Raijin ha chiesto in Arte e culturaFilosofia · 2 mesi fa

Pensiero unico?

Cosa pensate del fatto che nel mondo moderno per essere accettati nella società sia necessario condividere il pensiero unico per filo e per segno?

1 risposta

Classificazione
  • Risposta preferita

    Cosa ne penso? Che me ne sto in disparte come segno di distintivo di superiorità come ogni eremita e pensatore profondo possa fare in una tale epoca abominevole e meschina. Questo non significa però che non farò nulla per poter cambiare e manipolatore il gregge verso dove voglio io (e cioè condurli verso fini superiori contro la massa, che involontariamente accrescono anche questi tristissimi aborti e schiavetti inconsapevoli del sistema fortemente massificati).

    Sulla situazione è semplice: la società di massa, lo sterco mainstream e anche il conformismo (anche e soprattutto religioso, si legga senza paura 2000 anni di dominio di disvalori cristiani) hanno prodotto le menti "finissime", le volontà debolissime e malaticce della degenerazione di cui siamo tristemente invasi e anche piuttosto seccati.

    Ti consiglio di cambiare te stesso (o meglio scoprire te stesso, senza farti influenzare dal non-pensiero estremamente inferiore e servilissimo delle masse) e fare il possibile per farti trovare pronto anche alle situazioni peggiori. Puoi fare solo questo, sopportando il possibile, se poi la società e la situazione generale non cambia minimamente, puoi sempre accontentarti di te stesso e della tua solitudine (e non è affatto poco, se riesci a vincere spesso la noia e le tue paure e scopri veramente te stesso, fidati.....). 

    Ognuno di noi è molto più ricco interiormente di quanto possa pensare, se fugge a questo avvertimento interiore è solo per pigrizia, superficialità o grande debolezza come quella di tutte le volontà corrotte di questi aborti massificati, cosi' insignificanti e pavidi. 

    Puah.., in fondo, queste domande stuzzicano il mio ego, è solo per questo che rispondo, se devo ammetterlo sinceramente, di per sè tali esserini, che poi pretendono anche diritti uguali e libertà democratica solo per soddisfare pienamente la loro degenerazione e i loro capricci li sento da troppo tempo troppe galassie al di sotto di me, non dovrei conferirgli tale considerazione...

    In fondo si disonorano già a sufficienza da soli nel godere sguazzando nella loro sudiciosissima menzogna ed impurità....

    Detto questo, per quanto possa essere pericoloso (solitudine assoluta, follia, prigionia ecc....), chi rinuncia alla propria autodeterminazione personale di individuo (cioè alle proprie opinioni e diversità di sguardo) per me non merita nemmeno di vivere davanti a se stesso (un individuo davvero sincero e di sentire profondo non può vivere rinunciandoci per essere un servo o uno schiavo del sistema come fanno in moltissimi...):

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.