APRIRE ALLEVAMENTO E PENSIONE?

Buonasera. Ho in programma di aprire un allevamento di cani (con affisso ENCI).

Ovviamente, in questi casi, c’è bisogno di aprire una Partita IVA. Chi mi spiega come funziona? Sono nuovo in questo campo. Ma la domanda più importante è: una volta anziano, quando dovrò chiudere baracca e burattini, come farò a richiedere la pensione? Dovrò nel periodo versarmi i contributi da solo o la partita IVA fa tutto da sola? 

Ripeto, non so nulla di queste cose burocratiche..

Chiedo delucidazioni.

P.S. vi prego utilizzate terminologie semplici ahahah!

Grazie in anticipo a chi mi aiuterà!

Aggiornamento:

In caso mi diciate di versarmi i contributi, per avere una “buona” pensione un domani, quanto dovrei versare ogni mese (o anno)?

2 risposte

Classificazione
  • 1) Per aprire una partita IVA basta andare all'agenzia delle entrate con i tuoi documenti. 

    2) Ma è meglio farlo da un commercialista, specie se non si è molto pratici. Prendi appuntamento e ti spiegherà tutto. 

    3) Le tasse devi pagarle tu. Ogni attività ha un suo codice con ATECO con regole precise in merito ai contributi. Non è per nulla facile districarsi nella burocrazia nostrana, di solito ci si appoggia ad un commercialista proprio per questo. Magari informati da più di qualcuno per un preventivo, e capire le tariffe, chiaramente anche il commercialista ha un costo. 

    4) Ci sono anche altri modi (cooperative ad esempio) per gestire l'aspetto fiscale...Puoi eventualmente chiedere anche all'INPS informazioni in merito.

    5) Hai diritto alla pensione dopo tot. ore di lavoro in tot. anni di servizio, con certe condizioni.

  • clara
    Lv 7
    4 sett fa

    I contributi mi risulta siano obbligatori da versare per i lavoratori autonomi, non possiamo dirti a quanto ammontano, non esiste una somma fissa, dipende da varie variabili che il commercialista ti chiarirà.

    Vorrei chiarire che la partita IVA non è un qualcosa che “fa tutto da sola”, non ci vuole nulla ad aprirla ma è molto difficoltosa gestirla, per questo devi calcolare minimo minimo un 700/800 euro di spesa annuale dal commercialista (anche di più eh)

    Non sei tu  che decidi quanti contributi versare!

    Vuoi avere una pensione decente?

    Non contare solo sui contributi!!

    Devi crearti un piano di accumulo!

    Poi Ariam é stato molto chiaro.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.