrare in sintonia. Molti suoi professori, mi comunicano che piuttosto che uscire dalla sua classe e stare con i suoi amici, a scuola, preferisce di gran lunga cimentarsi nelle sue letture. Cosa dovrei fare, secondo voi? Vi prego, datemi un'opinione, dei consigli. Perché si comporta così? È normale all'età di diciassette anni? Non dovrebbe godersi la vita? Aiutatemi... 

10 risposte

Classificazione
  • 4 sett fa

    È solo questione di indole caratteriale, al massimo la depressione (ammesso che sia stata diagnosticata e che non sia una supposizione azzardata) può rendere i tratti della personalità più marcati verso la negativita. Ma si tratta pur sempre di carattere e, per quanto su di esso ci si possa lavorare, resterà tale: se è introverso non sarà mai estroverso, se è solitario non sarà mai portato a stare eccessivamente in compagnia. Ed è ovvio e naturale che un ragazzo giovane capace di intavolare discorsi significativi con persone adulte e con interessi differenti da quelli della gioventù media si trovi male con i coetanei.

    A parer mio, prestando attenzione alle manifestazioni depressive, dovresti soltanto lasciarlo libero di essere se stesso.

  • wanial
    Lv 7
    4 sett fa

    sei tu la mamma e dovresti conoscerlo meglio di tutti, era cosi anche da piccolo? come madre non hai per caso agio, credendo che fosse il suo bene, dicendo continuamente stai attento a questo, a quello, mettendolo in ansia e inculcando un concetto che fuori ci sono solo persone stupide e cattive? i caratteri si forgiano sin dall'infanzia e gli artefici sono proprio i genitori, possessivi sopratutto...detto questo, se un medico ti ha detto che soffre di depressione un bravo psicologo saprebbe trovare il motivo e aiutarlo..ma tu come mamma ci parli con lui? parlare di tutto con calma e sorriso, e lui risponde o e' chiuso anche con te? le mamme spesso capiscono, se vogliono, i propri figli meglio di medici, avere confidenza con un figlio non e' difficile.....io parlavo con il mio ore e ore, anche di notte quando gli altri dormivano e qualcosa l'ho raggiunta, anche se il mio usciva con amici ed era anche molto amicone, lo e' anche adesso, ma frequentava persone che non andavano bene per lui e la sua giovanissima eta'...a forza di parlare in qualcosa di buono sono riuscita..vedi se riesci non stare zitta a guardarlo e basta , lo conosci trovi il modo e cerchi di farlo aprire con te

  • 4 sett fa

    Intanto ti esorto ad essere fiera di tuo figlio, perchè è decisamente più maturo, rispetto a tanti suoi coetanei.

    Non è detto che, seguire il gregge, corrisponda al modo migliore di vivere.

    Piuttosto, visto che i professori ti hanno detto che il ragazzo preferisce evitare

    la compagnia degli altri studenti, hai pensato che potrebbe essere stato

    vittima di qualche atto di bullismo ?Magari si vergogna di dirtelo.

  • 4 sett fa

    Io non conosco la situazione, ma dipende sulla base di cosa affermi che soffra di depressione. Gli è stata diagnosticata? In tal caso suggerirei un percorso da uno specialista che potrebbe aiutarlo.

    Ma se pensi sia depresso solo per via del fatto che preferisce stare da solo a leggere piuttosto che stare in compagnia dei suoi coetanei ad esempio, allora il discorso cambia. Per lui "godersi la vita" potrebbe essere quello. Seguire la sua natura, e magari la sua natura NON è uscire sempre, andare in discoteca ecc... Anch'io non esco molto, ho quasi 24 anni e sono andata in discoteca solo una volta.

    Non siamo tutti uguali. Se lui preferisce leggere piuttosto che stare con i suoi compagni, è giusto che lo faccia. E poi dipende anche dalla compagnia. Magari ci sono persone con cui si trova meglio ed è un po' più estroverso ed altre persone con cui al contrario non interessa interagire.

    Ripeto: non conosco la situazione nei dettagli.

    Valuta tu. Ma non saltare a conclusioni affrettate.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 sett fa

    magari non si sente a suo agio

  • Anonimo
    4 sett fa

    Mi dispiace..prova a capire cosa gli piace come sport.. iniziare un nuovo corso ,di qualcosa che lo entusiasmi ..e a ragazze come è messo?e interessato?prova a fargli conoscere qualche brava ragazza..può fargli bene...

  • Anonimo
    4 sett fa

    Meno paturnie e lascialo vivere come crede.

    Se non si sente bene te lo dice non ti preoccupare.   

  • 3 sett fa

    Perdonami ma non so quanto sia veritiero ciò che dici. . .la scuola è chiusa da fine febbraio e tra l'altro adesso è finita...che tuo figlio preferisca cimentarsi nelle sue letture invece che uscire dalla classe coi compagni...beh sai com'è, uscire dall' AULA VIRTUALE e chiacchierare coi compagni e'leggermente impossibile..non capisco il senso di inventare una situazione di questo tipo..mah contento tu contenti tutti

    Fonte/i: Falsità
  • 4 sett fa

    ma sei hai affermato che il ragazzo soffre di depressione da molti anni e non riscontri nessun miglioramento..è chiaro che il suo comportamento è influenzato dalla depressione e dallo stress. Quindi se non si risolve il problema della depressione  non vedrai mai miglioramenti

  • 4 sett fa

    Ciao leggi i libri di Paramahansa Yogananda che ha fondato la self realization fellowship SRF di los Angeles ha scritto il Divino romanzo, verso la realizzazione del Se, l eterna ricerca dell uomo, l Autobiografia di uno yogi, to be victorius in life, living fearlessly why God permits evil and how to rise above it 

    Tuo figlio secondo me come tante persone ignora l aspetto dell anima, i pensieri la personalità degli altri li subisce e si chiude ne ha paura e vuole allontanarli o allontanare la sensazione pero Yogananda che fu un grande santo ne ha parlato della personalità in modo da gestirla da dagli una dimensione piu equilibrata e quindi a contatto con gli altri lui tuo figlio sarà piu forte, inoltre Paramahansa Yogananda parla di gioia dell anima e solo ricordare quello che siamo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.