Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 mese fa

Risposte serie per favore?

Quando avevo 25 anni frequentavo il gruppo della parrocchia. Lì ho conosciuto un prete di 45 che si mostrò molto interessato a me. Riuscì a conquistarmi dopo parecchio tempo e mi innamorai perdutamente di lui. Lo amavo alla follia, ma nei nostri momenti affettuosi non approcciò ad un rapporto sessuale. Io volevo tutto di lui, ma lui un pò evasivo. Passava il tempo ed io mi sentivo morire di crepacuore, era la mia aria, il mio respiro, la mia vita. Soffrivo. Non capivo. Nel frattempo nel gruppo sentivo voci su di lui, dicevano che questo prete era gay.. ma io ero troppo innamorata. Finchè un giorno durante baci e abbracci allungai la mano e toccai i suoi genitali, lui aprì la cerniera dei pantaloni, e toccai una cosina un po molle e due ciliege... la mia mano mi cadde da lì e lui non disse niente, e niente neppure io. I suoi baci però erano pazzeschi... Dopo tanto dolore e sofferenza, forse per la mia ingenuità non capivo che uomo fosse. Fosse era gay davvero o anche etero. Boh è un mistero che mi porto da anni. Eppure mi diceva che lottava tra due fuochi, che non era un angelo ecc. Eppure questo rapporto durò per ben 7 anni. 

Aggiornamento:

@Sara oggi io sono felicemente sposata con figli, questa è una storia del passato che mi torna a volte in mente, perchè mi è rimasto il dubbio se questo era un uomo o no. Grazie per la tua risposta.

Aggiornamento 2:

@Sara io oggi sono una donna felicemene sposata con 3 figli. Questa è una storia del passato che mi orna in mente a volte perchè mi è rimasto il dubbio se questo era un uomo o no. Grazie della risposta.

Aggiornamento 3:

Hai ragione Sara, e non sai quanto ho sofferto allora, ero una giovane ragazza bella e innamorata e per diversi anni distrusse la mia vita...

6 risposte

Classificazione
  • 4 sett fa
    Risposta preferita

    Un po' difficile sia una domanda seria, per i particolari che non servivano alla storia.

    La mia risposta è dimentica, che sia vero oppure  e trovati un uomo con gli attributi ed i sentimenti in ordine.

  • 4 sett fa

    Si chiamava Don Marco?

  • Anonimo
    4 sett fa

    Se fosse era gay, non avrebbe potuto darti baci..tempo, interessi..

    Io sono giovane, carino.. molto spirituale, non ho mai toccato una donna.. a scuola non faccio dei discorsi con le ragazze per tutto il rispetto a loro.. ma ci sono dei professorie ragazze che davvero credano di essermi GAY😱🥺.. perché non le parlo spesso, e dunque mi considerano omosessual.. purtroppo non  è come la pensano loro¥.

    Io sono un maschio normale, come tutti.. non è che, che io non sento nulla nei confronti delle femmine.. ma io seguo una strada che mi educa bene..

    Io rispetto la donna#

  • 4 sett fa

    Risposta a cosa, non hai chiesto nulla.. 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 mese fa

    Ok

  • 1 mese fa

    Allora, non ti dico di smettere del tutto, perché lo so che fa stare bene, anche io faccio uso di erba ogni tanto, e cocaina 2 volte la settimana, però se inizi a fare questi pensieri credo che dovresti smettere, o almeno ridurre le dosi piano piano e dopo smettere, se non riesci fatti aiutare da qualche amico, o va in un centro ma deve partire da te, queste cose non sono giochi e fanno stare bene in una serata finché non ne abusi, poi non diventa più divertimento ma dipendenza è vero e proprio bisogno, non ti fa neanche effetto, ti leva solo l’astinenza, oltre a non dare tempo al tuo corpo di smaltire e quindi ti rovina. Riduci le dosi o smetti. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.