Anonimo
Anonimo ha chiesto in Mangiare e bereCucina etnica · 4 mesi fa

Qualcuno sa come si fa il kefir d'acqua in povere?

Aggiornamento:

Come si fa a riutilizzare visto che non si formano i granuli?

Aggiornamento 2:

Scusate mi spiego meglio: non ho i granuli.

Ho comprato il kefir d'acqua ma è in polvere, quindi praticamente (ammesso che si formi) neanche lo vedo...e non vedendolo non capisco come fare per riprodurlo di nuovo.

Mi accorgo che è attivo perché vedo qualche bollicina e dal sapore che è leggermente frizzante...

2 risposte

Classificazione
  • 4 mesi fa
    Risposta preferita

    https://kefiritalia.it/faq-kefir-dacqua/

    Vedi se può esserti utile :)

  • Anonimo
    4 mesi fa

     3 granuli di Kefir d'acqua;

    > 1 l di acqua naturale;

    > 30 g di zucchero integrale oppure una manciata di foglie di stevia;

    > 3 spicchi di limone o di lime o limetta oppure due cucchiai da tavola di mirtilli;

    > 1 frutto essiccato a piacere (albicocca, fico, dattero o prugna);

    > 1 bastoncino di cannella, oppure un baccello di vaniglia o zenzero in polvere (un cucchiaino) o a fettine (2-3 fette);

    > 1 barattolo di vetro di capienza circa 1,5 l;

    > 1 canovaccio e un elastico. 

    Nel barattolo di vetro versa l’acqua e lo zucchero (mescolando fino a scioglimento: eventualmente versa dell’acqua tiepida per sciogliere lo zucchero, poi fai raffreddare accuratamente) o le foglie di stevia. Successivamente introduci i grani di kefir, i limone o i mirtilli, il frutto essiccato, la cannella o la vaniglia o lo zenzero.

    Copri con il canovaccio legato con un elastico e lascia riposare a temperatura ambiente (circa 20-22 gradi) per 48 ore, non di più per evitare fermentazione eccessiva. Mescola di tanto in tanto. Prima di bere, filtra con un colino.

    Per ottenere una bevanda sana e salutare con il Kefir di acqua, non utilizzare miele per dolcificare, in quanto non è compatibile con i fermenti del kefir.

     La frutta, fresca ed essiccata, e le spezie utilizzate dovranno essere biologiche, per non rilasciare nessuna sostanza nociva nel Kefir.

    Per rallentare il processo di fermentazione, si può lasciare il Kefir d’acqua nel frigorifero.

     Il kefir d’acqua può essere utilizzato come base per tanti centrifugati e frullati fatti con frutta e/o verdura fresca;

    Nel kefir di acqua è presente alcol (dato dalla fermentazione dei microorganismi) in quantità varia fra lo 0,2% e 1% a seconda del tipo e della percentuale di zuccheri aggiunti, del tempo di fermentazione e della quantità d’aria disponibile; in anaerobiosi (senz’aria, quindi con il contenitore quasi pieno di liquido e sigillato con un tappo metallico) prevalgono fermentazioni alcoliche e si otterrà una bevanda più alcolica. Tenine conto nel somministrare kefir ad anziani, bambini e persone con problemi epatici o renali.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.