Se Gesù fosse stato ghigliottinato, ora si pregherebbe davanti ad una lama; e se fosse stato fulminato,  davanti ad una sedia elettrica??? ?

15 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    3 sett fa

    Probabilmente si ma sembra difficile da pensare visto che entrambi gli strumenti non esistevano all'epoca. Se fosse stato ucciso con una spada forse ci sarebbe solo una sua statua. Ma comunque ai credenti come me non importa più di tanto come è morto, ma perché è per chi

  • James
    Lv 4
    4 sett fa

    Sì esattamente. Il credente crede ciecamente a qualsiasi storia gli venga raccontata.

  • 4 sett fa

    pensa se avesse segnato tre gol alla squadra allenata da Ponzio Pilato

  • 4 sett fa

    Pensa se fosse stato impalato

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 sett fa

    Se fosse stato asssolto, non ci sarebbero nemmeno le chiese.

    Fonte/i: www.facebook.com/marco.merani
  • 4 sett fa

    E se non fosse mai nato, ora nessuno parlerebbe di dio. Così il mondo sarebbe progredito più velocemente.

  • Anonimo
    4 sett fa

    Esatto, e purtroppo più del 50% della popolazione mondiale è credente....

    Ma vi immaginate se all'improvviso 3.7 miliardi di credenti perissero?Sarebbe risolto il problema della sovrappopolazione, dell'ignoranza ancor diffusa dopo 2000 anni da "cristo", dei preti pedofili, delle organizzazioni massoniche del vaticano.......aaaaah.....mondo utopico....

  • 4 sett fa

    La croce chi l’avrà costruita? Il papà putativo o Gesù stesso? Icsd

  • 4 sett fa

    Nel 312 E.V. Costantino, che governava il territorio corrispondente grossomodo alle attuali Francia e Gran Bretagna, mosse guerra contro suo cognato Massenzio, che si trovava in Italia. Si dice che lungo la strada egli abbia avuto una visione, una croce con la scritta “Hoc vince”, cioè “Con questo vinci”. Dopo quella vittoria Costantino adottò la croce come emblema dei suoi eserciti. Quando il cristianesimo divenne la religione di stato dell’impero romano, la croce divenne il simbolo della chiesa.

    Ma questa visione ebbe luogo veramente? I racconti di questa leggenda sono, nella migliore delle ipotesi, di seconda mano, e pieni di discrepanze. Francamente sarebbe difficile trovare un candidato più improbabile di Costantino a una rivelazione divina. All’epoca di quel presunto avvenimento, egli era un convinto adoratore del dio sole. Costantino addirittura dedicò il primo giorno della settimana (l’attuale domenica) al culto del sole. Anche la sua condotta dopo la cosiddetta conversione diede scarsa evidenza di una vera dedizione ai giusti princìpi. La sua vita fu dominata da omicidi, intrighi e ambizione politica. Sembra che per Costantino il cristianesimo fosse poco più che uno strumento politico per unificare un impero frammentario.

    Ci sono inoltre poche prove che il tipo di croce “vista” da Costantino rappresentasse realmente lo strumento usato per mettere a morte Cristo. Su molte monete fatte coniare in seguito da Costantino si vedono croci a forma di X con una “P” sovrapposta. In quanto alla Chi, o X, che Costantino dichiarò di aver visto in una visione che lo portò a diventare il paladino della fede cristiana, quella lettera era l’iniziale della parola ‘Cristo’ [in greco] e non aveva nulla a che vedere con ‘la Croce’”, intesa come strumento di esecuzione. In realtà, questo tipo di croce è quasi identico al simbolo pagano del sole.

  • Anonimo
    4 sett fa

    Non era Gesù che ha inventato la croce.... ma ....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.