BASTA
Lv 7
BASTA ha chiesto in Musica e intrattenimentoCinema · 2 mesi fa

Dal 1920 al 2020... Ti va di provare a scegliere un film per ogni decennio?

Non è una gara, né tantomeno implica che il film scelto dev'essere stato necessariamente visto (anche se sarebbe preferibile), quello che mi interessa è la scelta in sé per sé e il suo perché. 

Buon divertimento ☺

6 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Anni '20: "Il Gabinetto del Dottor Caligari" di Robert Wiene (perché l'espressionismo tedesco è di certo la corrente più rappresentativa dell'intero decennio e non solo dal punto di vista cinematografico, e il Gabinetto del Dottor Caligari è il manifesto assoluto dell' espressionismo.)

    Anni '30: "il Vampiro" di Carl Theodor Dreyer (semplicemente perché è probabilmente il mio preferito di questo decennio)

    Anni '40: "Quarto Potere" di Orson Welles 

    (perché, sarà banale sia come scelta sia dirlo, ma è di certo uno dei migliori film mai realizzati oltre che il film più rivoluzionario della storia del cinema)

    Anni '50: "La donna che visse due volte" di Alfred Hitchcock (perchè è il film più bello di Hitchcock. E quindi il più bello dei '50)

    Anni '60: "8 e 1/2" di Federico Fellini (perché molto probabilmente è il mio film preferito in assoluto)

    Anni '70: "Il Padrino" di Francis Ford Coppola (perché è forse il film più rappresentativo di tutta la storia del cinema, oltre che vero e proprio simbolo della Nuova Hollywood.)

    Anni '80: "Ran" di Akira Kurosawa (perché  è uno dei film esteticamente più belli della storia del cinema, oltre che un vero e proprio capolavoro di uno dei miei registi preferiti)

    Anni '90: "Le onde del destino" di Lars Von Trier (perchè piaccia o no, Von Trier è il regista più importante assieme a Tarantino, uscito dagli anni '90. Le onde del destino poi è un film meraviglioso, uno dei più belli di sempre per quanto mi riguarda) 

    Anni 2000: "In the Mood for love" di Wong Kar Wai (ero indeciso tra questo e "Mulholland Drive" di Lynch, che per me sono i due capolavori massimi di questo decennio, ma alla fine ho scelto "In the mood for love" perchè oltre ad essere oggettivamente uno dei film più belli di sempre, secondo me ben rappresentata la tendenza "orientaleggiante" del cinema del 21° secolo, nel senso che molti dei migliori film del secolo provengono dal cinema orientale)

    anni 2010: "Il filo nascosto" di Paul Thomas Anderson (perché P. T Anderson è il più grande regista vivente tolti i grandi maestri ancora in attività, ed è sicuramente il regista simbolo, almeno per me, di questi ultimi vent'anni anni di cinema. E "il filo nascosto"  è una delle sue opere migliori)

    il tutto ovviamente tenendo conto della difficoltà di scegliere un solo film per decennio, soprattutto nei decenni particolarmente prolifici di capolavori, quindi le motivazioni delle scelte sono quasi sempre personali e parecchio opinabili.

    @cineMAN 

    Guarda che la tua lista è all'altezza eccome ("Nodo alla gola", "C'era una volta in America" e ovviamente "2001: Odissea nello spazio", avrei voluto inserirli anch'io) 

    Ma soprattutto avrei voluto inserire "Il Petroliere", film che ero sicuro che avresti apprezzato, altra vetta del cinema degli anni '2000, non l'ho inserito solo perché ho voluto mettere "il filo nascosto" di P. T. Anderson, anche se forse "il Petroliere" è addirittura migliore, solo che nella prima decade degli anni 2000 c'è più "concorrenza". 

    A proposito se non lo hai visto in originale ti consiglio fortemente di riguardalo in inglese la prossima volta che lo vedrai perché secondo me ne guadagna ancora di più (nonostante il doppiaggio italiano sia ottimo)

    P.S Comunque è troppo scomodo essere tornati a scrivere con la @, spero vivamente che rimetteranno i commenti.

  • 2 mesi fa

    1900 Le Voyage dans la Lune di Melies

    1910 Cabiria di Pastrone

    1920 Il gabinetto del dottor Caligari di Wiene

    1930 Luci della città di Charlie Chaplin

    1940 Quarto Potere di Welles o Ladri di Biciclette di De Sica

    1950 La parola ai giurati di Lumet

    1960 2001 Odissea nello Spazio di Kubrick

    1970 Apocalypse Now di Coppola/Storaro

    1980 Pink Floyd The Wall di Parker e Blade Runner di Scott

    1990 Il Grande Lebowski dei Coen

    2000 Il labirinto del fauno di Del Toro

    2010 Mad Max Fury Road di Miller oppure Dunkirk di Nolan

    2020 1917 di Sam Mendes (mi pare sia uscito nel 2020 in Italia)

    @CineMAN riguardo alla colonna sonora di 2001, vero Kubrick commissionò una colonna sonora, però non gli piacque e fu lui a bocciarla, decidendo di usare altro, ma questo ben prima di scegliere la musica classica. Durante le riprese delle parti con gli effetti speciali erano soliti ascoltare musica (immaginati in un teatro buio, con i fondali proiettati sul muro a girare con una miniatura), e un giorno qualcuno scelse Sul Bel Danubio Blu di Strauss. Ora ripeto, immagina la scena sei in un teatro di posa, buio, con lo spazio proiettato sulle pareti e la miniatura di una navicella che "volteggia" nello spazio e in sottofondo Strauss. Quel giorno decisero che avrebbero usato la musica classica, poi Kubrick impiegò anni a scegliere le arie giuste, il suo ufficio era stracolmo di dischi di musica classica.

    Ah, si aggiunga che i Pink Floyd si proposero a Kubrick per fare la colonna sonora del suo film ma Kubrick rifiutò (e loro poi per ripicca rifiutarono quando Kubrick gli chiese di musicare Arancia Meccanica), si dice che Echoes sia di fatto la colonna sonora di Jupiter and Beyond the infinite, dura uguale e ci sono pure i cambi di musica sincronizzati con il cambio di scena (è na roba stratosferica, su YouTube trovi i video con la canzone montata sul film). Forse se Kubrick avesse accettato, il risultato finale sarebbe stato ancora più immensamente capolavoro di quel che è (anche se probabilmente con un taglio ancora più "metafisico").

    Ah, sul tubo c'è anche un video in 7 episodi di circa tre ore che racconta come è stato girato 2001 (purtroppo non c'è molto materiale, Kubrick bruciò tutto, per evitare che prendessero il materiale scartato e lo usassero per chissà che, caricò un camion di pellicola e la bruciò tutta).

  • BASTA
    Lv 7
    2 mesi fa

    1920

    Il gabinetto del dottor Caligari (scelta a dir poco scontata e doverosa, un pelino in più de Il monello)

    1930

    M, il mostro di Düsseldorf (stessa considerazione del precedente, anche se svela gioca con Frankenstein, Ninotchka, Accadde una notte e Via col vento)

    1940

    La vita è meravigliosa (con tutto il rispetto per il capolavoro italiano Sciuscià, anche se va detto che il buon Frank Capra era nato Bisacquino in provincia di Palermo)

    1950

    A qualcuno piace caldo (è stata una scelta dura fra Orizzonti di gloria, Amanti e crocifissi,  Umberto D, La donna che visse due volte, ecc... Tanta roba)

    1960

    La ciociara (lo so, avrei dovuto mettere 2001, ma questo è uno dei film più "coraggiosi" di tutta la storia cinematografica mondiale, troppo poco nominato)

    1970

    L'Esorcista, Apocalypse Now e Il padrino (tre indispensabili scelte in questo che è uno dei decenni più ricchi di film del cinema, nonché uno dei più "ispiratori")

    1980

    Shining (anche qua una dura, durissima scelta, anche se il divario fra questo e tutti gli altri è palpabile e abissale)

    1990

    Quei bravi ragazzi (giusto per ricordare il film più meritevole di oscar alla regia NON vinto da Martin Scorsese)

    2000

    Il signore degli anelli (anche qui ci sarebbe stato bene qualcos'altro, magari Mulholland drive, ma il film fantasy più ricco e bello della storia non va eclissato)

    2010

    Interstellar (e c'è poco altro da aggiungere, visto che è un capolavoro che parla praticamenteda solo)

    2020

    The Lighthouse (ho sbagliato ad inserire il 2020 visto che il decennio è appena iniziato, anche male aggiungerei,  quindi cito questo per mantenermi equilibrato con il resto)

    Il perché di queste scelte? Semplice, a parte gli ultimi decenni, sono i film che sono invecchiati meglio.... 😆

  • 2 mesi fa

    Sicuramente degli anni 60 ti dico odissea spaziale mentre per esempio anni 70 Star Wars IV a New Hope

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    Non riuscirò mai a fare una lista che sia all'altezza del buon Rapture ma ci provo lo stesso, anche perché come ha detto giustamente @BASTA, non è una gara (comunque ti voglio bene per aver messo Il Filo Nascosto nel meglio del decennio 2010 😘😘😘😘😘)

    Anni 20: Sciopero di Sergei M. Eisenstein, 1925 (perché nel cinema muto secondo me lui insieme a Chaplin e Lang era il numero 1, insieme alla Corazzata Potemkin è stato rivoluzionario nel montaggio frenetico, quasi ipercinetico, è un film violentissimo per essere un film muto anni 20, non dimenticherò mai Il neonato volato di sotto o il bue sgozzato. Ho messo Sciopero e non La Corazzata Potemkin perche stranamente Sciopero non è cosi conosciuto, io l'ho scoperto grazie a Frusciante ed è diventato uno... se non IL mio film muto preferito)

    Anni 30: Tempi Moderni di Charlie Chaplin, 1936 (ce lo fece vedere a scuola la prof. Di storia... ho detto tutto. Vabbè oltre a essere uno dei capolavori di Chaplin, oltre a essere uno dei pochi film muti post-sonoro, nel senso che il sonoro arrivò nel 1927 ma Chaplin rimase affezionato al muto fino a Il Grande Dittatore... anche questo è una pietra miliare, gigantesco affresco della catena di montaggio... impossibile pensare a un film diverso quando si parla di catena di montaggio, forse solo La Classe Operaia va in Paradiso... boh è un film geniale, l'uomo macchina, fa capire perfettamente l'assurdità del lavoro, di come ci rende dei robot, degli schiavi, degli esseri non pensanti, il tutto in chiave comica... incredibile)

    Anni 40: Nodo alla Gola di Alfred Hitchcock, 1948 (il primo film girato in pianosequenza? Il primo film di Hitchcok girato in Technicolor? La prima collaborazione tra Hitchcock e James Stewart? Mi sembrano degli ottimi motivi per inserirlo nel meglio degli anni 40, uno dei miei film preferiti di Hitchcock ma forse anche uno dei miei preferiti in generale)

    Anni 50: A Qualcuno piace caldo, di Billy Wilder, 1959 (boh per me è la miglior commedia romantica mai girata, c'è poco da fare)

    Anni 60: 2001 Odissea nello Spazio, di Stanley Kubrick, 1968 (lo so, banalissimo ma è così, di recente poi ho avuto la fortuna di vedermi al cinema Shining e Arancia Meccanica e più di prima mi sono accorto di quanto i suoi film siano senza tempo, 2001 non fa eccezione, ho letto di recente che Kubrick aveva commissionato un compositore per fargli le musiche di 2001, poi però il compositore ascoltò quello che poi sarebbe diventata la colonna sonora del film, Strauss appunto,  rimase sbalordito e disse a Kubrick "nono, metti Strauss, me ne tiro fuori ma tu METTI STRAUSS" e anche Kubrick disse "abbiamo cosi tanta bella musica nel nostro passato, perché sprecarla?" E infatti ci ha fatto conoscere Beethoven con Arancia Meccanica e Strauss con 2001)

    Anni 70: Quinto Potere, di Sydney Lumet, 1976 (capolavoro incredibile di Lumet, anche questo è uno dei miei film preferiti, grande satira sul mondo della televisione, dei media... probabilmente Lo Sciacallo di Gilroy deve tutto a questo mega capolavoro, tecnicamente perfetto, recitato divinamente da TUTTI, pieno di scene memorabili dal "sono incazzàto nero e tutto questo non lo accetterò più" a lei che gode pensando a quanto Share farà il suo spettacolo, finale devastante)

    Anni 80: C'era una volta in America, di Sergio Leone 1984 (qua non a devo dubbi, oltre a essere il mio film preferito in assoluto, oltre alle divine musiche di Morricone [personalmente le mie preferite] oltre a essere il miglior film di Leone, oltre a essere purtroppo l'ultimo suo film prima di morire, oltre a essere un film poetico come pochi... potrei parlarne per ore, una lettera d'amore all'America, un'epopea INCREDIBILE, tra mafia, stupri, amicizia, amore, infanzia, sesso, proibizionismo... personalmente qui c'è quasi tutto quello che cerco nel cinema, perfetto sotto ogni punto di vista)

    Anni 90: Pulp Fiction di Quentin Tarantino, 1994 (uno dei film più cult della storia del cinema? Ormai lo so a memoria, anzi, talmente tanto che non ho più voglia di rivederlo ma secondo me alcuni film a un certo punto non diventano più film bensì materie di studio, almeno a me danno questo effetto, idem Shining e Arancia Meccanica. Pulp Fiction ha cambiato completamente il "come scrivere dei dialoghi", già Le Iene iniziò questa strada ma Pulp Fiction fu un pilastro)

    Anni 2000: Il Petroliere di P.T. Anderson 2007 (l'ho recuperato di recente e mi ha colpito moltissimo, una sola visione non basta ma ho capito perché tutti ne parlassero come di un capolavoro assoluto, Daniel Day Lewis fantastico, non centra molto ma.per certi versi mi ha ricordato "l'assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford" più un che di Fratelli Coen, film immenso)

    Anni 2010: Il Sospetto di Thomas Vinterberg 2012 (anche questo uno dei miei film preferiti, ne ho parlato fin troppo quindi sarò breve, l'ho rivisto proprio l'altro giorno e càzzo è un film scritto benissimo, non è mai finto, le reazioni umane sono quasi sempre realistiche, un pugno allo stomaco, una storia discriminazione 100 volte più efficace di un qualsiasi Green Book dei miei cogliòni. Da vedere e rivedere, per me il capolavoro di Vinterberg ma anche uno dei film più belli degli anni 2000)

  • 2 mesi fa

    purtroppo alcuni non li ho visti, ma, per omaggiare quello che per me fu il genio assoluto della cinematografia, toglierei quel Padrino, bellissimo ma tendenzialmente stucchevole e inserirei al suo posto Arancia meccanica. Mi guarderò quelli che mi mancano, magari poi ritorneremo sul tema, grazie per gli spunti

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.