Cosa ne pensi di chi ti dice "io sto peggio di te"?

Le tipiche sfide del voler dimostrare che la tua situazione è peggiore della mia. Ma chi può saperlo? A ognuno il medesimo problema può pesare in modo diverso, dato che dipende da mille fattori. C'è chi quando esce di casa prova l'unica fatica del doversi mettere gli occhiali per il troppo sole, e chi invece sprofonda in un turbine di ansia anche solo a mettere un piede fuori casa. C'è chi sopporta bene la perdita di una persona, e chi invece non ne può sostenere il peso. C'è chi sa comunicare con disinvoltura con i propri simili, e chi è costretto all'isolamento per questa sua incapacità. Io, pur sapendo di avere notevoli problemi personali certamente peggiori di altri, anche se fosse vero che sto peggio, di certo non lo vado a sbandierare facendo a gara per dimostrare tale cosa. E quando qualcuno si permette con presunzione di sostenere che la sua situazione è peggiore della mia (soprattutto quando è evidente che non sia così), trattengo i nervi e la ignoro, perché la mia corretta e naturale reazione sarebbe un bel "ma che cázzo ne sai tu di me".

5 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    Guarda, inutile star lì ad "arrabbiarsi": ci sono persone che quasi hanno del gusto a voler sbandierare la loro situazione così 'drammatica'. 

    Secondo me da un lato cercano come l'appoggio morale dell'interlocutore e dall'altro tentano anche un po' di voler dimostrare che nonostante la BRUTTISSIMA situazione che ti narrano (anche se non gli chiedi mica nulla, ma fanno in modo di raccontartela) loro sono bravi e forti, loro riescono a sopportarlo in quanto persone "superiori" -almeno, leggendo fra le righe con tutti i soggetti del genere, sembra quasi passare questo messaggio.-

    Altri, avrebbero ceduto prima al loro posto, insomma, a sentirli.

    Io ti consiglio di evitare proprio di entrare in argomento "periodi difficili" con questi elementi; nel senso, come già detto sopra questi godono nel volerti raccontare di loro spontanea volontà la loro situazione DEVASTANTE quindi loro prima o dopo nell'arco della conversazione tireranno fuori l'argomento...ma cerca di non essere la prima a lanciarlo. Lascia che diano aria alla bocca e che vadano un po' a quel paese. Si sa mai che la trovino la chiave per risolvere i loro INSORMONTABILI problemoni. 

    Chiaramente, io do per scontato che questo genere di persone non siano tuoi intimi con cui ci sta confidarsi. Se hai qualcuno che sia, in teoria, un tuo intimo (amico/amica) che si comporta così...evita certi argomenti. 

    Dato che ho un amico che fa così, io ho iniziato a lasciar perdere dal principio. Lui parla, illustra la sua situazione drammatica, nessuno racconta la propria...così non ha la "soddisfazione" di dire "eh ma, io sto molto peggio, magari avessi i tuoi problemi". 

  • 2 mesi fa

    Penso che ognuno ha la propria croce, che c'è gente che fa della propria vita solo del vittimismo per avere attenzioni, oltretutto, ho notato che queste persone, mancano di empatia 

  • Mi è capitato raramente, di dirlo e di sentirmelo dire (per fortuna).. 

    Le ragioni possono essere esibizionismo, punta di egoismo, autocommiserazione, eccetera.. Certo. 

    Ma non solo, o non sempre. 

    Credo che a volte il voler dire "sto peggio di te" sia (anche) un modo goffo ma sincero per cercare di distrarre la persona. Ti rendi conto che la classica "spalla su cui piangere" non è bastata, che il tuo ascolto o il tuo consiglio è stato inutile allora provi a "distrarre l'altro" con i tuoi problemi, cercando di renderlo parte attiva della tua vita, come a dimostrazione di fiducia. 

    Funziona? No, di solito no, tutt'altro. 

    Però a volte succede e non è sempre sinonimo di disinteresse verso le difficoltà altrui. :) 

  • 2 mesi fa

    Non me ne frega niente, e non faccio paragoni con nessuno. La mia situazione è piuttosto peggiore di quella di tante, magari milioni di persone - non perché faccio la vittima, ma per il dissesto che la connota, come connota in generale tutta la mia vita -, ma cerco sempre di essere positiva... O se non altro, stringere i denti e tirare avanti, senza giudicare.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    Neanche io sopporto quelli che sono affetti da vittimismo.

    Hai assolutamente ragione a sostenere che tutto dipende da come si reagisce

    agli eventi della vita .

    Tuttavia devo ammettere che, nel mio caso, riesce a rincuorarmi pensare a chi sta peggio di me...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.