Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 4 sett fa

Consigli per superare questa mia situazione? Vi prego in ginocchio, aiutatemi ?

(sto scrivendo da Anonimo perché mi vergogno ma sono serissimo...)

Premetto che sono minorenne.

Allora, io sogno continuamente di vivere come una ragazza, ho una gran voglia di vivere come tale e fare la persona sincera.

Perché non sono affatto sicuro che essere maschio mi calzi a pennello (e non riesco neppure ad immaginarmi un’età adulta come un maschio). Ci sono un sacco di cose che penso o che vorrei fare che però “stonano” con la mia attuale situazione. E questi pensieri li nascondo sempre, perché la gente mi vede solo come un pezzo di sterco vivente e tutti hanno un idea sbagliata di me, che io alimento comportandomi male perché ho paura che mi facciano domande e venga fuori il mio problema...

Io ci sto impazzendo perché voglio dirlo ai miei genitori in qualche modo, anche solo per togliermi questo peso dal cuore, ma non ho idea di come fare e ho una paura boia...

Semplicemente non so cosa fare...

Vi prego, un aiuto piccolo piccolo... 

Aggiornamento:

Dovrei quindi riportare la domanda nella categoria giusta? 

3 risposte

Classificazione
  • Meanie
    Lv 4
    4 sett fa

    Potresti semplicemente iniziare dicendo loro "non sto bene" o "non sto bene con me stesso" e magari da lì, una volta avviato il discorso, le parole ti escono più semplici.

    Comunque poi ti consiglio di rivolgerti ad uno psicologo, perché non fa bene non stare bene con se stessi. 

  • Geo
    Lv 7
    4 sett fa

    E' un casino.

    Ma vuoi dire che sei omosessuale? Non è che mi sia chiaro.

    Già fai il passo giusto, qui, parlandone, ma il virtuale ti permette di parlarne anche in posti più adatti.

    Qua non c'è una sezione dedicata? Prova lì.

    E quando il "reale" ci è nemico, ecco che il virtuale ci dà modo di sanare qualcosa.

    Cerca nel virtuale persone che sanno capirti. Parti almeno da lì.

  • 4 sett fa

    Io non so se tu sia maggiorenne o minorenne. Se sei maggiorenne, ti consiglierei di parlare della cosa con uno psicologo...Ci sono anche psicologi gratuiti dell'ASL, informati se questo servizio è attivo nella tua città. Se sei minorenne, dì semplicemente ai tuoi genitori che hai dei problemi psicologici, senza necessariamente fare riferimento alla tua disforia di genere (si chiama così), perché potrebbero non capire il problema,e chiedi comunque a loro di farti mettere in contatto con uno psicologo.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.