Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 5 mesi fa

Ma come mai le religioni vietano (o limitano l'eccessivo consumo) l'alcol? Come mai questi trogloditi medievali ragionano così?

Che mai potrebbe farci l'alcol 

Non preoccupatevi per il killer, uscirà a breve e tornerà alla sua vita normale. Però i credenti hanno sempre fatto stragi, le crociate e il jihad sono prove inconfutabili. È vero ma diciamo che gli atei non sono rimasti con le mani in mano. Ben 2 guerre mondiali dove la religione non c'entrava e uno sterminio del terzo mondo che va avanti da ormai decenni. Ma ripeto, la pagherete cara e, LO GIURO SU DIO, torneremo a governare il mondo se Dio vuolehttps://www.ildolomiti.it/cronaca/2020/guida-ubria...

11 risposte

Classificazione
  • ?
    Lv 7
    5 mesi fa

    Cristo stesso ha tramutato l'acqua in vino!

    Non direi che fosse contrario a delle belle bevute.

  • 5 mesi fa

    Come mai il codice della strada vieta o limita l'eccessivo uso di alcol? 

  • 5 mesi fa

    Più persone che mai hanno il problema dell’alcool. Decine di milioni di individui nel mondo ne sono vittime fino al punto d’averne l’organismo rovinato. Ma l’abuso di alcool non minaccia solo il loro benessere. Essi danneggiano milioni di altri che non hanno il problema del bere.

    LA PAROLA “abuso” indica l’uso errato di qualcosa che può avere un legittimo impiego nella vita delle persone. Ma che si faccia cattivo uso di una cosa non significa necessariamente che si debba condannarla in assoluto.

    Chi lo desidera può bere alcolici, con moderazione e tenendosi a freno, di solito senza cattivi effetti. Ma chi fa un uso eccessivo di alcool ne abusa e questo è nocivo, perfino micidiale, per lui e anche per altri.

    Il fatto che le bevande alcoliche non siano necessariamente da condannare si capisce dalla Bibbia. In essa Dio dice che sta preparando per l’umanità un futuro felice, nel quale, fra l’altro, farà un “banchetto di piatti ben oliati, un banchetto di vini”. 

    Certo Dio non userebbe il vino come simbolo di felicità se per l’uomo fosse una cosa vietata. Inoltre, Gesù Cristo fece del “vino eccellente” a una festa nuziale, indicando che esso ha un impiego legittimo.

  • Come diceva qualcuno, un tale Paracelso, è la dose che fa il veleno.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    5 mesi fa

    Molte persone hanno problemi con l'alcol. Le religioni non vietano e/o limitano il consumo di alcol ma la legge punisce chi è sorpreso in stato di ebrezza (non solo chi guida), è logico che le varie istituzioni (religiose e non) preferiscano che i loro membri siano consapevoli di ciò che fanno e perciò consigliano ai loro membri di non bere fino ad ubriacarsi (ma penso che ogni persona che abbia la testa sulle spalle lo consigli). Non è un divieto, ma un consiglio. E poi l'alcol è sempre una droga. È come se fosse a metà strada tra il caffè e la droga vera e propria. Magari esistono sette o religioni che vietano il consumo di alcol, ma, a quanto ne so, almeno la Chiesa non lo fa

  • Anonimo
    5 mesi fa

    L'eccessivo consumo quale benefici può mai portare, se non ad un progressivo sviluppo nel tempo di cirrosi, pancreatiti e altre patologie?

    Il consumo moderato non è peccato e non sta scritto da nessuna parte che lo sia

  • 5 mesi fa

    Quando mai avete governato qualcosa o qualcuno? Nemmeno il tuo dio (qualunque nome tu gli dia) l'ha mai fatto.

  • 5 mesi fa

    { voi, col vino e con l'azzardo, l'inimicizia e l'odio, e impedirvi l'invocazione di "Dio" e le preghiere: avete l'intenzione di astenervi?.}

  • 5 mesi fa

    L’alcool ogni anno uccide molte più persone della marijuana. Però proibire non serve a niente, bisogna educare. Hai visto cosa ha portato il proibizionismo in USA negli anni 20? Il gangsterismo.

  • 5 mesi fa

    sì, ma NON vuole.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.