Ho 29 anni e vorrei iscrivermi all’università. Che facoltà mi consigliate?

Ciao a tutti o 29 anni lavoro full time ma vorrei rimettermi in gioco con l’università come ha fatto il padre della mia compagna che da magazziniere ora insegna storia e italiano. Cosa mi consigliate? Quale facoltà potrei fare lavorando full time e studiano da solo? Grazie a tutti

6 risposte

Classificazione
  • 3 mesi fa
    Risposta preferita

    Che bello quando gli utenti ripropongono la stessa domanda 15 volte al minuto. 

    Ti ho dato una risposta abbastanza accettabile altrove. 

    Credo che a trent'anni occorra avere ben chiaro in testa dove andare a parare, dovrebbe essere questo il tratto distintivo. Ci sono ventenni che si iscrivono all'università e dopo un mese o si ritirano o cambiano corso. Magari da Medicina passano a Beni culturali. Poi ci sono quelli più strani che magari passano da Scienze della formazione a Scienze dell'educazione, da Lettere moderne a Lingue blablabla. 

    Cambiano 25 volte all'anno il piano carriera e interpellano 18 docenti per sapere con chi fare la tesi. 

    Se non fai parte di questo subordine di studenti (perché non tutti sono così), non cercare ausilio su un social popolato da ogni sottospecie di essere umano.

    SEI TU CHE DEVI STUDIARE. Non ti si può dire che un corso sia meglio dell'altro: le più capre ti diranno "che schifo Lettere fai Giurisprudenza", ma magari a te non te ne frega nulla del diritto, e a Giurisprudenza studi SOLO diritto. O magari a te non importa nel modo più assoluto fare l'avvocato, neanche sai che caspita di lavoro sia, quindi perché dovresti sentire il parere di più persone qua sopra?

    Poi metti a confronto due percorsi che notoriamente dividono l'opinione pubblica: ho conosciuto studenti di Giurisprudenza affermare che tutti gli altri corsi di laurea sono inutili e che da loro un 20 vale un 30 e lode preso altrove (ma non nei dipartimenti umanistici: a detta di molti, lì i voti li regalano pure). Insomma studentelli che dovrebbero andare a spalare il letame.

    Conoscevo una diciannovenne fidanzata con un suo coetaneo: lo prendeva in giro perché studente di Scienze politiche. Lei quando usciva si portava dietro i manuali di diritto per una questione di sicurezza. 

    Dopo un anno è migrata a Giurisprudenza perché non reggeva lo studio, poi ha lasciato pure Scienze politiche (e per fortuna lui ha lasciato lei). 

    Per contro, troverai studenti di Lettere convinti di conoscere il greco antico meglio di Rosario La Ciura (perdonami il riferimento letterario, ma ci vuole: cerca su Google chi è e perché dovrebbe essere un mito per chi fa Lettere). Pensano di essere sottovalutati ma anche che il mondo ha bisogno di cultura classica, e si impongono una missione non diversa da quella che Dante si era attribuito. 

    Ma sono tutti così. Tutti pensano che il proprio corso di laurea sia quello più bello e più utile. Per me, personalmente, questo primato va a Medicina, dato che finché c'è vita c'è anche bisogno di medici (almeno finché qualcuno non sarà riuscito a trovare la pietra filosofale). 

    E chiaramente studiare il corpo umano non è facile come studiare a Ingegneria o Informatica (chiaramente facendo il paragone; ritengo che quel che ha a che fare con la natura non sia nemmeno altamente comprensibile, e ciò riguarda tanto il corpo umano quanto la biologia, la chimica, il cosmo, gli oceani e la terra, la fisica ecc). 

  • Anonimo
    3 mesi fa

    Devi scegliere una cosa che ti piace ma che allo stesso tempo ti inserisca ( anche se purtroppo oggi come oggi nessuna ti dà garanzie certe) nel mondo del lavoro, ma comunque a prescindere dalla scelta che farai ricorda che dovrai metterci passione e buona volontà nello studio altrimenti non si va da nessuna parte neppure con la facoltà più facile del mondo!

  • 3 mesi fa

    In realtà, anche per le facoltà con obbligo di frequenza, puoi richiedere di avere delle ore libere in più in quanto studente lavoratore. Altrimenti puoi provare le università online. Comunque ti consiglio di scegliere una facoltà che ti piace altrimenti ti scoccerà studiare, ovviamente valuta anche in base alla possibilità di trovare lavoro dopo. Oppure lascia il lavoro, e studia soltanto. 

  • 3 mesi fa

    Quella che ti appassiona. Non possiamo dirti noi quale fare, devi saperlo tu.

    L'Università è una cosa seria, farla basandosi su dei consigli per me non ti sarà di aiuto.

    Se devi studiare, devi farlo seriamente e con piacere.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    3 mesi fa

    Visto che vieni a chiedere un consiglio sulla facoltà devo credere che non hai interessi sulla specializzazione ma solo sul buon lavoro (non c’è niente di male). Ti consiglierei legge, è la laurea più semplice, una delle più veloci che in Italia offre pure molti sbocchi lavorativi

  • 3 mesi fa

    se lavori full time devi scegliere le facoltà che non richiedono la frequenza

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.