Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 2 mesi fa

Una persona critica, anche se in modo intelligente, fondato e persino costruttivo, risulta inevitabilmente "antipatica"?

A voi la parola :)

Aggiornamento:

@anonimo che parli di scopa nel deretano con riferimento all'autore della domanda: mi chiedo, visto che usi tale linguaggio, se in fondo i simili siano le persone che per prime notiamo e più ci danno fastidio ;) ...

Aggiornamento 2:

@anonimo di cui sopra: allora mi scuso per il malinteso O:) ...

Aggiornamento 3:

Grazie a tutti per le risposte a questa domanda, che era stata ingiustamente segnalata.

6 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Probabilmente sì. È come se ti mettesse su un piedistallo e lo facesse girare facendo notare i difetti ai presenti. A nessuno piace mettere in mostra i propri difetti, tanto meno se è qualcun altro a imporci la sottomissione a tale analisi. Si possono accettare queste critiche grazie a un adeguato temperamento, oppure se si stima molto la persona che ci fa quelle critiche. Quindi a livello istintivo risulta sempre antipatica, il resto dipende dalla propria capacità di accettare le critiche.

  • 2 mesi fa

    Nonostante sia abbastanza convinta anch'io che dipenda dal modo in cui viene mossa una critica, sta di fatto che chi ha la tendenza a criticare gli altri, ritiene di avere il possesso della verità.

    E risulta antipatico soprattutto perchè ha la pretesa di voler impartire lezioni di comportamento.

  • 2 mesi fa

    Essere criticati (specie se a ragione) dà fastidio a tutti.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Se non sa quando è il momento di mettere da parte il proprio ego e mostrare empatia direi di sì. Pure rompicòglioni oserei dire.

    Non criticare se la tua opinione non è richiesta, a meno che non sia disposto ad accettare le critiche a tua volta e ad affrontare una discussione faccia a faccia con l'offeso sul tuo essere un'inguaribile scopa nel deretano.

    No, veramente non facevo riferimento a nessuno in particolare, nemmeno so chi sei...se ti sei sentito toccato dalla domanda come se ti avessero infilato un bastone sù per il sedere io non ne ho colpa.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • wanial
    Lv 7
    2 mesi fa

    dipende  solo e sempre da come viene fatta la critica, in modo intelligente , fondato e costruttivo come hai scritto e anche il metodo come viene fatta, con garbo e intelligenza  che permette all'altro di ascoltare con attenzione  comprendere quanto quelle parole siano giuste...ovviamente non esiste antipatia se si usa metodo e garbo

  • 2 mesi fa

    io stessa sono da me una persona critica e spesso cinica , e non nascondo che questo mix può risultare alquanto pedante ed antipatico , però non credo che se siano critiche intelligenti fondate o costruttive possano dare fastidio 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.